Articolo

Olio di amla, elisir per i capelli

L’amla ha davvero tantissime proprietà: antiossidante, antinfiammatoria, antimicrobica, etc… ma è utilissimo anche per la salute dei capelli. Vediamo come e perché utilizzare l’olio ricavato da questa preziosa pianta per il benessere della vostra chioma

Olio di amla, elisir per i capelli

Le donne indiane sono famose per i loro bellissimi capelli; non sempre però sono dovuti solo alla generosità della Natura, ma tanta bellezza è spesso frutto di cure costanti e generose, ad esempio attraverso l'applicazione paziente di specifici prodotti, come gli oli.

È piuttosto nota da noi la tradizione di accarezzare i capelli con l’olio di cocco, conosciuto e apprezzato anche in occidente.

Probabilmente meno famoso è un altro utilissimo amico delle chiome, ovvero l’olio di amla, una delle piante più importanti della medicina ayurvedica.

Se questo nome vi suona nuovo, leggete oltre!

 

Olio di amla, da piccoli frutti grandi proprietà per la bellezza dei capelli

Partiamo dal principio: l’amla è il nome comune del più complesso nome scientifico Emblica officinalis, una pianta originaria del subcontinente indiano di cui si utilizzano primariamente i frutti, simili a piccoli acini di uva rotondi e dal colore giallo chiaro. Di sapore sono però assai meno gradevoli, perché particolarmente amari e aspri.

In ogni caso, per i capelli non è necessario ingerirli, ma è sufficiente procurarsi l’olio da essi derivato acquistabile in molti negozi bio, erboristerie e ovviamente online.

Per la medicina ayurvedica l’amla rappresenta un vero toccasana per i capelli soprattutto per migliorarne la crescita e prevenirne l’ingrigimento. È ottima per rinvigorire la pigmentazione e per ritardare la caduta perché agisce come rinforzante e nutriente delle radici.

L’olio di amla ha una funzione anche eminentemente estetica in quanto contrasta le doppie punte e dona luminosità alla chioma. Generico antiossidante e rivitalizzante, sui capelli le sue proprietà si esplicano in modo particolarmente evidente.

L’olio di amla può essere utile, inoltre, in caso di capelli crespi e sfibrati oppure ai cambi di stagione, quando talvolta le chiome appaiono  spente e aride.

Può essere usato anche dalle persone con i capelli grassi o che soffrono di forfora della quale, tra l’altro, è considerato un efficace rimedio.

Condizionatore, lucidante, ammorbidente e rinforzante: un alleato davvero imprescindibile nella cura dei capelli.

 

Olio di amla, coccole a volontà per i vostri capelli!

L’olio di amla può essere applicato sia sui capelli che sul cuoio capelluto. Va tenuto in posa almeno un’ora, meglio se per un tempo maggiore, e può essere usato settimanalmente. Uno shampoo, magari esso stesso all'amla oppure eco-bio, e voilà: i vostri capelli saranno luminosi e morbidissimi.

Se invece volete regalarvi una coccola da mani esperte, questo olio è indicatissimo anche per il massaggio indiano dei capelli: non vi resta che scovare il centro ayurvedico più vicino a casa vostra e affidare le chiome a mani esperte.

 

Coccolati anche con il massaggio ayurvedico alla testa

 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio