Articolo

Maculopatia, di cosa si tratta e sintomi

La maculopatia è una malattia degenerativa che progressivamente causa una visione distorta e offuscata della porzione centrale della retina. Alcune forme sono curabili altre purtroppo non ancora.

Maculopatia, di cosa si tratta e sintomi

La parte centrale della retina è detta macula e ne sentiamo spesso parlare quando questa parte viene intaccata da una malattia degenerativa detta appunto maculopatia.

Di cosa si tratta? E’ la compromissione fino alla totale perdita della vista centrale in entrambi gli occhi, tanto da limitare gravemente la capacità visiva, che si riduce solo a quella laterale.

Ci sono varie forme di maculopatia, la più diffusa è la Maculopatia senile ed è da degenerazione dovuta all’età.

Si distinguono due forme:

> maculopatia secca per cui la retina si assottiglia a causa dell’atrofia progressiva delle cellule visive. E’ caratterizzata da depositi giallastri tra la retina, detti drusen. In questo caso la compromissione visiva è limitata, ma progressiva nel tempo.

> maculopatia essudativa caratterizzata dalla produzione di fattori di crescita vascolare che generano vasi anomali che essudano e trasudano siero o sangue e causano la formazione di cicatrici. Questo fenomeno viene definito neovascolarizzazione coroidale e questi vasi si formano sotto la retina. Esiste anche una maculopatia essudativa definita vascolopatia polipoidale caratterizzata da sanguinamenti sotto la retina che causano il sollevamento dell’epitelio pigmentato.

Il Pucker maculare è una forma di maculopatia che vede la formazione e crescita di una membrana nella parte interna della retina e causa una visione distorta delle immagini, come di un cellophane sull’occhio.

 

Leggi anche Le vitamine per gli occhi >>

 

Come diagnosticare la Maculopatia

Il sintomo tipico della maculopatia è la metamorfopsia, cioè la visione distorta di tutto ciò che è dritto, porte, gradini, righe di libri e giornali.

Anche i colori non vengono percepiti in maniera corretta, appaiono sbiaditi, senza contorni e definizione.

Il test accreditato per verificare l’insorgenza o il grado di gravità della maculopatia è il test di Amsler. Si tratta di una griglia quadrettata con un punto centrale. Se il punto centrale appare distorto o si percepiscono interruzioni inesistenti alle righe significa che vi è un problema che riguarda la visione centrale della retina. 

A questo test devono quindi seguire esami diagnostici più approfonditi come la tomografia e l’angiografia specifici.

Il test è consigliato comunque dopo i 50 anni, a chi soffre di miopia grave, qualora un occhio sia già affetto da maculopatia, in caso siano stati riscontrati fattori di rischio o si riscontrino, ad una semplice vista, la presenza di accumuli sierosi gialli, i drusen.

 

Leggi anche Cure naturali per gli occhi >>

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio