Articolo

Come prevenire i tumori secondo l’AIOM

Un decalogo pubblicato dai migliori oncologi italiani, 10 regole razionali che ci aiutano ad assumerci le nostre responsabilità in materia di tumori e soprattutto in ottica preventiva, poiché quando si parla di cancro, la prevenzione è la migliore arma in assoluto.

Come prevenire i tumori secondo l’AIOM

Cominciamo dalle presentazioni, ovvero cos’è l’AIOM: si tratta di una società scientifica che mette insieme i maggiori oncologi italiani, il suo nome sta per Associazione Italiana di Oncologia Medica, ha sede a Milano ed esiste dal 1973, e da allora promuove numerosi progetti, eventi e attività per sostenere al ricerca e per informare le persone in favore di uno stile di vita atto a ridurre al minimo e a favorire le possibilità di insorgenza dei tumori.

Una di queste iniziative è stata quella di rendere noto un decalogo, una sorta di vademecum del buon senso per prevenire i tumori.

In questo senso, viene sottolineato che una grande parte delle forme di cancro, quasi la metà, si può evitare con uno stile di vita corretto, un dato molto forte, specie se detto da una società scientifica di tale calibro, che rompe un po’ l’antico schema di paziente-vittima di un cattivo destino o della sfortuna, ma che, molto lucidamente, spinge le persone ad assumersi le proprie responsabilità mettendo in chiaro che per gran parte della nostra vita, siamo noi gli arefici del nostro livello di salute e che una vita sana vuol dire una vita cosciente. E viceversa.

Diamo allora un’occhiata, in ordine sparso, a quanto ci suggerisce l’AIOM in materia di prevenzione dei tumori.

Vedremo che molte cose le abbiamo già sentite ripetere molte volte ma quando si tratta della salute, repetita iuvant.

 

Leggi anche Food bank in oncology: il legame tra cibo e oncologia >>

 

1. Tenere sotto controllo il peso. E’ strarisaputo che l’obesità, l’iperfagia, e l’eccesso di massa grassa sono condizioni correlate a specifiche forme di tumore. Frequenti e repentine fluettuazioni di peso sono un sintomo sospetto potenzialmente capace di concorrere alla nascita di forme tumorali.

2. Tenere sotto controllo i nevi. I nevi sono tumori beningni della pelle ma sono anche indice di una predisposizione ad alcune forme tumorali della pelle. Si considerano nevi anche le lentiggini e i nevi di Ota, ovvero le alterazioni congenite e permanenti nella sclera dell’occhio.

Come controllare i nevi?  Controllare che siano simmetrici: quelli asimmetrici sono sospetti. Controllare i bordi: mentre i nevi hanno contorno regolare i melanoma sono irregolari. Controllare il colore: il colore uniforme è un buon segno mentre è bene far controllare i nevi sfumati o policromi.

Controllare le dimensioni: sopra il mezzo centimetro, andrebbe fatto controllare. Controllarne l’evoluzione: sensibile crescita e cambiamenti nella condizione di un nevo sono sempre da ritenere sospetti. Controllarne l’elevazione: piu’ sono alti in rapporto al livello della pelle piu’ sono da tenere sotto controllo.

3. Dire "NO" al tabagismo. Proprio in questi giorni l’AIOM ci dice che il tabagismo al femminile è in forte aumento. E’ bene ricordare che un tumore su 3 è causato dal fumo. Non per niente è scritto anche sui pacchetti di sigarette.

4. Non fare lampade solari: a proposito di tabagismo... le lampade solari sono considerate cancerogene tanto quanto il fumo ed una continua e scorretta esposizione delle pelle alle lampade solari ha dimostrato di essere cause di tumori

5. Dire "NO" agli anabolizzanti: il ricorso agli steroidi e al doping per aumetare la massa muscolare e per migliorare per via chimica le prestazioni fisiche e sportive è riconosciuto come un comportamento che alza enormemente il rischio di insorgenza tumorale.

6. Contenere il consumo di alcol: un numeroso gruppo di forme tumorali che vanno dal tumore al cavo orale a quello dell’intestino, passando per quello al seno, alla faringe e al fegato, sono dovuto ad un consume smodato di alcolici.

7. Fare prevenzione delle malattie a trasmissione sessuale: esistono dei tipi di cancro legate alle malattie sessualmente trasmissibili come l’epatite. Il sesso occasionale non protetto sembra essere la causa di un tumore su 5 tra quelli derivati da infezioni.

8. Fare attività fisica. Una vita troppo sedentaria aumenta enormemente la possibilità di incorrere in un tumore. Lo sport e l’attività fisica sono, assieme alla dieta, la prima difesa contro i tumori.

9. Avere una corretta alimentazione: la dieta mediterranea è stata appunto studiata anche per prevenire alcune forme tumorali. Gli antiossidanti e la fibra apportati da grandi quantità di frutta e verdura sono uno dei migliori strumenti per prevenire l’insorgenza tumorale.

10. Fare screening periodici: la diagnosi precoce è il miglior strumento per tenere sotto controllo la nostra salute e per evitare di dover combattere durissime battaglie contro forme tumorali ormai consolidate che avrebbero pututo venir debellate con meno sforzi e sofferenze se prese per tempo.

 

Leggi anche

Alimentazione e salute
> Carne rossa e incidenza dei tumori

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio