Articolo

I 12 principi di permacultura

In permacultura esistono 12 principi di base che sostengono il modello permaculturale. Ogni principio viene considerato prima di qualsiasi progettazione e intervento in permacultura. Andiamo a conoscere questi 12 fondamenti permaculturali

I 12 principi di permacultura

La permacultura è un modello di progettazione e organizzazione di attività agricole e non che vuole sviluppare un sistema ecologico permanente, nella massima efficienza (senza sprechi) per l’uomo, gli esseri viventi e l’ambiente.

Il concetto di permacultura nasce prima come agricoltura permanente e poi come cultura permanente in un ambiente. Negli anni 70 il fondatore di tale concetto, Bill Mollison, comincia a creare, sperimentare e diffondere la progettazione secondo i principi della permacultura.

Le tre sfere di competenza che la permacultura mette in primo piano sono:
 la cura per la terra
• la cura per le persone
• la condivisione delle risorse
(stabilire dei limiti al consumo e redistribuire il surplus).

Questi tre intenti sono alla base di tutta la permacultura e vengono sviluppati nei 12 principi guida. Andiamo a conoscerli.

 

Leggi anche 4 viaggi per imparare la permacultura >>

 

1. Osserva e interagisci

Come primo principio la permacultura pone di osservare e poi intervenire sulla situazione e sull’ambiente. La frase che sostiene questo principio è “la bellezza è negli occhi di chi guarda”.

2. Raccogli e conserva energia

Come secondo principio la permacultura ricorda di preservare, raccogliere, accumulare e mantenere più energia possibile nel sistema. La frase che rappresenta questo principio è “prepara il fieno finché c’è il sole”.

3. Assicurati un raccolto

Il terzo principio della permacultura è il proposito di attuare tutti quei comportamenti, tutte le pratiche e le azioni che portano a una fruttificazione, ad un raccolto. La frase che rappresenta tale principio è “non si può lavorare a stomaco vuoto”.

4. Applica l’autoregolazione e accetta il feedback

Come quarto principio la permacultura vuole apprendere l’autoregolazione grazie alla risposta di ritorno dall’ambiente e dall’ecosistema in totale che manda il segnale positivo o negativo dopo un intervento.

La frase che racchiude questo principio è “i peccati dei padri ricadranno sui figli sino alla settima generazione” e sta quindi a indicare che qualsiasi atto, modificazione e intervento avrà delle modificazioni per il futuro.

5. Usa e valorizza risorse e servizi rinnovabili

Come quinto principio la permacultura propone di valorizzare e utilizzare le risorse e i servizi rinnovabili interni al sistema e la frase che racchiude questa idea è “lascia che la natura faccia il suo corso”.

6. Non produrre rifiuti

Il sesto principio della permacultura è molto immediato: la non produzione di scarti e rifiuti, ogni cosa è nel ciclo e rimane al suo interno come risorsa da gestire e utilizzare. La frase che rappresenta tale principio è “un punto a tempo ne risparmia 100”.

 

Che legame ci può essere tra il teatro e la permacultura?

 

7. Progetta dal modello al dettaglio

Come settimo principio la permacultura propone il proposito di valutare tutta la progettazione nel suo intero insieme e anche nel più piccolo particolare e nelle sue modificazioni e sviluppi nel futuro.

La frase che indica tale principio è “gli alberi non sono la foresta” e possiamo ben intendere che tutto è legato agli altri elementi e ogni entità compone il quadro generale.

8. Integra invece di separare

Come ottavo principio la permacultura vuole far in modo che ogni intervento sia integrato e collegato nel contesto senza frammentazione o separazione con le altre parti del sistema. La frase che espone tale concetto è “molte mani rendono il lavoro leggero”.

9. Piccolo e lento è più bello

Come nono principio la permacultura ci propone di riscoprire la bellezza delle piccole cose, dei cicli che scorrono al loro proprio tempo armonico e nei dettagli e nelle sfumature si può rivedere la bellezza del cosmo.

La frase che rappresenta questo principio è “più sono grossi più rumore fanno cadendo”. Potremmo aggiungere “chi va piano va sano e va lontano”.

10.  Usa e valorizza la diversità

Come decimo principio la permacultura individua nella diversità il punto di forza perché proprio dall’unicità e dalla singolare specificità si possono avere le innumerevoli possibilità di riuscita in un ecosistema integrato.

La frase che indica tale principio è “non mettere tutte le uova nello stesso paniere” visto che se sono tutte uguali è facile che si rompano tutte.

11.  Usa e valorizza il margine

Come undicesimo principio la permacultura pone l’attenzione sul margine che è la zona di passaggio da un ambiente ad un altro ma anche il simbolo tra due entità differenti che proprio lungo la zona di confine si mischiano e creano più diversità.

La frase che rappresenta tale principio è “smetti di pensare di essere sulla buona strada solo perché è la più frequentata”.

12.  Reagisci al cambiamento e usali in modo creativo

Come dodicesimo principio la permacultura vuole spronare le persone a diventare resilienti cioè di sviluppare la capacità di modificarsi e adattarsi ai mutamenti e di farlo in un modo creativo e positivo.

La frase che racchiude il principio è “bisogna imparare a vedere le cose non solo come sono ma anche come saranno”.

 

Può interessarti anche l'intervista a Massimo Giudetti, sostenitore della permacultura e dell'orto sinergico

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio