Articolo

La bellezza del lago Trasimeno

Nel cuore del cuore dell'Italia sorge il lago Trasimeno, quarto per dimensioni ma tra i primi per bellezza. Bellezza naturale, bellezza artistica, bellezza storica e bellezza architettonica. Adesso sapete cosa visitare se passate per l'Umbria.

lago-trasimeno

Credit foto
©Massimo Discepoli -123rf

Storia del lago Trasimeno

Al confine tra due magnifiche regioni come la Toscana e l’Umbria (alla quale appartiene), troviamo il meraviglioso lago Trasimeno, che ebbe origine quando il mare si ritirò da quella regione centroitaliana e che fin da allora offre un vasto (128 km2) ecosistema per la vita animale e umana, essendo il quarto lago più grande d’Italia.

Già gli etruschi frequentavano le sponde del lago Trasimeno, e, da allora, pur sfruttandone i benefici, si combatteva con la malaria generata dalle zanzare che trovavano ideale le acque calme del lago. Solo con l’introduzione di numerose specie di pesci che predano le larve di zanzara la situazione è divenuta florida e la bellezza del lago può essere goduta appieno.
 

Borghi e isolotti

Oggi il lago Trasimeno ha molto da offrire al turista ed al viaggiatore di passaggio, e di questo lago del Centro Italia, nel cuore verde della penisola, si parla anche in molti siti in lingua straniera.

Essendo un bacino endoreico (un bacino le cui acque non hanno sbocco verso il mare), non ha alcun emissario, ma solo piccoli specchi d’acqua e paludi collegate a sé.

Attorno al suo perimetro sorgno piacevoli località: Badiaccia, Tuoro sul Trasimeno, Pssignano sul Trasimeno, Torricella, San Feliciano, San Savino, Sant’Arcangelo, ed il Parco Regionale del Lago Trasimeno.

Dalla sua superficie invece sorgono tre isolotti:

  1. Isola Polvese, deidicata alla ricerca scientifica;
  2. Isola Maggiore, abitata da una ventina di residenti;
  3. Isola Minore, col suo boschetto dove vivono i cormorani.
     

Spiagge, colline e arte

Ovviamente un tale gioiello offre numerose opportunità di piacevole villeggiatura a chi è interessato. Sulla costa del lago Trasimeno troviamo ben 9 spiagge differenti, tutte attrezzate con ombrelloni, sdraio, bar, bagni, barchette. Generalmente questi servizi sono utilizzati nel week end da turisti che negli altri giorni della settimana spendono il loro tempo godendo dei tesori storici ed artistici dell’Umbria (Perugia, Assisi) e della bassa Toscana.

Le acque basse (mai più profonde di circa 6 metri) di colore blu intenso, fanno da perfetto contrasto ai campi di girasoli, alle colline ricche di cipressi, ai i vigneti ed ai borghi con tanto di castelli e rocche che circondano il lago.
 

Cosa fare, cosa mangiare, dove dormire

Un ulteriore motivo per visitare il lago Trasimeno è la cucina locale: questa micro regione vanta piatti ottimi e attorno al lago sorgono alcuni dei migliori ristoranti della zona.

Vino, pesce, formaggi e olio d’oliva raggiungono qui eccelse qualità. Come detto, grazie ai borghi e al Parco Regionale del Lago Trasimeno, è possibile percorrere stupendi itinerari da fare a piedi, in bici o a cavallo.

Ci sono inoltre molte opportunità di praticare sport ideali per il lago, come windsurf, kitesurf e wakeboard. Lungo le sponde del lago Trasimeno esistono alloggi per tutte le tasche, dal campeggio alla villetta privata.
 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio