Articolo

3 ricette con le patate viola

La patata viola è un ortaggio un po' "stravagante" ma che vediamo con sempre più frequenza dal fruttivendolo o nell'orto di qualche contadino amante del nuovo. Andiamo a conoscere meglio la patata viola, la sua composizione e tre ricette per prepararla in cucina.

3 ricette con le patate viola

Le patate viola sono una variante molto particolare di patate sempre della famiglia delle solanaceae.

Tra le patate viola possiamo considerare la patata vitelotte chiamata anche patata nera, la patata turchese e blu, la patata violette che ha la buccia viola ma la polpa gialla e la patata viola originaria delle terre del Perù e del Cile che è viola sia dentro che fuori.

Queste patate viola provenienti dalle Ande peruviane si sono poi diffuse nel Vecchio continente sino ai giorni nostri dove si coltivano in Francia e in Italia in modo comune negli orti dei contadini che amano qualche verdura più ricercata.

La forma della patata viola è allungata un po' più nodosa della comune patata e oltre al colore differente della buccia e della polpa ha anche una consistenza più farinosa.

 

Cosa contengono le patate viola

Le patate viola contengono moltissimi sali minerali e vitamine oltre che fibre e carboidrati complessi. Nella patata viola la presenza di vitamina C e potassio è cospicua e questo è ottimo per la nostra salute.

Le patate viola sono ricchissime di antiossidanti come le antocianine che sono pigmenti che donano appunto il colore viola-blu. Queste speciali sostanze hanno una forte azione antiradicale e sono quindi capaci di rallentare l’ossidazione del nostro corpo mantenendoci giovani più a lungo.

Inoltre queste sostanze antiossidanti sono indicate per proteggere dal rischio di malattie cardiache, ictus e alcune forme di cancro.

 

Leggi anche Come coltivare le patate >>

Come cucinare le patate viola

La patata viola ha un notevole potere saziante e le sue ricette sono innumerevoli dato che portano la stessa versatilità delle classiche patate con l’aggiunta persino di molte ricette dolci.

Via libera a patate viola al forno come contorno di secondi piatti oppure per primi piatti nella preparazione degli gnocchi. Indicata anche come ripieno per torte unita ad altre verdure.

Rimane eccellente per la preparazione di dolci grazie alla sua consistenza simile alla castagna e al suo sapore che ricorda le nocciole. Tra le ricette dolci ricordiamo i pancakes, le torte, i cupcakes o anche in altre idee insieme a frutta secca e semi oleaginosi.

 

Gnocchi di patate viola

Per preparare la ricetta di gnocchi di patate viola serviranno

> 1 kg di patate viola;
> 250 ml di latte di mucca o di latte di soia;
> 50 g di burro o di margarina e a piacere;
> sale, pepe e noce moscata.

Come per tutte le ricette per gli gnocchi servirà lessare le patate per circa 40 minuti e una volta cotte saranno da pelare e ridurre in purè.

Solitamente vengono schiacciate con una forchetta e in qualche ricetta si aggiunge farina setacciata per ammalgamare meglio l’impasto. Aggiungiamo latte e burro al composto e mescoliamo per ottenere la giusta consistenza. Inoltre saleremo e metteremo a piacere pepe e noce moscata.

A questo punto dovremo avere un impasto omogeneo e compatto da cui formeremo gli gnocchi con l’ausilio di una forchetta per dargli la consueta forma rigata. Adageremo gli gnocchi uno ad uno su un vassoio precedentemente infarinato e li copriremo con un canovaccio pulito.

Dopo aver riposato almeno 15 minuti in un luogo fresco, gli gnocchi saranno pronti per essere cotti in acqua bollente e salata. Appena saliranno in superficie saranno pronti da scolare. Serviremo in tavola caldi conditi con un sugo a piacere.

 

Purè di patate viola

Per la preparazione del purè di patate viola dovremo lavare, sbucciare e tagliare a pezzi le patate per poi cuocerle per circa 20 minuti in una padella dove avremo precedentemente messo a soffriggire qualche spicchio d’aglio in olio di oliva.

Quando le patate cominciano a essere pronte e morbide potremo aggiungere un po' di latte o di bevanda alla soia e condire con sale e pepe.

Una volta tolte dal forno possiamo utilizzare un frullatore a immersione per omogenizzare meglio il purè. Volendo potremo aggiungere un pezzetto di burro o margarina vegetale per insaporire maggiormente. Ancora caldo, il purè di patate viola potrà essere servito come contorno di secondi piatti con un tocco di colore veramente intrigante.

 

Torta di patate viola

Per preparare una ottima torta alle patate viola servono:

> 400 g di patate viola già lesse e sbucciate;
> 150 g di semi oleosi tritati (anacardi, mandorle, nocciole, pistacchi, noci, zucca, girasole o pinoli);
> 120 ml di olio di semi di girasole;
> 200 ml di malto di cereali o 1 bicchiere di sciroppo d’acero.

In un robot da cucina possiamo messere tutti gli ingredienti con l’aggiunta a piacere di estratto di vaniglia e 4 cucchiai di rhum o altro liquore.

Mettiamo il forno a 150 gradi, prepariamo la tortiera ungendola e infarinandola o coprendola con carta da forno per poi versare il nostro composto. Lasciamo cuocere in forno per irca 15 minuti e serviamo ancora calda. L’effetto cromatico della patata viola sarà una vera sorpresa per tutti oltre che un ottimo gusto per il nostro palato.

 

Leggi anche Patate viola, rosse, blu: origini e proprietà >>

 

Foto: Antonio Truzzi / 123rf.com