Articolo

Ganoderma Lucidum Juncao, nuova coltivazione ecosostenibile

Il Ganoderma Lucidum, un eccellente rimedio naturale conosciuto fin dai tempi antichi in medicina cinese; coltivato sempre sui tronchi di legno, ora lo si fa crescere sui fasci composti da erbe.

Ganoderma Lucidum Juncao, nuova coltivazione ecosostenibile

Il Ganoderma Lucidum, conosciuto anche come Reishi o Ling Zhi, è un fungo saprofita che cresce sui tronchi marcenti di alberi come querce e castagni; è conosciuto come uno dei rimedi più antichi nella medicina orientale e viene utilizzato come: analgesico, antiallergico, preventivo della bronchite,anti infiammatorio, immunostimolante, antibatterico, antivirale, antiossidante, antitumorale, ipotensivo, ipocolesterolemizzante, cardio tonico, antidepressivo, rilassante, mucolitico, potenziante della funzionalità cortico-surrenalica della produzione di interleuchina 1 e 2 prodotta da macrofagi e splenociti, stimolante di istamina ottimizzando la respirazione cellulare, favorendo la funzionalità epatica e come fluidificante per il Sangue.

Questo fantastico fungo viene commercializzato attualmente sotto forma di bevande quali tè, caffè o integratori e viene coltivato con la classica coltivazione che prevede la crescita del fungo sui classici ceppi marci di tronchi abbattuti di Castagni e Quercie spingendo cosi questa enorme industria, sempre in crescita per via dell'aumento di consumo di questo fungo, ad abbattere ogni anno in oriente migliaia di ettari di boschi dove ricavare i ceppi di legno per far crescere il Reishi e altri funghi simili, provocando così una devastante deforestazione solo per soddisfare questo mercato.

A questa classica metodologia ve se ne contrappone un'altra infatti grazie al Professor Zhanxi Lin della JUNCAO Research Institute of Fujian Agriculture & Forestry University le cose stanno iniziando a cambiare, perché la sua esperienza lo ha portato a creare e brevettare una nuova tipologia di coltivazione eco sostenibile chiamata Juncao Tecnology che prevede la crescita di funghi medicinali come ad esempio il Ganoderma e altre 55 specie su substrati composti da fasci di erbe quali: Dicranopteris dicnotoma, Vetiveria vizanioides, Phragmitas communis Trin, Neyraudia reynaudiana (Kunth) Keng, Saccharum robustum, Pennisetum Sinese Roxb, Saccharum arundinaceum, Themeda gigantia (Cav.) Hack Var. villosa, May Grass,Cymbopogon citratus (DC.) stapf, Miscanthus floridulus, Medicago sativa L., Arundo donax L. e altre 31 erbe per un totale di 45 vengono usate per comporre i fasci Juncao dove a seguire verranno inoculate le spore, posti in serre a piani chiuse con clima controllato e irrigati con acqua prelevata a 80 metri dal sottosuolo.

Come abbiamo visto, grazie a questa tecnologia ecocompatibile vi è un enorme vantaggio in quanto non vengono sacrificati alberi. Ma vi sono altre differenze che rendono eccezionali questi funghi: un altro dato di fatto è che a differenza dalla normale metodologia i funghi nati e cresciuti con il metodo Juncao oltre ad essere più grandi, produrre più spore, essere senza OGM, senza pesticidi, veleni vari e con un livello di metalli pesanti veramente ridotto, contengono sostanzialmente maggiori principi attivi rispetto ad una coltivazione classica, con livelli che arrivano quasi al doppio. Questa eccezionale tecnologia è stata condivisa in molti paesi del mondo ed è di supporto in molti paesi africani come il Rwanda.

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio