Articolo

Febbre e Medicina Cinese

In medicina cinese la febbre è una condizione di difesa messa in atto dall'organismo che sta contrastando un'energia perversa o una condizione patogena interna. Non tutte le febbri sono uguali e il trattamento con tecniche che utilizzano i principi della medicina cinese può essere di approcci differenti.

Febbre e Medicina Cinese

Quando la febbre arriva vorremmo che se ne andasse via subito perché ci sentiamo spossati, doloranti, accaldati e raffreddati contemporaneamente, con mal di testa, nevralgie, disturbi di varia natura e origine.

In realtà la febbre è la manifestazione di una reazione del nostro sistema immunitario a difesa di un’infezione che ha colpito il nostro organismo e che sta contrastando.

Se ci pensiamo non andrebbe soppressa ma assecondata per portare a termine il suo compito.

In realtà non è piacevole per nessuno tenersi addosso la febbre, se poi raggiunge temperature alte potrebbe essere segnale di qualcosa di molto più serio di una banale influenza e quindi senza troppo pensarci su utilizziamo del paracetamolo che riassetta i giusti gradi, sopprimendo però il sintomo.

 

La febbre in Medicina Cinese

La febbre secondo la Medicina Cinese è un sintomo che preannuncia un atto di difesa dell’organismo contro agenti patogeni, interni o esterni.

Esistono energie perverse provenienti dall’esterno come il vento, l’umidità, la secchezza, l’eccesso di calore, l’eccesso di freddo e queste forze possono entrare nel corpo e creare disequilibri, anche perché ci possono essere deficit di energia vitale, di equilibri interni che non sono pronti a difenderci e il corpo si ammala.

 

Leggi anche Cos'è il Tui Na >>

 

Cause esterne di malattia: le energie perverse in Medicina Cinese

> Vento è di natura yang, estremamente mobile che attacca la parte superiore del corpo, con patologie acute e di rapida manifestazione
> Umidità è di natura yin, penetra la parte inferiore del corpo, promuove la stasi di sangue e linfa, crea un senso di pesantezza, sollecita il ristagno di muco e secrezioni.
> Secchezza è di natura yang, asciuga i liquidi corporei, condensa il sangue. Porta secchezza alle fauci, sete, pelle disidratata, stipsi.
> Calore è di natura yang, se in eccesso invade tutto il corpo in profondità, causa febbre alta, desiderio di fresco, pelle arrossata, sete, stipsi, battiti accelerati.
> Freddo è di natura yin, se in eccesso raffredda e rallenta le funzioni fisiche e mentali, ristagna l’energia e il sangue, con contrazione e rigidità.

 

Cause interne di Malattia in Medicina Cinese

Le emozioni secondo la medicina cinese sono collegate a organi e visceri e se eccessivamente protratte nel tempo con eccessi possono causare malattia, perché provocano disequilibri agli organi, blocchi energetici.

L’eccesso di collera congestiona il fegato, l’eccesso di gioia disturba il Cuore, la rimuginazione rallenta le funzioni digestive e la Milza, la tristezza rende difficoltosa la respirazione, causa astenia, sovraccarica il Polmone, la paura abbassa i livelli di energia, depaupera la forza del rene, provoca perdita di liquidi come enuresi e sudorazioni notturne.

A queste funzionalità si aggiungono cattive abitudini alimentari, eccessivi sforzi fisici, una costituzione debole, e traumi accidentali.

 

Come fronteggiare la febbre in Medicina Cinese

L’eccesso di calore da febbre e molto probabilmente di umidità devono essere dispersi per accompagnare un miglioramento ed una remissione dalla febbre, in questo modo viene sostenuto il Polmone con l’eliminazione delle tossine.

Possiamo individuare alcuni punti su cui agire per disperdere calore e umidità:

DaZui: trattato in dispersione elimina il Vento e tonifica il Polmone. E’ localizzato in prossimità della vertebra cervicale C7, sotto il processo spinoso. In quell’area vi è la Porta del Vento, da cui appunto l’energia perversa penetra nel corpo e lo destabilizza e da cui possiamo richiamarla. Ne trae beneficio fisicamente tutta la parte alta della schiena, del collo e della testa.

XueHai: è un punto che regola il sangue e il suo fluire. Se in eccesso o se in deficit riequilibra lo Xue e il suo carico energetico. Si trova sopra il ginocchio, 2 cun sopra la rotula per l’esattezza.
La febbre alta può indicare eccesso di calore sul meridiano yangming, Stomaco, con sudorazione, sete, mal di testa, mal di denti. Viene trattato il meridiano di Stomaco in dispersione e quello di Milza in tonificazione per mantenere in equilibro lo Yin.

In Medicina Cinese viene indagata anche la cosiddetta febbre da calore vuoto che è un calore in eccesso prolungato nel tempo che ha causato il depauperamento dello yin, con stanchezza di rene e fegato.

I sintomi sono quelli di febbre notturna che si attenua al mattino, stanchezza, magrezza ma senza mancanza di appetito, febbriciattola cronica. In questo caso devono essere tonificate le parti yin di Fegato e il rene yin per purificare gli organi dall’eccesso di calore che ha disidratato dai liquidi.

Anche l’alimentazione è d’aiuto per equilibrare l’eccesso di yang e il deficit di yin: cibi piccanti e freddi che drenano l’eccesso di calore, rinfrescano, e anche cibi dolci senza esagerare che riequilibrano e tonificano lo yin.

 

Leggi anche La mappa dell'agopuntura >>

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio