Articolo

Risvegliare la pelle e l’umore con l’idroterapia

Due atomi di idrogeno e un atomo di ossigeno formano la molecola dell’acqua, fondamentale per la vita, non solo biologicamente, ma anche da un punto di vista evolutivo. Fin dai tempi antichi, le grandi civiltà sono sorte vicino a corsi d’acqua, imparando ad utilizzarli in ogni modo utile per la loro sopravvivenza. Oggi l’acqua continua ad essere un elemento fondamentale per la nostra vita ed è oggetto di studi e ricerche nel settore del benessere e dell’estetica.

benefici-idromassaggio

Credit foto
©denizo71 -123rf

Dedicarsi al proprio benessere psico-fisico è importante per ognuno di noi. Sfruttare gli innumerevoli effetti benefici e terapeutici dell’acqua è uno dei tanti modi per farlo.

Di certo è uno di quei metodi che permette di unire, in un unico trattamento, molteplici effetti amplificando la sensazione di relax che l’immergersi nell’acqua calda apporta al nostro corpo e alla nostra mente.  

La crenoterapia è l’insieme dei metodi terapeutici che utilizzano l’azione benefica di acque minerali e fanghi. Ne sono un esempio le inalazioni, le insufflazioni, le irrigazioni, ma anche i bagni. In quest’ultimo caso si parla di crenoterapia esterna o balneazione che prevede il bagno in vasca o in piscina di acqua minerale. 


Con “idroterapia” si intende l’utilizzo di acqua, anche indipendentemente dalle sue proprietà farmacologiche, per terapie fisiche attraverso bagni completi o parziali in vasche o docce di vario tipo a temperature diverse. 
 

Idromassaggio: il benefico massaggio dell’acqua

Nella parola “idromassaggio” troviamo il significato di questa pratica: un vero e proprio massaggio effettuato dall’acqua la cui azione può essere di tipo termico o meccanico.

  1. Nel primo caso riscontriamo una stimolazione dei meccanismi di termoregolazione con una conseguente azione a livello della circolazione periferica. 
  2. Le azioni meccaniche sono invece soprattutto quelle del movimento esercitato sulla pelle dall'acqua con l’effetto di un vero massaggio per il nostro corpo che riflette effetti benefici a livello della circolazione e del sistema muscolare.
     

A giovarne è anche il sistema nervoso grazie al rilassamento generato dal massaggio morbido e avvolgente dell’acqua.

 

Effetto sauna: il potente sedativo naturale

Solitamente, le temperature utilizzate per la terapia con bagni vanno dai 37° ai 39°C

Per trarre il massimo dei benefici dall’idroterapia è bene valutare le condizioni di partenza di chi si avvicina a questa esperienza: l’immersione nell’acqua calda esercita un’azione rilassante, leggermente sedativa, di riduzione dei dolori, anche per la riduzione della sensibilità agli stimoli esterni. 


L’utilizzo di acqua calda, anche a temperature leggermente inferiori, 32°-36°C, crea vasodilatazione, rilassamento del tono muscolare, miglioramento del microcircolo ed un effetto di rilassamento generalizzato. 

Temperature molto più alte si possono raggiungere invece con la sauna
Esistono diversi tipi di saune con caratteristiche e proprietà differenti. 

  1. La sauna finlandese ad esempio, che veicola un calore secco, può arrivare a 80°-90°C di temperatura; 
  2. il bagno turco o hammam, invece, a calore umido raggiunge temperature di circa 45° C con un livello di umidità relativa circa del 100%; 
  3. la biosauna, infine, è caratterizzata da temperature più basse, circa 50°C, e umidità relativa fra il 60 e il 70 %. 
     

Il calore della sauna stimola la circolazione sanguigna e la sudorazione con un aumento dell’eliminazione delle tossine. Aumenta l’elasticità della pelle, diminuisce gli inestetismi cutanei. Rilassa la muscolatura, ma anche la mente, migliorando l’equilibrio psico-fisico.

Proprio per le intense proprietà e gli effetti incisivi di tale trattamento, è importante verificare con il proprio medico la possibilità di utilizzare la sauna, scegliendo la tipologia più indicata per le proprie esigenze.

 

Ossigeno e ioni negativi: la tecnologia Microsilk®

L’acqua è una molecola costituita da due atomi di idrogeno e un atomo di ossigeno, legati. Questi 3 atomi sono dotati di cariche elettriche positive e negative, opposte tra loro. L’idrogeno ha una carica elettrica positiva e l’ossigeno ha due cariche elettriche negative. 


Esistono tecnologie, come la tecnologia Microsilk® di Geromin, in grado di creare, grazie allo speciale getto, una nuvola di microbolle di ossigeno all’interno della vasca idromassaggio che contiene i cosiddetti “ioni buoni”.

Questi sono ioni negativi in grado di generare effetti benefici sull’umore migliorando i livelli di serotonina nel cervello. 

Questo getto speciale di ossigeno sulla pelle è in grado di riattivare ulteriormente la circolazione, favorendo il metabolismo cutaneo: la pelle di tutto il corpo risulta illuminata, tonica e idratata.

Un trattamento di questo tipo stimola il processo di antinvecchiamento cutaneo, oltre all’immediato effetto positivo sul sonno e sull’umore. 

Le microbolle prodotte da questa particolare tecnologia, inoltre, rilasciano energia termica intorno al corpo: un particolare “effetto sauna” che apporta benefici sull’attività circolatoria e cardiovascolare.
 

Dove trovare il sistema Microsilk®

Il sistema Microsilk® è disponibile nelle vasche idromassaggio MODE, ERA e ERA PLUS di Hafro, ma anche nella vasca idromassaggio della soluzione integrata OLIMPO di Sauna Vita®.

In particolare, il modello OLIMPO è un hammam, con doccia e vasca idromassaggio integrati che si sommano a un ambiente. 

Il sistema Microsilk® unisce idromassaggio e idroterapia, per questo è considerato una vera e propria immersione nel benessere per corpo e mente.