Articolo

Calcoli biliari: cosa mangiare?

L'alimentazione è fondamentale in caso di calcoli biliari; vi sono cibi consigliati e altri da evitare assolutamente ed è molto utile conoscerli

Calcoli biliari: cosa mangiare?

Il cibo, lo sappiamo bene, può influenzare pesantemente il nostro stato di salute.

Avete mai provato a mangiare solo fritti o solo dolci per una settimana tutti i giorni? Come state alla fine?

Parimenti, l'alimentazione sana può aiutare a stare meglio. Lo stesso vale, nello specifico, anche per la salute dei singoli organi.

In caso di calcoli biliari, soprattutto, il cibo è l'ago della bilancia tra stare bene e stare male.

Cosa mangiare e cosa non mangiare in caso di calcoli biliari? Proviamo a scoprirlo.

 

Calcoli biliari: cosa mangiare

I consigli alimentari in caso di calcoli biliari prevedono

  1. una diminuzione del peso, in caso di sovrappeso,
  2. una buona dose di fibre e di acqua da bere,
  3. attività fisica regolare, 
  4. 3 pasti al giorno più due spuntini a metà mattina e a metà pomeriggio.

Attenzione però al dimagrimento eccessivo e troppo veloce, che può scatenare crisi di calcoli biliari.

 

Cosa mangiare in caso di calcoli biliari

Gli alimenti consentiti quando si soffre di calcolosi biliare sono:

  • Cereali (pasta, pane, riso, cereali in genere, integrali)
  • Latte e yogurt, magri
  • Carne bianca magra
  • Ricotta, fiocchi di latte, formaggio quark, meglio se di capra, una o due volte la settimana
  • Frutta (2 frutti al giorno)
  • Verdure a piacere
  • Condimenti: olio extravergine di oliva

 

Calcoli biliari: cosa non mangiare

In generale, per prevenire i calcoli biliari bisogna evitare i cibi ricchi di grassi saturi (prevalentemente di origine animale), evitare i pasti troppo abbondanti e i piatti molto conditi, che rischiano di scatenare coliche.

Quanto agli alimenti, ecco quelli da evitare assolutamente:

  • Uova, il tuorlo in particolare
  • Superalcolici
  • Latte e derivati interi
  • Panna
  • Fritti (cotolette, frittate, crocchette etc.)
  • Carne grassa
  • Crostacei, cozze e vongole
  • Insaccati
  • Olive
  • Salse
  • Creme

 

Calcoli biliari: cosa sono

I calcoli biliari sono formazioni solide costituite principalmente da colesterolo, sali biliari e bilirubina.

La loro formazione all’interno della cistifellea o colecisti, avviene a causa dell’eccesso di queste sostanze oppure in caso di ostruzioni ai dotti biliari che impediscono il corretto flusso della bile, favorendo la sua solidificazione.

Quando i calcoli biliari si spostano lungo i dotti biliari si verificano dolorose coliche.

 

Il dolore al fegato può essere causato da calcoli biliari: ecco perché

 

Per approfondire:

> Calcoli renali: sintomi, cause, tutti i rimedi