Articolo

Stress o insonnia: quando assumere valeriana

La radice di valeriana è un rimedio naturale sicuro per combattere stress, ansia e insonnia.
Tra le tante preparazioni erboristiche a base di valeriana, la valeriana in compresse sembra essere preferibile rispetto ad altre.

valeriana-compresse

Credit foto
©Marilyn Barbone -123RF

Cos’è la valeriana e perché si usa

La valeriana è una pianta erbacea perenne comune nelle aree boschive e umide e nei prati, che appartiene alla famiglia delle Valerianaceae.

Esistono diverse specie di valeriana, ma quella ufficiale per la Farmacopea europea e utilizzata anche in Italia è la Valeriana officinalis.

La droga della valeriana è costituita dagli organi sotterranei della pianta, dunque dal rizoma, dalle radici e dagli stoloni, che vengono raccolti in autunno e in primavera ed essiccati.

La valeriana contiene olio essenziale e iridoidi chiamati valepotriati, oltre a lignani, alcaloidi e aminoacidi: tutte queste sostanze concorrono in modo sinergico all’azione sedativa della valeriana.

La valeriana, il cui nome significa “star bene”, è infatti ampiamente impiegata nel trattamento dell’insonnia e dello stress e risulta efficace anche nei disturbi ansiosi.

La radice di valeriana può essere assunta in diversi modi tra cui sotto forma di infuso, estratti acquosi, idrolalcolici o compresse.
 

Valeriana in compresse per affrontare lo stress

Lo stress è definito come una reazione non specifica del nostro organismo a uno stimolo esterno o interno che, a causa della sua intensità e durata, attiva una risposta che ha l’obiettivo quello di ritrovare l’equilibrio psico-fisico.

In seguito a un evento stressante, che può coinvolgere il corpo o la sfera mentale ed emotiva, il nostro corpo risponde inizialmente con una fase di allarme che attiva il sistema nervoso simpatico e porta a un aumento di produzione di adrenalina e noradrenalina.

Come conseguenza, le pupille si dilatano, la frequenza cardiaca aumenta, i muscoli entrano in tensione e si possono verificare spasmi a livello del sistema gastrointestinale.

Una risposta di questo tipo è quella che il nostro corpo mette in atto, ad esempio, prima di un esame, di un colloquio di lavoro o di un altro avvenimento che ci pone sotto stress.

Eventi stressanti che si prolungano nel tempo possono invece portare a una fase di resistenza o adattamento, con un aumento dell’attività dell’asse ipotalamo-ipofisi-surrene che porta a una maggior produzione di ormoni steroidei.

Il perdurare di situazioni stressanti e una risposta allo stress inadeguata, può far sopraggiungere malattie.

Per combattere la risposta allo stress può essere utile assumere ad esempio valeriana in compresse per la sua azione sedativa, ansiolitica e antispasmodica.

La valeriana è infatti in grado di aumentare la risposta inibitoria del sistema nervoso simpatico, calmando l’agitazione, la sensazione di ansia e i crampi addominali spesso associati allo stress.
 

Insonnia: dormire meglio grazie alla valeriana

L’insonnia è un disturbo del sonno che provoca una serie di problematiche che includono la difficoltà ad addormentarsi, i risvegli precoci o frequenti durante la notte e l’inversione del ritmo sonno-veglia.

Si tratta di una condizione che interessa almeno la metà della popolazione e che può verificarsi sporadicamente o in modo continuo. In quest’ultimo caso, l’insonnia può compromettere l’efficienza psico-fisica durante la giornata provocando stanchezza, irritabilità, nervosismo, difficoltà a rimanere concentrati.

La valeriana è una delle piante più studiate ed utilizzate nel trattamento fitoterapico dell’insonnia.

L’assunzione prolungata di preparati a base di valeriana sono in grado di migliorare la durata e la qualità del sonno, senza però provocare la sonnolenza diurna data dalla maggior parte dei farmaci comunemente utilizzati per curare l’insonnia.
 

Come e quando assumere la valeriana

Come abbiamo visto, la valeriana è efficace nel combattere la risposta eccessiva del nostro organismo allo stress per la sua azione calmante e sedativa.

La valeriana può dunque essere assunta in caso di stress, ansia e nervosismo e per indurre il sonno in modo naturale senza strascichi spiacevoli al risveglio o durante il corso della giornata.

In queste situazioni, la valeriana può essere assunta in diversi modi: in commercio è infatti possibile reperire la valeriana essiccata per la preparazione di infusi oppure preparati a base di valeriana tra cui la tintura madre e formulazioni solide di valeriana in compresse.

Poiché i valepotriati sono composti instabili in soluzione acquosa la forma preferibile risulta quella della valeriana in compresse, preferibilmente gastroresistenti.
 

Valeriana: dosaggi e associazioni

Come abbiamo visto, la valeriana può essere assunta in caso di stress, ansia e insonnia sotto forma di preparazioni liquide o solide come infusi, tintura madre e compresse.

Per quanto riguarda l’infuso, questo si prepara con 1-3 grammi di radice di valeriana essiccata, spesso in associazione a passiflora, tiglio e melissa, quest’ultima utile anche a migliorare il sapore della tisana.

Il dosaggio per la tintura madre di valeriana è invece di 20 gocce tre volte al giorno come rilassante e di 40 gocce prima di andare a dormire in caso di insonnia.

La valeriana in compresse risulta particolarmente efficace rispetto ad altre preparazioni, poiché i composti presenti nella radice risultano più stabili nelle forme solide.

Esempi di valeriana in compresse sono Valeriana System e Valeriana System Forte di Sanifarma, due diverse formulazioni utili a combattere gli stati ansiosi e i disturbi del sonno. Entrambi i prodotti sono a rapido rilascio, così da agire in pochi minuti per ritrovare la calma e conciliare il sonno.

Le compresse Valeriana System contengono 45 milligrammi di estratto secco titolato di radice di valeriana e vitamina B6, che ne potenzia l’effetto poiché migliora l’assorbimento del Triptofano, aminoacido che favorisce il rilassamento.

Per ridurre l’ansia e favorire il riposo si assumono una o due compresse al bisogno o prima di andare a dormire: Valeriana System ha infatti effetto in circa otto minuti dall’assunzione.

Valeriana System Forte contiene invece un dosaggio maggiore di estratto secco titolato di radice di valeriana, la più alta concentrazione di valeriana sul mercato, pari a 300 milligrammi, a rapido rilascio: è consigliato in caso di situazioni che causano forte ansia e stress e per favorire il sonno, assumendone una o due compresse al bisogno o prima di andare a dormire.

Gli effetti benefici delle compresse di valeriana sulla qualità del sonno sono in ogni caso apprezzabili dopo un’assunzione prolungata: in genere il miglioramento dell’insonnia si verifica dopo circa quindici giorni.

Le compresse di valeriana sono prodotti naturali, privi di effetti collaterali di rilievo ai dosaggi consigliati e la cui assunzione non pregiudica lo svolgimento delle attività quotidiane, inclusi il lavoro, lo studio e la guida.