Articolo

Eritritolo, benefici e proprietà del dolcificante

Dolcificanti, si sa, ne abbiamo in abbondanza e di tanti tipi diversi. Ce n'è uno differente: l'eritrolo, di origine naturale, che apporta benefici non solo per la dieta.

Eritritolo, benefici e proprietà del dolcificante

Il nome pare ostico, ma in realtà si tratta di un prodotto normalmente presente in natura. L’eritritolo infatti è un composto che si trova nella frutta e in alcuni cibi fermentati.

A livello industriale invece viene prodotto mediante la fermentazione di carboidrati, (amido, glucosio, saccarosio, ecc.) mediante lieviti selezionati (es. Moniliella pollinis).

Dal punto di vista chimico, si tratta un polialcol, molto semplice e composto da una piccola molecola di soli 4 atomi di carbonio.

Viene utilizzato soprattutto per dolcificare, ma le sue proprietà e i suoi benefici non si limitano a questo: quali altre sorprese ci riserva l’eritritolo?

 

Eritritolo, i benefici

Sembrerebbe riduttivo parlare di eritrolo solo come dolcificante, poiché i suoi benefici per il benessere del nostro organismo sono molti di più. Ecco i principali:

> Adeguato ai diabetici e nei protocolli dietetici ipocalorici 

> Abbattimento del carico glicemico: l’eritrolo ha un ndice glicemico pari a zero, tale impedire picchi glicemici. Sarà di beneficio per i pazienti diabetici o affetti da alterato metabolismo glucidico

 

Leggi anche Stevia, controindicazioni del dolcificante naturale >>

 

> Protezione dei denti dalla carie, ovvero dalla colonizzazione batterica del cavo vorale e dalle relative conseguenze: l'eritritolo non viene convertito in acidi dai batteri presenti nella bocca, pertanto non favorisce la carie dentale ma sembra avere addirittura un ruolo protettivo (come lo xilitolo) contro la placca batterica

> Rispetto ad altri dolcificanti di sintesi, ridotto rischio di diarrea e di crampi addominali: infatti l’eritritolo viene assorbito per il 90% direttamente nell’intestino tenue, ed eliminato per via renale, evitando così l'accumulo e il richiamo di acqua nel lume intestinale, che sono causa dei problemi intestinali.

> Protettivo per la mucosa intestinale: la funzione antiossidante dell'Eritritolo proteggerebbe la mucosa intestinale dall’azione ossidante di alcune specie reattive dell'ossigeno

> Ottimo per la preparazione di dolci, grazie al suo gusto

Si sottolinea che il consumo giornaliero consigiato, per godere dei benefici senza incappare in eventuali effetti collaterali gastrici o intestinali è di non più di 50 grammi di eritritolo.

 

Eritritolo, le proprietà

L’eritritolo è una sostanza quasi unica per le sue proprietà molteplici. Ne analizzeremo le principali.

Proprietà nutrizionali e orgnolettiche dell’eritrolo:

> Ridotto apporto energetico: circa 0,2 Kcal per grammo di prodotto.

> Potere dolcificante: intorno al 60 - 80% del comune saccarosio.

> Gusto: assenza di retrogusto amaro

Proprietà salutistiche:

> Elevata tolleranza digestiva: negli adulti gli effetti gastrointestinali dovuti all'assunzione di eritritolo fino ad 1 gr/Kg di peso corporeo (massimo 80 g al giorno) non differiscono da quelli provocati dall'assunzione di identici livelli di saccarosio

> Attività antiradicalica sui radicali ossidrilici, con proprietà protettive per le membrane cellulari. L'eritritolo agisce quindi come antiossidante in vivo.

 

Leggi anche Xilitolo di betulla, pro e contro del dolcificante >>

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio