Curcuma per l'alzheimer: può essere utile?

Buongiorno, ho mio suocero ricoverato per polmonite da infezione piaghe da decupido causate dal suo stato alzheimer... Premetto che la malattia è, da quanto detto dai medici, allo stadio finale, anche se a mio avviso non è propriamente così visto che lui ancora ci riconosce e si trova in questo stato perché ha avuto paura, dopo due traumi in cui ha battuto la testa, di ricominciare a camminare... Solo che è da diversi giorni che mangia appena e beve pochissimo... Ha una sacca alimentare. Ho sentito parlare della curcuma come rimedio naturale alternativo e vorrei da Voi un consiglio e se c'è in commercio qualcosa che può spiengerlo quanto meno a reagire a questa situazione, anche se purtroppo l'alzheimer va solo peggiorando il quadro clinico dei pazienti, ma io non mollo!!! Grazie.

Risposte di salute

Simona  Vizzinisi
Buongiorno , per quanto riguarda la patologia che ha descritto consiglio super omega 3 active , ed estratto di melissa ( come olio essenziale ) , lavanda e salvia , inisbiscono l'enzima acetilcolinesterasi , che è nei pazienti colpiti da demenza il neurotrasmettitore responsabile della egradazione dell'acetilcolina cerebrale , con l'estratto di melissa il miglioramento si avverte sulle prestazioni cognitive dei pazienti di Alzheimer.Per la polmonite olio di eucalipto e menta ,per iniziare mettere due gocce di ognuno in una bacinella con acqua calda e fare suffumigi , ottimo anche olio di trementina da applicare localmente .Si per la curcuma che può trovare in capsule od olio essenziale . Rimango a disposizione

di Simona Vizzinisi

Cinzia zedda - equilibra studio
Buongiorno, generalmente i risultati migliori si ottengono con l'assunzione di fosfatidilserina. La curcuma è utile ma per avere significativi miglioramenti si necessitano dosaggi specifici da terapia. Cordiali saluti Cinzia Zedda naturopata - reflessologa

di Cinzia zedda - equilibra studio