Articolo

Paracapezzoli in argento, come funzionano

I paracapezzoli in argento permettono di alleviare i dolori causati dalle ragadi al seno durante l’allattamento. Scopriamo come funzionano.

paracapezzoli-in-argento

Credit foto
© golubovy - 123RF

Allattamento al seno

L’allattamento al seno è una pratica consigliata da medici e specialisti perché di fatto apporta una molteplicità di benefici sia al neonato che alla mamma.

Tuttavia, sebbene possa sembrare un’operazione semplice e naturale, allattare non sempre si rivela indolore.

Un movimento scorretto del bambino o un attaccamento errato al seno, infatti, possono comportare la comparsa di ragadi, ovvero tagli particolarmente fastidiosi talvolta accompagnati da una possibile fuoriuscita di sangue.

Per lenire la sintomatologia e alleviare il dolore, quindi, si possono utilizzare dei paracapezzoli in argento.
 

Cosa sono i paracapezzoli

Questi particolari accessori aderiscono ai capezzoli proteggendo la parte del seno materno alla quale il neonato si attacca durante le poppate. 

Affinché siano funzionali, tuttavia, i paracapezzoli devono essere della misura corretta.

Il modello ottimale, infatti, deve essere conforme al seno materno, ma al tempo stesso la tettarella deve essere leggermente più corta rispetto al palato del bambino.

Una forma particolarmente comune in commercio è quella a farfalla, che permette al neonato di succhiare il latte mantenendo al tempo stesso il contatto diretto con la pelle del seno. 

Alcuni dispositivi presentano un’apertura specifica che determina automaticamente il flusso per la poppata, ma si possono acquistare anche dei prodotti che permettono al bimbo di regolare da sé la fuoriuscita del latte a seconda di quanta pressione esercita schiacciando. 
 

Paracapezzoli, come funzionano

L’argento spesso viene preferito ad altri materiali perché di fatto è un antibatterico e un cicatrizzante naturale in grado di alleviare il dolore associato alle ragadi.

Il costo di questo tipo di paracapezzoli è leggermente superiore rispetto ai modelli in silicone, ma comunque abbastanza contenuto (generalmente sotto i 50 euro). 

I paracapezzoli devono essere indossati tra il seno e il reggiseno. Quando non si allatta, onde evitare di bagnarsi, è possibile appoggiare anche un’ulteriore coppetta assorbi latte sopra il dispositivo. 

Per un corretto utilizzo e un ottimale mantenimento, è bene tenere presente che prima di essere utilizzati o riposti in un luogo sterile, questi dispositivi devono essere lavati con acqua tiepida e sapone neutro e asciugati completamente.