Logo

Glucomannano, proprietà e uso

 

glucomannano











Nome

Amorphophallus konjak - Aracee


Proprietà del glucomannano

Il glucomannano è una polvere granulosa, che si estrae dalla radice di konjak. Il tubero contiene una fibra, solubile in acqua, composta da un polisaccaride ad alto peso molecolare, costituito soprattutto da glucosio e mannosio. Ha alta viscosità fra tutte le fibre dietetiche conosciute e possiede la capacità di attirare molta acqua, dando origine a una soffice massa gelatinosa, conferendo alla pianta proprietà dimagrante e saziante.

In presenza di liquidi, infatti, il glucomannano genera un gel, capace di aumentare il proprio volume 60 volte circa, rispetto a quello della sua forma secca; se poi l’ambiente è acido raggiunge la sua massima espansione, fino a 80-100 volte, producendo un senso di pienezza e sazietà. Pertanto nello stomaco dopo 15 minuti dall’assunzione, la fibra inizia a gonfiarsi. Dopo circa 60 minuti arriva al massimo valore, grazie alla presenza dei succhi gastrici, e qui rimane per circa due ore, svolgendo l’azione anti-fame.

Studi recenti hanno confermato che l’assunzione di fibre dietetiche e una sana alimentazione, riduce il rischio di sviluppare malattie cardiache e diabete. Il glucomannano, in quanto fibra, contrasta l’assorbimento dei grassi e rallenta quello degli zuccheri. Per questa proprietà ipocolesterolemizzante e ipoglicemizzante è indicato ai soggetti in sovrappeso che si trovano in un regime alimentare dietetico; e in presenza di zuccheri o trigliceridi nel sangue.

Infine la massa soffice e viscosa, quando giunge nel colon non viene assorbita e la sua elevata viscosità esercita un’azione lassativa: massaggia e pulisce le pareti intestinali, favorendo l’eliminazione delle feci in modo meccanico, cioè senza provocare la peristalsi per stimolazione indotta.

 

LEGGI ANCHE FIBRE NATURALI: SE LE CONOSCI LE USI

 

Descrizione della pianta

Il konjac è una pianta erbacea perenne che fa parte della ben nota famiglia delle Aracee, a cui appartiene anche la calla. Il genere amorphophallus è costituito da circa 200 specie, alcune delle quali rientrano tra le più spettacolari piante con fiore.

La pianta si sviluppa da un tubero (radice) che ha la forma di una mela gigantesca e può raggiungere parecchi chili di peso. Dal suo centro emerge in primavera un’infiorescenza, alta anche più di un metro e mezzo, che impiega qualche settimana per svilupparsi completamente: su uno stelo del diametro di 3-4 cm. si innesta uno spadice dello stesso diametro, costellato alla base da tantissimi minuscoli fiori, non appariscenti, e avvolto da una sorta di foglia (spata) che si allarga a forma di cono nel giro di pochi giorni, di colore e di consistenza somiglianti molto alla carne cruda. L’odore di questo “fiore”, che ricorda il forte olezzo della carne in putrefazione, permette alla pianta di attirare gli insetti che impollinano i piccoli fiori.

Altro particolare senz’altro interessante è che l’infiorescenza emerge dal tubero, senza che questo si possa rifornire di acqua e di nutrienti dal terreno, perché in questa fase è ancora privo di radici. Una volta appassito il fiore, dallo stesso punto, all’apice del picciolo lungo più di un metro e di colore verde screziato di marrone, si aprirà un’unica foglia frastagliata che nel mondo anglo-sassone ha fatto conferire alla pianta il nome di snake palm.

 

L'habitat del glucomannano

Originario dell'Asia orientale, è estesamente coltivato in Giappone.

 

Cenni storici

I tuberi di molte specie di Amorphophallus sono mangiati nei loro paesi d’origine, ma dopo accurata cottura, perché altrimenti sono tossici. Il glucomannano è stato utilizzato in Asia per i secoli nella preparazione di alimenti tradizionali quali ad esempio le tagliatelle e il tofu.

Attualmente è utilizzato nella cucina vegetariana e nei prodotti alimentari gelificati termostabili. 
Il glucomannano, essendo una gomma vegetale naturale, è denominata anche gomma di Konjac.

Generalmente è adoperato nell'industria alimentare come gelificante, addensatore, emulsionante, stabilizzatore e fonte solubile di fibra. 
La gomma Konjac ha applicazioni in molti prodotti dell'industria alimentare come le bevande, le pastelle per impanare, le caramelle, i condimenti dell'insalata, delle minestre, dei sughi, e molti altri prodotti confezionati e congelati.

 

Una ricetta con il glucomannano

USO INTERNO
Essendo una fibra, il glucomannano può ridurre l’assorbimento di eventuali farmaci, trattenendoli. È bene quindi consultare il medico sulla sua opportunità di impiego nel caso in cui si debbano seguire terapie croniche e distanziarne l’assunzione da quella dei farmaci.

È fondamentale un apporto idrico elevato per poter raggiungere l’obiettivo prestabilito: in caso contrario, infatti, potrebbe paradossalmente subentrare una condizione di stitichezza
Altri eventuali effetti indesiderati (diarrea, pesantezza di stomaco) sono per lo più legati all’assunzione di quantità eccessive. Può favorire meteorismo e ridurre l’assorbimento delle vitamine liposolubili.

2 compresse di estratto secco di glucomannano 1 ora prima dei pasti principali, con abbondante acqua

 

Immagine | Wikimedia

In collaborazione con Erboristeria del Pigneto


CONTENUTI SU GLUCOMANNANO PAGINA SUCCESSIVA