Articolo

Quando seminare fagioli e fagiolini

I fagioli e fagiolini sono tra i legumi più conosciuti e coltivati anche in Italia. Andiamo a conoscere quale è il momento migliore per coltivarli e anche qualche consiglio dalla luna e dalla sapienza popolare contadina.

Quando seminare fagioli e fagiolini

I fagioli e i fagiolini sono le piante leguminose più conosciute e utilizzate anche sulle tavole di tutta Italia sin dai tempi antichi.

L’origine del comune fagiolo che scientificamente è chiamato Phoseolus Vulgaris è il Perù dal quale  ha poi avuto immensa diffusione in tutto il mondo sino all’Europa per la sua straordinaria capacità di adattamento nei climi miti.

I fagioli sono appunto leguminose e come famiglia botanica sono papilionacee che vede essere presente più di 200 specie differenti.

Esistono numerosissime tipologie di fagioli e quindi la prima grande distinzione viene fatta tra i “fagioli veri e propri” di cui mangiamo il seme e quelli invece chiamati fagiolini di cui mangiamo tutto il baccello. I primi, i fagioli solitamente vengono raccolti, sgranati e poi conservati secchi per poi essere reidratati e cucinati.

Mentre i fagiolini possono essere mangiati freschi e preparati in cucina in varie ricette anche a crudo.

Inoltre altra grande distinzione è sul portamento della pianta che può crescere come rampicante oppure rimanere nana. Anche i tempi di produzione sono un altro modo per suddividere i fagioli infatti parliamo di fagioli o fagiolini precoci e tardivi a seconda del loro momento di maturazione del baccello.

Ovviamente i precoci saranno i primi ad essere pronti per la raccolta mentre le varietà tardive impiegheranno più tempo per arrivare a maturazione.

 

Leggi anche Fagioli, 3 ricette vegan veloci >>

 

I tempi di semina dei fagioli e fagiolini

I fagioli e i fagiolini vengono seminati dai primi di aprile nelle zone più calde d’Italia come al Sud per poi continuare sino al massimo alla metà di maggio nelle terre più fredde del Nord Italia.

Possiamo anche seminare i fagioli in precedenza mettendoli in semenzaio o vasetti ma in ambiente protetto e al caldo già a febbraio o marzo. Poi andremo a trapiantare direttamente a dimora le piantine quando saranno grandi almeno 20 centimetri.

Alcune varietà di fagioli e fagiolini possono essere coltivate a fine estate per poi essere raccolti in autunno ma questo solo nei climi più miti del Centro e Sud Italia.

La scelta della varietà di fagioli o fagiolini influenza molto il momento di semina e l’inizio della coltivazione, infatti ad esempio le varietà precoci richiedono semine nei primi giorni di aprile e hanno un ciclo vegetativo appunto più rapido rispetto alle varietà tardive.

Ancora una varietà nana di fagiolo o fagiolino avendo anche essa un ciclo più breve potrà essere coltivata anche in tempi tardivi e quindi anche una semina di maggio avrà sufficiente tempo per la maturazione del baccello e per la sua raccolta prima.

Possiamo anche pensare di coltivare diverse varietà di fagioli o fagiolini oppure anche la stessa varietà ma in modo scalare per poter avere un raccolto che si sussegue nel tempo.

La semina scalare significa di seminare o trapiantare le piantine in tempi successivi con una distanza di 1 o 2 settimane tra la prima semina e la successiva. Questo ovviamente porterà ad avere un raccolto scalare invece che tutto simultaneo nello stesso momento e permetterà di raccogliere fagioli o fagiolini per molto più tempo.

 

Fagioli e fagiolini: consigli dalla luna

La luna ha una forte influenza sulla produzione e sulla buona riuscita del raccolto nelle coltivazioni orticole quindi è bene conoscere quale è il momento più indicato per seminare e coltivare i fagioli o fagiolini.

La luna crescente aiuta le giovani piantine a crescere e i semi a germogliare quindi sicuramente la luna crescente che spinge la linfa è la luna giusta in cui seminare i fagioli o fagiolini.

Il secondo o il terzo giorno dopo il primo quarto di luna di aprile è il miglior momento in cui viene consigliato dalla tradizione contadini di seminare i fagioli o fagiolini.

Il sapere contadino dice infatti inoltre che i fagioli vanno seminati nei primi 100 giorni del anno e questo indica proprio le prime settimane del mese di aprile.

 

Come piantare i semi di fagioli o fagiolini

L’impianto dei fagioli o dei fagiolini dipende molto dalla varietà che abbiamo scelto di coltivare perché hanno bisogni differenti come ad esempio per una varietà nana avremo bisogno si poco spazio mentre per una varietà rampicante oltre a richiedere più spazio necessita anche di sostegni.

Indicativamente i semi vanno posizionati a 2 o 3 centimetri di profondità e normalmente vengono scavate piccole buche distanti almeno 15 centimetri dove sono posizionati 3 semi.

Viene raccontato dalla voce popolare che i fagioli vogliono”sentire le campane” per dire che la semina deve avvenire in superficie evitando la troppo profondità che mette in difficoltà la crescita della piantina di fagiolo.

 

Leggi anche Come cucinare i fagioli >>

 

Foto: yelenayemchuk / 123RF Archivio Fotografico

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio