Articolo

Cantare: perché fa bene all'anima

Cantare ha benefici sociali, fisici ed emozionali sbalorditivi. Pensare alla voce come a uno strumento potente e curativo ci aiuta a far fronte a molti disturbi psicofisici che a primo impatto ci lasciano senza apparente rimedio

Cantare: perché fa bene all'anima

Canti legati al mare, ai boschi, alla tradizione popolare: andiamo spesso a cercare altrove, nelle tradizioni andine, messicane, tolteche, ma abbiamo tutto in quella meraviglia che sta sotto al petto che si chiama diaframma e collabora energeticamente col cuore, in modo impressionante.

Cantare ci fa stare bene, vediamo in quanti e quali modi.

 

Il canto e le sue tradizioni

Non esiste tradizione che non sia legata alla voce. Anche lo yoga che ci viene insegnato spesso si riassume solo in un passaggio da una posizione all'altra, ma il canto vedico è parte integrante della pratica, insieme alla meditazione, alla concentrazione sui mudra e così via.

Sebbene sia poco praticata, in realtà anche la tradizione taoista implica la recitazione di suoni in risonanza con l'energia dei meridiani.

Ma non occorre andare in Oriente per esplorare il legame tra la musica e le pratiche psicofisiche: in Sicilia, in Sardegna, ma anche nel cuore dell'Italia e fino alle Alpi si canta e anche quando questo cantare non abbia una risonanza terapeutica esplicita, di fatto il canto aiuta l'essere umano, lo sostiene, lo anima.


Cantare: benefici emozionali, fisici, sociali

Vediamo insieme alcuni dei principali benefici del canto, sul versante fisico, emozionale e sociale.

Benefici fisici

  • Cantare permette di far lavorare bene i polmoni, tonifica il diaframma e i muscoli intercostali promuovendo l'attività respiratoria (spesso con effetti positivi anche nei casi di russamento).
  • Cantare ha benefici scientificamente provati sul ritmo sonno-veglia.
  • Usare la voce e saperla modulare ha effetti sul cuore e sulla circolazione, migliora la capacità aerobica e diminuisce la tensione muscolare.
  • Esercitarsi nel canto ha effetti positivi sui muscoli facciali, sulla postura, sulla nostra ricettività a livello mentale.
  • Cantare rinforza il sistema immunitario, aumenta i livelli di endorfina, riduce la recidività a stati d'ansia cronici;
  • Nei casi di Parkinson il canto diventa un vero e proporio strumento terapeutico rispetto alla progressione sintomatologica tipica della malattia; la scienza ha dimostrato che usare la voce produce un miglioramento dell’autostima e del senso di autoefficacia, attraverso un aumento della consapevolezza corporea e vocale. 

 

Cantare, e in generale fare o ascoltare musica, aiuta a trasformare l'ansia

 

Benefici emozionali 

  • Cantare aumenta il senso della stima di sé, di confidenza con se stessi.
  • Il canto costituisce un vero e proprio nutrimento a livello spirituale.
  • Darsi al canto produce effetti sorprendenti a livello creativo, anche su altri ambiti, manuali, ideativi.
  • Il canto attiva un processo di guarigione profondo dalle ferite emotive, specie dopo un lutto o la fine di una storia d'amore. 

 

Benefici sociali 

  • Il canto crea una "colla" speciale, un fluido di connessione tra le persone.
  • Cantare innesca il senso della comunità e la voglia di condivisione.
  • Darsi al canto sospendendo il giudizio ci insegna poi a farlo in altre aree della vita.
  • Cantare promuove l'incontro tra anime che possono scoprirsi molto affini ed è uno dei modi migliori per conoscere qualcuno, in quanto non si mente, non si mettono parole inutili, ci si cerca con gli occhi, in modo puro. 

 

Scopri anche i benefici della musica per lo sviluppo del bambino

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio