Articolo

Asana per principianti: primi passi nello yoga

Nulla può sostituire un corso condotto da un valido insegnante. Vi presentiamo comunque qualche asana per principianti che speriamo stuzzichi la vostra voglia di yoga

Asana per principianti: primi passi nello yoga

Parlare di yoga per principianti e di yoga per esperti è piuttosto complicato: a parte alcuni asana chiaramente riservati agli avanzati o alcune meditazioni che richiedono l’appoggio di una pratica considerevole, tracciare una linea di demarcazione non solo è difficile, ma, in molti casi, fatuo.

Infatti, laddove un allievo si rivela “principiante” in alcuni tipi di posture, potrebbe essere “avanzato” in altre; inoltre, dato che lo yoga non è solo una disciplina corporea, si potrebbe essere “principianti” per quel che riguarda gli asana, ma “avanzati” negli esercizi meditativi o nella comprensione spirituale.

Parimenti, molti aspiranti yogi si considerano “principianti” o “avanzati” in base a parametri tutti personali, giudizi propri o di amici, sensazioni, auto-considerazione di sé generale. 

Queste divisioni tra avanzati e non vengono fatte nei centri yoga o nelle palestre, ma risultano essere piuttosto sommarie oppure legate agli standard dell’insegnante di turno.

In ogni caso, se siete proprio sicuri di essere principianti senza appello, vi invitiamo a leggere oltre: vi suggeriremo qualche asana adatto a voi per iniziare ad orientarvi nella pratica.

 

3 asana per iniziare a conoscere lo yoga

Non siamo contrari alla pratica individuale al di là della lezione con l’insegnante, anzi: essa è auspicabile. Riteniamo però, al contempo, che chi inizia a camminare sul sentiero dello yoga dovrebbe muovere i primi passi guidato da qualcuno di più esperto che lo aiuti a mettere solide basi per proseguire in autonomia. 

Pertanto, ovviamente, vi consigliamo, se potete, di farvi accompagnare da un insegnante se siete agli inizi senza la pretesa di considerarvi autodidatti. Volendo però comunque intravedere qualcosa di questo meraviglioso universo rimanendo a casa, vi daremo una dose omeopatica e, riteniamo, innocua, di yoga per principianti.

 

Abbigliamento yoga: come vestirsi per la lezione

 

1. Sukhasana

Partiremo dalla prima posizione che farete in qualunque corso, ovvero la posizione a gambe incrociate, detta sukhasana ovvero "posizione semplice", ma solo apparentemente: in realtà moltissimi allievi incontrano non poche difficoltà a incrociare le gambe e ad abbassare le ginocchia. Inoltre, il mantenimento della posizione è altrettanto delicato, in quanto la schiena dovrebbe rimanere proiettata verso l’alto (ma non rigida), le spalle aperte e le braccia morbide: pochi respiri possono stancare gli studenti meno esperti che tendono ad “implodere” nella posizione oppure avvertono dolori e fastidi.

come gli asana sono utili in caso di ansia

 

Osservare il respiro

Chiudiamo questa breve proposta di esercizi yoga per principianti non con un asana, ma con un esercizio di concentrazione. Lo yoga, ripetiamo, non si compone unicamente di esercizi corporei, ma anche (e soprattutto) di esercizi di concentrazione, meditazione, focalizzazione. Partiamo dalla base, la più semplice delle tecniche: prendere consapevolezza del flusso respiratorio e osservarlo

Ci vorranno mesi prima che questo esercizio vi si riveli in tutta la sua intensità. Applicatevi senza sufficienza perché queste tecniche non sono affatto semplici e richiedono impegno e dedizione. 

L’osservazione del respiro è un mattone fondante dello yoga e della vostra pratica. Addestrare questo tipo di consapevolezza significa costruire delle fondamenta solide e serie per tutta l’esperienza yogica che avete davanti, qualunque sia lo stile o il maestro che sceglierete!

 

Anche la posizione del fulmine è adatta per i principianti