Articolo

I segreti per viaggiare low budget

Pochi accorgimenti, un buon uso di internet e tanto spirito di adattamento ci possono permettere di viaggiare low budget, il che significa viaggiare più a lungo ed incontrare altre persone come noi, magari condividere con loro tratti di viaggio (risparmiando ulteriormente) ed imparare un sacco di cose.

I segreti per viaggiare low budget

Per molti è solo un hobby, per altri un modo di fare esperienze nuove ed ampliare i propri confini mentali, per altri ancora si tratta solo di evadere temporaneamente dalla routine con una vacanza, poi ci sono quelli per cui viaggiare è una necessità inspiegabile dell’anima.

I motivi per viaggiare sono infiniti e altrettanto lo sono i modi per farlo, ma alcuni di essi sono assai costosi, specie in paesi particolari e soprattutto se non si è degli esperti nella pianificazione dei viaggi e delle vacanze e ci si limita agli itinerari e ai pacchetti turistici proposti dalle agenzie di viaggio.

Viaggiare richiede creatività, senso di adattamento e un minimo di studio già nella prima fase di programmazione.

Come sappiamo tutti, le spese maggiorni quando si parla di viaggiare riguardano l’andata e il ritorno verso il paese da visitare, l’alloggio, il cibo, i trasporti interni.

Altre spese come quelle relative ai visti e alle spese consolari sono inevitabili e non negoziabili.

 

Come risparmiare sui biglietti aerei

Comiciamo con le spese di viaggio. A conti fatti al giorno d’oggi volare con l’aereo è il mezzo più conveniente, tranne che in rari casi. Compagnie aeree low cost sbucano su internet come funghi ogni giorno.

Internet è proprio il luogo adatto per le nostre ricerche perché, dopo aver letto dei feedback e appurato la bontà di una compagnia aerea, comprare il biglietto online ci permette di evitare le spese dell’agenzia di viaggio.

Il che vuol dire rinunciare a qualche servizio ma se stiamo cercando una soluzione low budget, tutto questo fa al caso nostro.

A parte i siti ufficiali delle compagnie di viaggio esistono diversi motori di ricerca per i voli.

Quali preferire? Ogni piattaforma ha pro e contro. Primo punto è conoscere le commissioni del sito e le tasse.

Alcune piattaforme, come Expedia, hanno commissioni chiare e basse, altre come Edreams sono meno chiare e le tasse possono arrivare fino a 50 euro.

Da valutare poi il numero di agenzie vagliate: mentre Vayama valuta un numero altissimo di voli, Expedia non valuta le compagnie low cost.

La facilità nella ricerca è un altro fattore importante: Google Flight è il più semplice, mostrando contemporaneamente i prezzi di due mesi.

Da valutare bene dettagli come i costi di cancellazione, il tipo di carta accettata per i pagamenti, e la trasparenza su quanti chili di bagaglio portare e, soprattutto, l’assistenza clienti.

Ultimi due consigli: cercare siti specifici per offerte last minute come Pirati in viaggio ed informarsi sulle migliori stagioni per quanto riguarda i prezzi: ogni nazione ne ha una diversa.

 

Leggi anche Consigli per viaggiare in famiglia >>

 

Risparmiare sull'alloggio

Per quanto concerne l’alloggio, visto che il modo più low budget di viaggiare è il famoso “zaino in spalla”, senza dubbio il modo più economico è il couchsurfing.

Siti come Couchsurfing e Hospitality Club sono piattaforme in cui creare un profile registrato, offrire alloggio gratuito ad altri viaggiatori come noi e richiedere lo stesso servizio durante i nostri viaggi.

Si tratta di piattaforme piuttosto sicure per via del sistema di feedback incrociato che rivela la bonta’ di chi ci ospita.

Questi siti, specie il primo, sono diffusi in tutto il mondo, e grazie a questi possiamo evitare di spendere molti soldi se dobbiamo passare un notte ad Almaty, a Urumqi, a Maputo o a Paramaibo.

Ovviamente bisogna essere pronti a vivere da ospiti, e non da clienti di hotel, non pagando, rinunciamo al diritto di lamentarci e di avanzare richieste ai proprietari di casa.

Proprio per quanto riguarda la casa, oggi Airbnb è la soluzione più di moda, grazie ad un ottima reputazione creatasi col passaparola. In questo modo possiamo affittare una stanza in una casa privata (o una casa intera) anche per pochi giorni a prezzi estremamente concorrenziali, un po’ ovunque in giro per il mondo.

Esistono poi molti siti di house-swap, ovvero scambiarsi la casa per un dato periodo. Sono metodi che funzionano benissimo se sapete l’inglese e se avete una casa da scambiare in un posto ben locato.

 

Risparmiare su cibo e trasporti

Cibo e trasporti interni sono materie un po’ più complesse non facili da organizzare in anticipo.

Per quanto ruguarda il cibo, spesso risparmiare non è la soluzione migliore: viaggiando avremo bisogno di tenerci in forma e mangiare cibo decente e inoltre il cibo è un collante sociale, spesso offrire uno snack a qualcuno può aprirci molte porte insperate.

Venendo ai trasporti, è noto che il mezzo più economico per viaggiare è il bus, ma in molti paesi questo è complicato dalla lingua o dall’alfabeto.

Complicato ma non impossibile: mappa alla mano, viaggiare (anche sbagliando…) in bus ci permetterà di stare in contatto con le persone del luogo, fare due chiacchiere, imparare e farsi dare consigli. I

bus per sleepers sono anche la soluzione economica per i lunghi viaggi, da tenere a mente.

 

Leggi anche 4 viaggi per imparare la permacultura >>

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio