Articolo

Bagni derivativi contro la cellulite

I bagni derivativi sono utili per combattere la cellulite, allenare la circolazione e migliorare l'aspetto della pelle.

Bagni derivativi contro la cellulite

I bagni derivativi sono un trattamento semplice ed economico che promette di combattere la cellulite e numerosi altri disturbi grazie all’eliminazione delle tossine, ma funzionano davvero? Vediamo cosa sono i bagni derivativi, come si fanno e se possono essere utili contro la cellulite. 


Cosa sono i bagni derivativi e come si fanno
Il bagno derivativo è una tecnica che consiste nel raffreddare la zona genitale e inguinale attraverso l’uso di acqua fresca, non eccessivamente fredda.

I bagni derivativi si effettuano generalmente ponendosi sopra al bidet riempito con acqua fresca e raffreddando la zona inguinale e genitale utilizzando l’acqua e una spugna, con movimenti dall’alto verso il basso. Il bagno derivativo andrebbe effettuato ogni giorno, meglio se due volte al giorno: inizialmente il tempo consigliato è di nove minuti, che possono diventare 15-20 dopo qualche settimana.

In alternativa ai bagni derivativi effettuati con acqua fresca, in commercio esistono appositi cuscinetti detti poche, da raffreddare in congelatore e da apporre sulla zona inguinale e genitale per 2-3 ore al giorno.

 

Leggi anche Massaggi per la cellulite >>



I bagni derivativi sembrano essere adatti sia alle donne che agli uomini e sono sconsigliati solo in caso di interventi chirurgici e gravi malattie.

Ai bagni derivativi si attribuiscono numerosi benefici tra cui la capacità di combattere affezioni alla zona genitale come candida, emorroidi, fastidi o pruriti; inoltre, i bagni derivativi vengono consigliati per trattare i disturbi più disparati tra cui sovrappeso, acne, emicrania, depressione, disturbi legati al ciclo mestruale e alla menopausa, ritenzione idrica e cellulite.

I risultati sembrano essere immediati e il meccanismo d’azione risiederebbe nell’eliminazione delle tossine, che verrebbero espulse dall’organismo a causa del cambiamento di temperatura.

 

Bagni derivativi e cellulite

La cellulite è un inestetismo comune in molte donne e anche in alcuni uomini; è causata da diversi fattori e si manifesta con la nota “buccia d’arancia” in diverse zone del corpo, in particolare su cosce, glutei e pancia.

Per combattere la cellulite è necessario seguire un’alimentazione equilibrata, sana e varia, oltre a svolgere quotidianamente e in modo costante nel tempo un’adeguata attività fisica e a seguire uno stile di vita sano. Oltre all’alimentazione e allo stile di vita in generale, per combattere la cellulite si può ricorrere a trattamenti, prodotti cosmetici ed erboristici che possono offrire un aiuto in più. In particolare, per combattere la cellulite possono essere utili massaggi, scrub o l’alternanza di acqua calda e fredda, cioè quei trattamenti mirati a stimolare la circolazione e a favorire di conseguenza un miglioramento della cellulite.

Non esistono prove che i bagni derivativi possano essere efficaci nel trattamento della cellulite, ma trattandosi di un trattamento semplice ed economico, nulla vieta di provare. In ogni caso va sottolineato che nessun trattamento cosmetico può, da solo, eliminare la cellulite: come già detto, la cellulite deve essere combattuta su più fronti, curando alimentazione e stile di vita ed eventualmente associando l’uso di cosmetici e prodotti erboristici.


Leggi anche La cellulite si combatte di inverno >>

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio