Ho un calcolo alla colecisti, nella mia situazione è il caso di operarmi?

Buon giorno sono Renata, una signora di 61 anni operata di cuore 25 anni fa, poi per tre anni ho sofferto di pericardite, poi 10 anni fa operata alla vescica e dopo di una neoplasia all'intestino senza poi bisogno di chemioterapia. Da tempo ho un calcolo alla colicisti di 2.5 cm che pero' negli ultimi periodi mi da fastidio, dolore, alle volte vomito e coliche. Togliere la colicisti nelle mia situazione, fare un'altra operazione è il caso? Cosa mi consigliate c'e' un rimedio per evitare eventuali rischi, evitare l'operazione di asportazione della colicisti? Quale consigli potete darmi? sono veramente demoralizzata, ho passato una vita di lavoro e malattia e ancora oggi solo il pensiero di un'altra operazione...per poi cosa risolvere? Sara' peggio? Attendo un vostro consiglio, con grande stima vi ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti Renata

Risposte di salute

Dott.ssa CINZIA MARIA ZURRA
Buongiorno, ritengo che bisogna valutare le possibilità di complicanze legate alla presenza del calcolo: infezione (colecistite acuta) ostruzione per spostamento a livello delle vie biliari . Per quanto riguarda la fitoterapia, bisogna fare attenzione a non usare rimedi con azione di stimolo sulla vescica biliare.(quindi farei attenzione alla maggior parte dei drenanti epatici) Per quanto riguarda l'alimentazione ridurre i grassi/uova che hanno azione colagoga (stimolo della VB) . Gli esami della funzione epatica sono normali (transaminasi, fosfatasi alcalina e bilirubina tot e fraz.)? Cordialmente

di Dott.ssa CINZIA MARIA ZURRA

Loredana Tocalli
Gentile Lettrice la sua situazione è sicuramente delicata ma non direi disperata, perchè oggi gli interventi di calcolosi della colecisti si fanno, se la siatuazione generale e locale lo consentono, in chirurgia-laparoscopica , ossia con un intervento di minima tramite con due o tre sonde che sotto guida asportano l'intera colecisti con i calcoli, senza gli interventi demolitivi che si attuavano una volta. Detto ciò , potrà valutare con un buon chirurgo la sua situazione pregressa complessiva, cuore in primis, poi le consiglierei una bouona preparazione omoepatica all'intervento che potrà sostenerla per lo stress, il trauma e le varie conseguenze dell'intervento stesso qualunque esso sia. Cordialità Dr.ssa Loredana Tocalli Medico Chirurgo Omeopata Agopuntore

di Loredana Tocalli

alessandro forlivesi
Buonasera Sig. Renata, se non ha ancora risolto il suo problema con i calcoli alla colecisti se mi contatta anche telefonicamente le posso illustrare i trattamenti naturali a distanza che effettuo a livello professionistico da oltre 2 anni . Si tratta detto molto brevemente di trattamenti mentali per i quali NON è necessaria la sua presenza fisica nè altro coinvolgimento. Unica condizione è quella di "affrontare" questo tipo di trattamento in maniera più positiva possibile o al limite in maniera neutra ( della serie stiamo a vedere che succede) ma MAI in maniera pessimistica o negativa. Il trattamento ha una durata max di 20 gg. e la mia parcella verrà corrisposta SOLO ED ESCLUSIVAMENTE IN CASO DI SUCCESSO ( qui facilmente visibile con una semplice ecografia) e la cifra quantificabile la decide il cliente in base anche alle proprie possibilità . Quindi il rischio di "buttare" via i soldi con tecniche molto particolari e poco "visibili" è praticamente nullo. Se ritiene di voler approfondire l'argomento mi può o telefonare al 3478925674 o via e.mail bonnevie2014@libero.it Decida lei. Cordiali saluti Alessandro da Lucca

di alessandro forlivesi