Articolo

I benefici del ballare

Ballare è importante e si tratta di una risorsa sempre disponibile. Muovere il corpo dà beneficio agli organi interni, ai muscoli e in modo altrettanto uguale all'umore. Vediamo insieme i benefici del darsi alla danza

I benefici del ballare

Essere pronti a ballare significa essere pronti di animo e di cuore, tenere attivi i sensi e non vergognarsi, dal momento che non sussiste ragione valida per evitare di muovere il corpo a ritmo.

 

La danza: come e quando

Anche quando il ritmo manca, lo si può creare interiormente, sentire la propria armonia, la propria velocità interiore. Meglio se scalzi, meglio se su terra, meglio se all'aria aperta.

La danza è qualcosa cui si può far ricorso in ogni momento. Si può danzare anche con una sola parte del corpo ma immaginando che tutte le cellule ne beneficino, perché così è, realmente.

Il ballo può essere accompagnato da un canto che viene dal cuore, in quanto il suono ci abita e cura. Non stiamo parlando di codificare, fare passi specifici; ovvio, se si possiede la tecnica e la si è fatta propria potrebbe anche essere un immenso piacere quello di condividerla mentre si danza con altri in estrema libertà e gioia.

Si può sentire l'impulso di danzare anche in luoghi non ufficialmente deputati, ad esempio mentre si attende un treno, mentre si cucina, mentre si cammina.

Questa intuizione che parte dal nostro tempio sacro che è il corpo, in accordo con il campo energetico del cuore, va assecondata, in quanto aumenta notevolmente la nostra vibrazione ed essendo noi vibrazione materializzata non possiamo che trarne beneficio. 

 

Danza e arte marziale: che legame c'è?

 

I benefici del ballo libero 

Ballare in modo intuitivo e lasciandosi guidare dal centro, ammorbidendo polsi, mandibola, caviglie, sentendo quel che il corpo vuol fare ha dei benefici strepitosi.

In primo luogo, si porta ossigeno ai tessuti, si muove energia interna. Diminuisce al pressione sanguigna e si evita di tenere posture sbagliate in modo stagnante e affatto funzionale.

Le ossa si rafforzano, si tonificano i muscoli, i livelli di colesterolo scendono. La forma del corpo diventa sinuosa e migliora in senso estetico. Secondo uno studio svedese, pubblicato su Archives Of Pediatrics Adolescent Medicine, la pratica regolare della danza previene il crearsi di forme di malessere emotivo che possono sfociare in stati depriessivi cronici anche indipendentemente dalla giovane età.

A livello emotivo, cercare anche un piccolo impulso per danzare quando davvero sembra non potercene essere nemmeno l'ombra è qualcosa che restituisce molto. Si tratta di sorprendere se stessi nell'atto primordiale, avvicinarsi a quella gioia della danza com terapia ancestrale.

Aumenta la fiducia in se stessi, l'equilibrio. Si ha come una risorsa, un "asso nella manica", un serbatoio di energia che si moltiplica nel momento in cuila sispende a ritmo. Anche i muscoli facciali ne risentono pisitivamente: avete mai provato a ballare e sorridere?

È una catena viziosa piena di benefici. I muscoli facciali ringrazieranno e si risveglierà anche un fattore importante: l'autostima personale. Chi batte la paura di lasciarsi andare al ballo davanti agli altri padroneggia se stesso, governa i propri organi interni e decide di posizionarsi in una zona luminosa, in quanto il ballo è positivamente contagioso. 

 

5 buoni motivi per iscrivere tuo figlio ad un corso di danza

 

 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio