Articolo

Gli asana per il nostro fegato

Se vogliamo regalare un po' di coccole yogiche al nostro fegato, ecco gli asana più adatti per rivitalizzare questo importante organo, atto alla depurazione e detossificazione dell'organismo

Gli asana per il nostro fegato

Qualche tempo fa vi abbiamo illustrato alcune posizioni utili in caso di problemi intestinali. Ci è sembrato opportuno completare la nostra proposta con un articolo fratello riguardante un altro organo fondamentale del nostro apparato digerente: il fegato.

Sono molte le situazioni della vita che mettono questo “detossificatore” del corpo a dura prova: alimentazione sbagliata, abuso di farmaci, stress eccessivo, emozioni come la rabbia sono alcuni dei suoi acerrimi nemici.

Vediamo come lo yoga può inserirsi per dargli sollievo grazie ai preziosi asana tipici di questa disciplina.

 

Asana utili per il nostro fegato

Vi ricordiamo quanto sia fuorviante considerare lo yoga in ambito “terapeutico” (per così dire) alla stregua di una compressa che, una volta ingerita, spegne dolori o cancella problemi.

Può sembrare banale, ma tale diffusissima concezione crea numerosi equivoci e alimenta false speranze: lo yoga va sempre inserito in un quadro più ampio che include le cure mediche e implica uno stile di vita conforme a quanto prescritto dal medico.

Non esiste un asana miracoloso che toglie lo stress o guarisce un dato male: è l’interazione di molteplici fattori, tra cui anche lo yoga, a creare il risultato positivo.

Tornando al fegato, è possibile affermare che le torsioni e i piegamenti in avanti sono gli asana più ampiamente consigliati dagli esperti; entrambi i repertori sono decisamente sostanziosi, dunque sarà possibile pescare abbondantemente in essi garantendosi una pratica varia e sempre stimolante.

 

Come la progettualità può influire sulla salute del fegato?

 

Asana in torsione per il fegato

In merito alle torsioni, tre posizioni come Ardha Matsyendra, Marichiasana, Bharadvajasana sono utilissime, ma sono molte altre quelle che potete fare vostre, sia in piedi, che seduti che sdraiati.

Questo asana, ad esempio, potete preferirlo la sera, o, in generale, ogni volta che desiderate rilassare profondamente la schiena

Torsione yoga terra

Queste altre due se, invece, preferite una pratica più intensa ed energizzante:

Torsione triangolot

 

Torsione

 

Piegamenti in avanti

Riguardo i piegamenti in avanti, anche qui la scelta è varia, molto dipende dalla vostra attitudine al momento della pratica.

La posizione del triangolo in tutte le sue varianti, il cane a testa in giù, la posizione della pinza sono solo alcune delle possibili opzioni con la quali costituire la vostra pratica volta al benessere del fegato:

Questa è la posizione del triangolo, nella sua variante più classica:

posizione triangolo

La posizione del cane a testa in giù, molto famosa, leggermente più intensa:

posizione cane

La posizione della pinza, genericamente considerata piuttosto difficile dai principianti, è in realtà un asana completo e assai benefico.

Posizione pinza

 

Come sempre se queste posizioni le conoscete potete praticarle autonomamente; se invece costituiscono per voi delle novità, non esitate a approfondirne la tecnica con il vostro maestro di yoga al fine di apprenderle e assurmerle nel modo più corretto possibile.

 

Per approfondire:

> Fegato, disturbi e cure naturali

 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio