Ganoderma Reishi: possibili effetti indesiderati?

Salve, ho 26 anni e convivo, ormai da quando ne ho memoria, con problemi gastrointestinali e forti attacchi di emicrania che nel corso degli anni hanno ridotto, seppur parzialmente, la qualità della mia quotidianità. Per quanto riguarda i miei problemi gastrointenstinali, che si possono racchiudere nel concetto "digerisco pochissimi alimenti e di conseguenza, ho un alimentazione alquanto limitata", ho svolto controlli di ogni genere senza però riscontrare alcun reale problema oggettivo (se non un leggero reflusso), ma nel corso degli anni, complice anche l'insorgenza di alcune intolleranze alimentari, la varietà della mia dieta ne ha risentito drasticamente. A questo si aggiunge, come accennato in apertura, una forte emicrania che si verifica almeno 1-2 volte a settimana ormai da... decenni. Ho risolto, seppur parzialmente, entrambi i problemi grazie a un neurologo e all'assunzione del "Fluxarten", ma trattandosi di una medicina alquanto pesante, dopo un ciclo di circa 6 mesi sono stato, gioco forza, costretto a interrompere il trattamento. Risultato? Le emicranie sono tornate violente come prima e il mio stomaco ha ricominciato a fare "i capricci". Ho così deciso di rivolgere l'attenzione verso rimedi naturali, finendo con lo scoprire il Ganoderma. Assumo capsule del suddetto fungo da ormai 6 mesi e, salvo casi sporadici, posso dire che le mie emicranie sono pressoché scomparse ma... come si suol dire, c'è un però: con il passare dei mesi ho riscontrato un progressivo miglioramento della mia digestione per quanto riguarda alimenti salati, notando al contempo un netto peggioramento della mia digestione per quanto riguarda invece alimenti dolci, specialmente il cioccolato, alimento che ho sempre mangiato con regolarità e che, ora, sorprendentemente, mi causa forti attacchi di nausea e emicranie il giorno dopo l'assunzione. Dopo questo lungo poema, dunque, arrivo alla domanda definitiva: è possibile che il ganoderma possa intervenire sulle capacità digestive dello stomaco fino a condizionarne la digestione di specifici alimenti? E se sì, esiste qualcosa di più adatto alle mie problematiche? Grazie anticipatamente!

Risposte di salute

Grieco Rosa
Salve, personalmente sospenderei il Reishi anche perchè agisce sui fattori della coagulazione del sangue, per cui va bene sicuramente per un breve periodo ma poi bisognerà sospenderlo e riprenderlo dopo qualche mese, è un prodotto che è comunque in fase di studi. mi chiedo se per caso ha effettuato dei test per la celiachia, e le consiglio inoltre di dare un occhiata alla dieta dei gruppi sanguigni e di eliminare dalla sua alimentazione per qualche tempo ( un paio di mesei) latte, formaggio e derivati, per valutare la risposta organica. Leggendo la sua storia mi colpisce il fatto che lei soffre di queste problematiche da molti anni, quasi sicuramente alla base c'è un problema di ansia, ha mai provato un percorso con i Fiori di Bach? secondo il mio parere potrebbe essere una buona soluzione alle sue problematiche. in attesa delle sue risposte le auguro una buona giornata

di Grieco Rosa

Cinzia zedda - equilibra studio
Buongiorno, non conosco approfonditamente questo fungo ma conosco la sua azione anti infiammatoria e adattogena. Inoltre la sua capacità di azione si estende anche alla capacità ansiolitica di rilassamento sulla muscolatura e dunque posso supporre che la sua ridotta capacità digestiva sia dovuta ad uno stato tensivo mentale che dovrebbe invece combattere anche con attività fisica e yogica, lavorando quindi su sé stessa. Naturalmente le mie sono solo supposizioni non avendo nozioni in più sulle quali lavorare. Inoltre per quanto riguarda il cioccolato, sappia che i cibi che più ci piacciono e che mangiamo abitudinariamente sono quelli che causano dipendenze e intolleranze! In merito alla digestione più o meno favorevole di certi cibi consiglio di contattare un naturopata che si occupi di medicina tradizionale cinese che in questo saprà aiutarla. Saluti e mi faccia sapere. Cinzia Zedda.

di Cinzia zedda - equilibra studio

Ciao, mi spiace in primis per il tuo disturbo che spero tu abbia da trovare soluzione veloce e tangibile...Detto questo e proprio per no peccare di presunzione, aumentare o creare altri problemi , mi fermo solo nel dirti che i prodotti a base di Ganoderma Lucidum agiscono in funzione a 2 cose..1) Il quantitativo in percentuale dell'estratto nel prodotto 2) altra cosa la qualità dell'estratto! Io personalmente ti posso portare la mia di esperienza... mi ha aiutato moltissimo a potenziare la cura che cominciava a perdere di effetto per un glaucoma che mi avrebbe portato alla cecità totale ne giro di pochi mesi..Già 4 anni fa.. Oggi ho i miei 9/10 decimi di vista, nessun effetto collaterale e anzi benefici a livello di metabolismo e altro che nemmeno erano preventivati. Ma aggiungo una cosa importantissima, non sono un professore , ma il mi consiglio è avere una terapia mirata per te e per la tua patologia da un /a ganoterapeuta o comunque un professore che abbia competenze in suddetto prodotto, di ganoderma ci sono parecchie specie, ma solo una ha il massimo dei benefici, ma li trai solo, anche qua, affidandoti ad azienda che ne estrae in maniera ottimizzata al massimo e crea con l'estratto diverse formule , non chiedermi particolari, perchè non saprei rispondere... ma contattami tranquillamente, perchè con certezza la ganoterapeuta che segue ricerche da , penso , più di 30 anni la conosco e oltretutto anche dove prendere questo estratto che ti direi miracoloso,.. Ma sarebbe eresia, finché non provi! Augurandoti tanta salute che sicuramente troverai, sperando di esserti stato di un minimo di aiuto.. serena continuazione! Davide Zanella ( 328 1040587 )

Simona  Vizzinisi
salve, per quanto riguarda il Reishi ha una funzione disintossicante per il fegato, rafforza il sistema immunitario ,abbassa la pressione sanguigna ,riduce il livello di colesterolo ,rallenta il processo di invecchiamento,allevia le allergie,riduce i sintomi dell'asma,ha un effetto preventivo contro la bronchite cronica,riduce l'insonnia,allevia gli effetti collaterali della chemio ,diminuisce l'anomala reattività dell'organismo nelle allergie e nelle malattie autoimmuni,adattogeo contro stress, fatica debolezza e stanchezza.Per i suoi problemi gastrointestinali le consiglio olio essenziale di menta pipertita , olio essenziale di zenzero , olio essenziale di salvia sclarea , olio essenziale di lavanda, ottima anche la papaya fermentata ,ha proprietà digestive, toniche e rafforza il sistema immunitario inoltre è un ottimo disintossicante .Per quanto riguarda la forte emicrania può essere dovuta ad una carenza di magnesio. Provi ad assumere il magnesio supremo . Mi tenga aggiornata .

di Simona Vizzinisi