Articolo

Legambiente: cosa fare per sostenerla

Legambiente dal 1980 monitora, informa e interviene su temi ambientali del nostro paese. Le sue attività sono oggi più che mai indispensabili, e necessitano di volontariato e sostegno per continuare.

legambiente

Credit foto
©Fb Legambiente (progetto Goletta verde)

Legambiente: XI congresso nazionale a Napoli

Trent'anni di attività e tanta voglia di crescere. In occasione dell'XI congresso di Legambiente a Napoli sono stati ripercorsi i traguardi di un lungo percorso e sono stati illustrati i nuovi progetti in atto, oggi come non mai, urgenti e preziosi. 

 

È il tempo del coraggio anche per l’ambientalismo italiano. Bisogna continuare a lavorare per far modificare gli stili di vita ai cittadini in chiave sostenibile, sapendo che tutto questo è necessario ma non sufficientePer continuare a chiudere centrali a fonti fossili, come sta avvenendo in tutta Italia, servono tanti nuovi parchi eolici, a terra come in mare, tanti nuovi impianti fotovoltaici e occorre scommettere sul solare termodinamico, oltre al potenziamento degli impianti già esistenti, alla realizzazione degli accumuli e delle nuove reti elettriche a servizio del sistema elettrico diffuso. Lo stesso si può dire di quello che serve per far avanzare l’economia circolare italiana ha dichiarato nella relazione introduttiva Stefano Ciafani, Presidente nazionale di Legambiente e ingegnere ambientale. 

 

“L’Italia è a un bivio. Per imboccare la strada giusta serve armarsi di forza e di coraggio". 

 

Cosa fa Legambiente

L'associazione parte de un dato imprescindibile: informare. La rete di campagne per informare, educare, coinvolgere e indirizzare, è fitta più che mai, e porta con sé anche l'inderogabile obiettivo di formare una cultura di rispetto dell'intero ecosistema, tramite progetti all'interno delle scuole o nei campi di volontariato. 

 

“Noi continueremo a essere l’associazione della citizen science (il contributo dei cittadini alla conoscenza dei problemi ambientali e alla loro risoluzione), quella che nella metà degli anni ‘80 monitorava le acque marine e lo smog prima ancora delle istituzioni e che da qualche anno fa la stessa cosa con i rifiuti abbandonati consapevolmente e colpevolmente nell’ambiente e che finiscono in mare e sulle spiagge”.

 

Ci sono poi i progetti concreti sostenuti e patrocinati da Legambiente che, in questi anni, hanno abbracciato diverse iniziative: da Goletta Verde, impegnata, fin dai primi anni dalla nascita dell'associazione, nella difesa del territorio marino e costiero mediterraneo, fatta da volontari ed esperti in materia di ecosistemi marini; il più recente Clean Sea Life, che monitora la situazione dei rifiuti rinvenuti nei mari e si impegna in iniziative di pulizia materiale di spiagge e coste. E moltissimi altri

 

Le sedi nazionali disseminate su tutto il territorio sono oltre un migliaio, e più di 100.000 i sostenitori. Legambiente è sempre più capillare e può raggiungere chiunque. 

 

Come sostenere Legambiente

“Noi continueremo a essere quelli che vogliono cambiare il mondo in cui viviamo, tessendo reti e costruendo alleanze”.  

 

Per sostenere Legambiente ciascuno di noi può fare qualcosa, a seconda delle proprie disponibilità economiche, di tempo e di competenze. 

 

Tesseramento e donazioni

Il sostegno più semplice deriva dal tesseramento e dalle donazioni: diventare soci e donare è facile, si può fare direttamente da casa, e si può donare a seconda delle proprie possibilità, anche se modeste. In questo modo si permette all'associazione di destinare i fondi nei progetti più bisognosi e più urgenti. 

 

Volontariato

Un altro modo per sostenerla è invece quello di mettersi di persona a fare del volontariato: c'è il volontariato che dura una o due settimane, organizzato in campi tematici e dislocati sul territorio, oppure c'è un volontariato più a lungo termine che si occupa sopratutto di iniziative all'estero. Il volontario può mettere a disposizione non solo il proprio tempo e il proprio impegno, ma anche specifiche competenze tecniche. 

 

Aprire un circolo Legambiente

È possibile poi collaborare con Legambiente in un ambito più organizzativo e incentrato sul territorio di appartenenza, aprendo un circolo Legambiente: in questo modo si inserisce la realtà di questa associazione all'interno della propria città e delle specifiche esigenze ambientali. 

 

Vi è infine la possibilità di sostenere Legambiente in modo più strutturato, in quanto azienda: abbracciare il cambiamento verso una produttività più sostenibile passa proprio da queste iniziative singole e personali, che possono però fare la differenza per tutti. 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio