Articolo

Onde Delta e cura del sonno

Le onde del nostro cervello variano durante la giornata: quali sono le onde che si attivano durante il sonno profondo? Si tratta delle Onde Delta, di estrema importanza per il processo di guarigione e la salute del sistema immunitario

Onde Delta e cura del sonno

In rete esistono diversi canali dedicati alla riproduzione di onde Delta che durano intorno a un'ora e spesso anche oltre e consentono di portare il cervello su un livello di stress inferiore e spesso vengono consigliate nella fase che precede il sonno.

Vediamo insieme cosa sono le onde Delta e perché attivano un grande potere di guarigione come si spiega nell'ambito della medicina vibrazionale.   

 

Cosa sono le onde Delta

Le onde Delta sono caratterizzate da una frequenza che va da 0,1 a 3.9 hertz. Queste onde caratterizzano gli stadi di sonno profondo senza sogni.

Sullo studio delle diverse onde cerebrali si basano tutti i recenti sviluppi in campo di interfaccia neurale (BCIBrain-computer interface), un mezzo di comunicazione diretto tra un cervello (o più in generale parti funzionali del sistema nervoso centrale) e un dispositivo esterno come un computer.

I diversi livelli di queste onde producono effetti diversi tutti collegati al sistema nervoso: favoriscono il sonno, aumentano l'emotività e l'empatia, rilasciano l'ormone HGH responsabile della crescita di ossa e muscoli, mettono in diretto contatto con l'intuizione.

Ad esempio, a 2Hz ha luogo la rigenerazione nervosa, a 3 quella muscolare, a 3.5 c'è proprio un effetto sul piano della gestione emozionale e sullo stato di energia che spendiamo a livello quotidiano. Le altre onde sono le Beta, prodotte nel momento in cui si legge un articolo come questo, si parla, si ascolta; le onde Alfa, più profonde, prodotte mentre si medita, si cantano dei mantra, si prega, ci si sta per addormentare o per svegliare: le onde Theta, più profonde, sono quelle delle fasi oniriche e dei momenti di massima espressione creativa. 

Per avere questi effetti si possono ascoltare 30 minuti al giorno di suoni bineurali, ma si tratta di fare un'analisi guidata specifica su cosa produce la disarmonia nel corpo, incluse le infiammazioni date da pensieri e alimentazione. Le onde attraversano la materia e non hanno bisogno di un mezzo per viaggiare.


Il caso del gruppo "Onde Delta" e le denunce

Di recente si è conclusa un'indagine avviatasi nel 2013 su otto indagati accusari di aver raggirato centinaia di persone per tutta la penisola italiana. Gli articoli comparsi on line parlano quasi di estorsione di denaro dovuta a forme di plagio, suggestione e persuasione illecita. Il gruppo di otto aveva preso il nome di Onde Delta, la cui sede era nella zona di Pesaro ma operante in tutta Italia e anche all'estero. Il nome non era stato scelto a caso: l'attività del gruppo era tutta incentrata sulla riattivazione delle onde delta come mezzo di guarigione.

I membri del gruppo sono stati accusati di aver estorto denaro e convinto persone con patologie di varia natura a sospendere l'uso di farmaci. A capo di questo gruppo, un ex architetto, Lucia Dettori, che operava insieme al suo compagno e ad altri 6 collaboratori. Le indagini sono durate due anni e qui trovate la spiegazione della Dettori sulle onde Delta, la genesi del progetto, la natura del ripristino dell'equilibrio emozionale e non solo. In sintesi, scegliendo la scia quantica, si orienterebbe la propria vita, si lavorerebbe la propria energia in modo differente. Sono stati accusati di aver costituito associazione a delinquere finalizzata all’esercizio abusivo della professione di medico, psicologo e psicoterapeuta

A guardare i video dell'architetto si comprende come la ricerca sia partita da un fattore personale, una vicenda di vissuto. Da lì è iniziata la stesura di manuali, la progettazione di un corso. La legge si è espressa e molti degli articoli che circolano in rete evidenziano le cifre spese dai clienti, il movimento di denaro generato dalla grande rete, insieme anche testimonianze sull'attitudine della Dettori: «Lucia sapeva che era stata aperta un’inchiesta su quello che faceva, visto che la polizia aveva fatto un blitz durante un corso a Pesaro e aveva identificato tutti i partecipanti – ha spiegato la commercialista –. Ma Lucia non si è era assolutamente preoccupoata e aveva continuato a fare quello in cui crede. Del resto, lei ha lasciato lo studio di architetto per dedicarsi completamente alle Onde Delta». (Testimonianza riportata da Il resto del carlino, l'intervistata è una commercialista di Nuoro che si era avvicinata alle Onde Delta nel 2011 e da allora non avea mai smesso di usarle). NewLifeRadioTv aveva intervistato la Dettori in occasione dell'Olis Festival (saltate i primi secondi di schermo nero). 

Pare che le sarde siano nell'occhio del ciclone da qualche tempo, come era già accaduto alla Gabriella Mereu con la sua terapia verbale, incastrata da Le iene. Siamo di fatto nell'ambito della terapia emozionale che in questo caso sfocia nella fisica quantistica; molte delle cose sostenute dalla Dettori non sono di fatto differenti da un cardiochirurgo come Nader Butto, che si è spostato dagli attrezzi di sala operatoria alla medicina quantistica andando a parlare di risveglio della mente, vibrazioni, lavaggio emozionale e onde. Il sito non è più visitabile al momento.

La Dettori ha sempre dichiarato la sua natura di ricercatrice, l'impossibilità a guarire nel momento in cui non lo si vuole, l'importanza del non rassegnarsi ma di cercare, evolvere e la molteplicità di strumenti insieme alle Onde Delta. Certo, c'erano molti soldi di mezzo.

È comunque una buona occasione per riflettere sui nuovi potenziali strumenti di guarigione, sull'eventuale convergenza con la medicina tradizionale e sulla  possibilità di iniziare ad avvicinarsi e studiare la fisica quantistica, a prescindere dall'ambito occupazionale di ognuno di noi.

 

Immagini | Flickr