Articolo

Valeriana in gravidanza: come e quando usarla

La valeriana è una pianta officinale che viene utilizzata per i problemi di insonnia, irrequietezza e ansia e durante la gravidanza e nel momento dell'allattamento la donna può presentare tali disturbi. Vediamo come usare i rimedi a base di valeriana e quando è possibile sceglierla durante la gestazione

Valeriana in gravidanza: come e quando usarla

La valeriana è una pianta officinale che appartiene alla famiglia botanica delle Valerianaceae.

Questa pianta cresce in molte parti del mondo come l’Europa, l’Asia e l’America venendo utilizzata sin dai tempi antichi come rimedio naturale contro l’insonnia, il nervosismo, gli stati di ansia e agitazione.

L’uso di rimedi a base di valeriana è consueto nella medicina tradizionale e persino in gravidanza veniva consigliata nei casi di irrequietezza, insonnia e ansia.

Possiamo dire in linea generale che la valeriana è una pianta sicura se non si abusa nei dosaggi e nel tempo di assunzione degli integratori naturali e dei prodotti fitoterapici.

 

Gli usi della valeriana in gravidanza

La valeriana è utilizzata come leggero calmante con attività distensiva e rilassante per tutto il corpo; permette di aiutare quindi in quei casi in cui non riusciamo ad addormentarci o il sonno è troppo agitato durante la notte.

Inoltre viene consigliata nei casi di irrequietezza, stati d’ansia e nei piccoli attacchi di panico. Non ha effetti collaterali e le avvertenze sono legati all’eventuale interazione con farmaci barbiturici e sedativi, antistaminici perché ne amplifica l’effetto.

Hai giorni nostri però molti prodotti fitoterapici e tanti integratori naturali a base di valeriana riportano sulle indicazioni di non assumere in gravidanza, in allattamento e non indicata per i bambini di età inferiore ai 6 anni. Questa precauzione è stata messa soprattutto per una mancanza di dati sugli eventuali effetti negativi e quindi per avere la massima protezione viene indicato di non assumerla in queste fasi della vita.

Durante la gravidanza se giungesse la scelta di voler prendere un rimedio naturale a base di valeriana sarà bene chiedere il parere del vostro medico e del vostro ginecologo. Questo proprio perché i prodotti a base di valeriana passano attraverso la placenta arrivando al feto o nel latte materno al bambino. Questo non è un problema in condizioni normali anche se resta essenziale la prudenza in questi particolari momento della gestazione e dell’allattamento.

L’effetto della valeriana è comunque molto più sicuro di un eventuale uso di farmaci ansiolitici e sedativi in gravidanza. Questi prodotti farmaceutici di sintesi risultano più pericolosi e hanno maggiori effetti collaterali dell'eventuale utilizzo di rimedi naturali a base di valeriana.

Se le difficoltà di insonnia e gli stati d’ansia e nervosismo sono poco gestibili per la futura mamma sarà quindi meglio aiutarsi con rimedi naturali rispettando i dosaggi e con estrema cautela nell'utilizzo.

 

La valeriana tra le 10 erbe per il sonno

 

Quando usarla in gravidanza

Come abbiamo visto l'uso della valeriana è legato ai disturbi del sonno e agli stati di ansia. Infatti molte donne in dolce attesa hanno problemi legati al sonno e soprattutto risvegli notturni o momenti di estrema stanchezza durante la giornata. Possono anche presentare molte forme di nervosismo e irrequietezza collegate al nuovo stato psicofisico che stanno vivendo che scatena in loro paure, ansie e preoccupazioni.

Per tutte queste problematiche la valeriana è un valido aiuto: infatti la composizione dei suoi principi attivi è ben equilibrata e soprattutto non porta gli effetti collaterali come stordimento e sonnolenza diurna che invece hanno i veri e propri sonniferi.

La valeriana è anche indicata nei problemi dell’apparato gastrointestinale perché ha un azione antispastica che viene utile proprio nei casi di crampi addominali e malesseri intestinali. Anche questi sintomi possono presentarsi in gravidanza e quindi l’uso di rimedi a base di valeriana potrà anche qui alleviare la situazione.

In conclusione possiamo dire che la valeriana è un rimedio sicuro anche se nel particolare momento di gravidanza è consigliabile sempre richiedere il parere del proprio medico e del proprio ginecologo per l’assunzione.

 

Come si usa la valeriana

Della pianta di valeriana vengono utilizzati i rizomi (fusti sotterranei) per la preparazione dei rimedi naturali; infatti da questi solitamente vengono estratti i principi attivi responsabili degli effetti salutari e i migliori prodotti risultanti sono quelli titolati con un minimo di 0,42% di acidi velerenici. Questa percentuale di standardizzazione del prodotto è garanzia della sua efficacia come rimedio salutare.

In caso volessimo utilizzare la valeriana per gli stati d’ansia e irrequietezza sarà bene assumere 2 volte al giorno l’estratto secco, una di mattino e uno di pomeriggio, in modo che sia distribuito l’effetto in tutta la giornata.

Quando vorremo assumerla per aiutare il sonno potremo farlo circa 30 minuti prima di coricarci a letto. L’utilizzo del estratto secco di valeriana vede come dosaggio totale un massimo di 500 mg al giorno e potrà essere protratta l’assunzione sino ad un mese.

La valeriana può essere assunta anche sotto forma di tisana da bere e questo può essere un altro rimedio molto più dolce da poter utilizzare durante la gestazione o l’allattamento.

L’unico inconveniente è il gusto della valeriana: per la maggior parte della persone ha un sapore sgradevole e troppo amarognolo; in questo caso è bene farsi preparare in un’erboristeria specializzata in erbe officinali, una miscela di erbe rilassanti: valeriana, passiflora e melissa. Per preparare la tisana in casa basterà mettere a bollire 200 ml di acqua per poi lasciare in infusione per 10 minuti un cucchiaio abbondante della miscele di erbe rilassanti.

Un buon consiglio è tenere coperto l’infuso per non disperdere i principi attivi volatili e mantenere così tutte le proprietà delle piante. Una volta pronto l’infuso potremo filtrare e addolcire a piacere. Una o due tazze al giorno saranno il dosaggio consigliato per allontanare i malesseri.

 

La valeriana tra gli ingredienti per le tisane per dormire


Per approfondire:

> Gli effetti collaterali della valeriana

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio