Articolo

Lago di Braies, un paradiso tra le Dolomiti

Un gioiello naturale, stupendo in tutte le stagioni, con una strana leggenda alle spalle, attira tutti gli anni migliaia di visitatori sulle Dolomiti. E' il Lago di Braies.

lago-di-braies

Credit foto
©jahmaica- 123RF

Il più grande lago delle Dolomiti

Trentino Alto Adige, provincia di Bolzano, comune di Braies, è qui che si trova uno dei gioielli delle Dolomiti, conosciuto ai più come Lago di Braies ma, essendo in pieno Sud Tirolo, anche noto col nome tedesco Pragser Wildsee.

Si tratta del più grande lago naturale delle Dolomiti che dà il meglio di sé in ogni stagione mostrando facce diverse ma sempre limpidissime e affascinanti.

In estate riflette il verde delle foglie e della vita che prospera all’interno delle sue acque, mentre d’inverno dispiega vari toni del ghiaccio più cristallino, dal bianco al blu passando per il celeste. 
 

Le leggende sul Lago di Braies

Situato a circa 1500 sopra il livello del mare, raggiunge ua profondità di 36 metri, ed ha una circonferenza costiera di 3 chilometri e mezzo.
Esistono diverse leggende di origine germanica e ladina sulla sua origine, con coboldi ed altri spiriti dei boschi che lo crearono per nascondere agli umani i loro tesori.

Oggigiorno è il lago stesso ad essere un tesoro, visitato da numerosi turisti ed escursionisti per una stupenda esperienza di trekking, per un giro in barca o per il giro del lago a cavallo.

Non solo le sue acque conquistano l’animo dei visitatori ma anche tutta la vista attorno è mozzafiato, con tre cime dolomitiche a fare da corona allo specchio d’acqua (tra cui la Croda del Becco), legato, tra l’altro, al significato di “porta” in quanto luogo di accesso sotterraneo dove il popolo dei tesori si è ritirato in attesa di un'epoca di rinascita e redenzione.
 

Il contesto e il parco

Si può raggiungere il Lago di Braies in auto, con un sentiero che dopo un paio di villaggi conduce ad un parcheggio ed un hotel.

Da lì si noterà che le due sponde del Lago di Braies sono differenti: se una è piana ed adatta ad una facile camminata, l’altra è scoscesa, ricca di sali-scendi e richiede un minimo di impegno.
A causa del rischio valanghe e della presenza di neve, spesso questi percorsi sono chiusi al pubblico nei mesi invernali.

Si raggiunge da Bolzano in poco meno di 100 chilometri, regalando il massimo relax, specie a chi sta affrontando giorni e giorni di montagna. Il Lago di Braies si trova all’interno del Parco di Fanes Sennes Baries, il più vasto di tutta la provincia di Bolzano.

In queste aree, per gli amanti dei boschi, troviamo una vegetazione varia e bellissima, che dona, specie in autunno, un tocco di magico romanticismo al Lago.

Abeti, larici e pini fanno da contraltare alle praterie dolomitiche dove il vento la fa da padrone. 
 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio