Articolo

Silicio per le articolazioni

Il silicio organico è presente nei mitocondri degli osteoblasti che sono le cellule deputate alla formazione del tessuto per le ossa. Vediamo perché è così importante.

Silicio per le articolazioni

Esistono due tipi di silicio quello minerale inorganico che troviamo nella sabbia ed è il secondo elemento più presente sul nostro pianeta dopo l'ossigeno e il secondo tipo che è il silicio organico.

Il silicio organico o anche silice organica lo possiamo trovare invece all'interno delle pareti vascolari, dell'apparato scheletrico, nel cuore, nel fegato, nella milza, nei tendini e anche nelle ghiandole come la tiroide.

Il silicio organico ha numerose funzioni nel nostro corpo e agisce in molti meccanismi biochimici.

Il silicio organico è coinvolto nel metabolismo cellulare della pelle, dei capelli, delle ossa, delle unghie, delle articolazioni e anche nel sistema cardiovascolare.

Il silicio serve a mantenere i tessuti e le strutture dell'organismo e in particolare protegge l'elasticità del collagene dando così tonicità e resistenza ai tessuti e alle membrane.

Rafforza il tessuto connettivo, previene l'aterosclerosi, l'insonnia, la tubercolosi e i disturbi della pelle.

 

Silicio e articolazioni

Il silicio organico è presente nei mitocondri degli osteoblasti che sono le cellule deputate alla formazione del tessuto per le ossa. Durante il metabolismo della calcificazione ossea il silicio è indispensabile ed è persino maggiore come quantità rispetto al più famoso calcio, fosforo e magnesio.

In caso di carenza di silicio potremmo andare incontro a demineralizzazione, osteoporosi, fratture o contusioni ossee, difficoltà nella consolidazione post-operatoria oltre a possibili problemi di artrite, artrosi, reumatismi e altre malattie delle ossa e delle articolazioni.

Putroppo con l'avanzare dell'età i tessuti corporei assorbono e metabolizzano livelli più bassi di silicio sino ad arrivare ad un consumo in età adulta del 80% maggiore che da giovani.

Come ben sappiamo con il tempo le nostre ossa si indeboliscono, le articolazioni diventano mene flessibili e perdiamo resistenza oltre ad avere meno energia in generale.

 

Leggi anche Silicio e benefici per la pelle >>

 

Tutto questo è dato proprio dall'invecchiamento cellulare insieme a processi di metabolismo dei minerali e altri nutrienti sempre più difficili che portano ad un declino della salute.

Il silicio è come abbiamo detto importante per le articolazioni e per le cartilagini quindi dobbiamo mantenere i livelli alti di questo minerale che aiuta i tessuti connettivi. Inoltre serve per la tonicità ed elasticità dei vasi sanguigni e per la salute della pelle, delle unghie, dei denti, delle gengive e dei capelli.

A livello specifico sulle articolazioni il silicio diventa indispensabile per mantenere e proteggere la cartilagine e le stesse articolazioni che con il tempo rischiano di diventare sempre più rigide. Il silicio infatti aiuta a rinforzare le cartilagini articolari e protegge i dischi intervertebrali permettendo così una salute completa dell'apparato articolare del nostro corpo.

Anche in caso di dolore alle articolazioni e persino a livello muscolare il silicio è indicato soprattutto quando viene anche associato ad altre sostanze naturali che portano proprietà rilassanti e calmanti.

 

Assunzione di silicio

Il silicio è facile da assumere perché è solubile in acqua ed è facilmente assorbibile dalle pareti dell'intestino.

Questo minerale non ha accumulo nel nostro corpo ed è anche per questo che con il tempo è più facile andare incontro a carenze visto che lo perdiamo dall'organismo senza tenerne da parte.

In compenso anche se ne assumiamo in quantità maggiori a quelle consigliate non avremo problemi di eccessi da silicio organico. Infatti per il silicio non sono stati evidenziati effetti collaterali nella sua assunzione o anche nel caso di un eccesso di quantità.

Solitamente viene consigliato un integratore naturale a base di silicio organico che può durare 6 mesi per poi sospendere almeno per un mese.

Tra i rimedi più conosciuti vi è l'estratto di tallo dell'alga Lithothamnium calcareum che come dice già il nome è ricca di silicio organico marino. Nei cibi invece potrai trovare il silicio nella segale, nel miglio, nelle patate, nell'orzo, nel grano, nella cipolla, nel aglio e persino nel topinambur.

 

Leggi anche Alimenti ricchi di silicio >>

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio