Articolo

Vaginosi Batterica: sintomi e principali rimedi

La vaginosi batterica è un'infezione vaginale, causata da una carica batterica. La prevenzione è la miglior cura, ma in caso sia stata contratta il rimedio è farmacologico, ahimé serve l'antibiotico!

Vaginosi Batterica: sintomi e principali rimedi

Quando parliamo di vaginosi batterica parliamo di infezione vaginale, che può essere causata da vari fattori:


Alterazione della flora batterica vaginale generalmente ricca di lattobacilli e modificazione del pH che dovrebbe essere leggermente acido per mantenere l’ambiente protetto dall’attacco dei batteri.

> presenza di batteri patogeni come la Gardnerella Vaginalis, principale causa delle vaginosi e che predilige gli ambienti alcalini.

rapporti sessuali non protetti e promiscui mettono a repentaglio la salute vaginale. Lo sperma può inibire l’apporto probiotico dei lattobacilli e indebolire così la flora batterica.

>  cure farmacologiche a base di antibiotici depauperano flora batterica intestinale e vaginale.

> scorretta igiene intima, con detergenti troppo aggressivi, che attaccano la naturale protezione delle parti sia interne sia esterne.

 

Leggi anche Prurito intimo, rimedi naturali per alleviarlo >>

 

Sintomi della Vaginosi batterica

I sintomi sono spesso confondibili con altre patologie che riguardano l’apparato vaginale. E’ quindi opportuno chiedere la diagnosi del ginecologo e non affidarsi ad una sorta di autolettura che potrebbe portare all’utilizzo di rimedi da banco errati, che non risolvono la problematica, ma anzi possono addirittura innescare recidive sempre più aggressive.

I sintomi principali della vaginosi batterica sono:

> Perdite vaginali biancastre, spesso abbondanti e gelatinose

> Cattivo odore vaginale provocato dal catabolismo di aminoacidi come la cadaverina e la putrescina

> Possibili pruriti, anche se generalmente sono ascrivibili soprattutto ad un’infezione di natura fungina

 

Rimedi contro la Vaginosi Batterica

E’ fondamentale affidarsi al proprio ginecologo per un’accurata diagnosi. Generalmente la vaginosi batterica richiede l’uso di specifici antibiotici.

Esiste tutta una serie di rimedi da assumere sia per bocca sia da applicare localmente e nel caso anche il partner deve sottoporsi allo stesso trattamento.

Possiamo prevenire l’insorgenza di un ambiente atto ad accogliere batteri patogeni con una corretta igiene intima, utilizzando prodotti non aggressivi che mantengano il giusto grado di acidità del pH.

Non utilizziamo irrigazioni per la detersione interna perché depauperano la flora vaginale e possono trasformasi in conduttori degli agenti patogeni verso l’utero.

La biancheria intima deve essere di cotone o fibre naturali, evitiamo slip sintetici che possono provocare irritazioni e pruriti.

Favoriamo l’utilizzo ciclico di probiotici per aumentare la quota di batteri buoni ad arricchire la flora batterica intestinale e vaginale.

L’uso del profilattico protegge oltre che da malattie sessualmente trasmissibili anche dall’alterazione del pH vaginale da acido a basico dovuto allo sperma.

 

Leggi anche Candidosi, sintomi, cause e tutti i rimedi >>

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio