Articolo

Inappetenza: le possibili cause

Capita di non aver voglia di mangiare. Magari fa troppo caldo, magari si tratta solo di un fenomeno passeggero. Quando l'inappetenza è prolungata può essere un problema: scoprirne le cause è il primo passo per risolverla

Inappetenza: le possibili cause

È arrivata l’estate, fa caldo e non ho fame, vorrei solo bere qualcosa di fresco. Si tratta di inappetenza?

Si, in generale l’inappetenza si definisce come la mancanza o la diminuzione di appetito.

Non è una malattia in sé: può essere un fenomeno transitorio dovuto al caldo, oppure la spia di un malessere di altra natura. Molteplici sono le possibili cause dell’inappetenza: ecco le principali.

 

Inappetenza: le possibili cause patologiche

Molte malattie provocano inappetenza, che in realtà è un istinto naturale: gli animali, quando si ammalano, si mettono in un luogo tranquillo, da soli, e non mangiano. Ecco alcune patologie che causano inappetenza:

  • forme tumorali (ovaie, pancreas, colon, stomaco);
  • patologie respiratorie: broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), enfisema polmonare e bronchite croniche;
  • insufficienza cardiaca;
  • patologie della colecisti, colecistite;
  • infezioni gastrointestinali;
  • epatite;
  • HIV/AIDS;
  • ipotiroidisimo;
  • insufficienza epatica;
  • insufficienza renale;
  • disidratazione (perdita di fluidi corporei ed elettroliti) conseguente a ipersudorazione, protratto vomito o diarrea;
  • il dolore, in generale, può far perdere l’appetito.

 

Inappetenza: le possibili cause farmacologiche

Se state assumendo farmaci, o fate altre terapie, fate molta attenzione al vostro appetito: l’inappetenza potrebbe essere causata proprio dai farmaci. Eccone alcune categorie, possibili cause di inappetenza:

  • anfetamine
  • antibiotici
  • farmaci chemioterapici
  • codeina
  • radioterapia

Anche sostanze stupefacenti quali cocaina ed eroina possono causare inappetenza.

 

Inappetenza: le possibili cause fisiologiche

Ci sono condizioni di vita in cui spesso l’inappetenza è “fedele compagna”, si tratta di inappetenza fisiologica, tipica della condizione, per esempio:

  • avanzare dell'età
  • primo trimestre di gravidanza, ma anche durante tutta la gravidanza;
  • perdita del gusto o dell'olfatto, anche temporanea, in caso di raffreddore o sinusite;
  • nausea.

 

Inappetenza: le possibili cause emotive

Dipende dalle persone: ad alcuni si “chiude lo stomaco”, ad altri invece “si apre”, e si mangerebbe continuamente. Quando? Quando le emozioni prendono il sopravvento.

Ora ci interessiamo alle emozioni e condizioni che sono causa di inappetenza:

Qualora l'inappetenza sia persistente o desti preoccupazione, è consigliabile rivolgersi al proprio medico curante, per evitare eccessivi cali di peso e conseguenti carenze nutrizionali. Parecchie malattie possono ridurre l’appetito. Una volta curata la malattia, l’appetito dovrebbe ritornare.

 

Il tuina pediatrico contro inappetenza, stanchezza e svogliatezza

 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio