Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

ALIMENTI

Tamari

Il tamari si ricava dai semi della soia gialla ed è utilizzato come salsa per cucinare e condire gli alimenti, anche al posto del sale. Scopriamolo meglio. 

>  1. Che cos'è il tamari

>  2. Proprietà e benefici del tamari

>  3. Tamari, alleatto di

>  4. Curiosità sul tamari

>  5. Una ricetta nella manica

 

Soia gialla per la produzione di tamari

Soia gialla per la produzione di amari

 

Che cos'è il tamari

Glycine max o soia gialla è una pianta erbacea originaria dell’Estremo Oriente (Giappone, Cina, Indonesia). Dai semi di questa pianta si ottiene il tamari, una salsa fermentata sino a 3 anni in barili di cedro.

Il tamari e lo shoyu sono due salse liquide di colore scuro, praticamente nero, derivate dalla soia gialla che servono a insaporire cereali, legumi, verdure e altri cibi sia cotti che a crudo.

Il tamari ha un sapore gradevole e spiccato, mentre lo shoyu è meno saporito e più delicato, una versione più leggera anche di contenuto di nutrienti. La cucina orientale e in particolare la macrobiotica, fanno un alto utilizzo di questi prodotti, nelle svariate preparazioni culinarie tradizionali.

 

Proprietà e benefici del tamari

Il tamari contiene numerosi tipi di fermenti che favoriscono la digestione aumentando la secrezione dei succhi gastrici; rinforza inoltre la flora batterica intestinale.

Viene utilizzato come un integratore alimentare, poiché contiene proteine, enzimi, vitamine (sembra anche la preziosa B12) e altri oligoelementi. I sali minerali sono numerosi, mentre la percentuale di cloruro di sodio (16%) lo porta ad essere un sostituto benemerito del sale, utile anche nell’alimentazione per gli ipertesi (per chi cioè soffre di pressione alta).

Un altro valore del tamari è il suo alto valore antiossidante, addirittura si stima 10 volte superiore a quello del vino. La ricetta originaria non contiene frumento, quindi se la preparazione è solo a base di soia gialla è possibile utilizzare il tamari anche nell’alimentazione celiaca, non contenendo glutine.

Al contrario lo shoyu tradizionalmente si ottiene dalla soia e dal frumento tostato e fermentato non può essere utilizzato nella dieta per la celiachia. Un consiglio è di prestare attenzione alla qualità del prodotto per scegliere un tamari fatto a regola d’arte, secondo la tradizione, che contenga tutte le proprietà salutari, perché alcune salse industriali che si trovano nei supermercati contengono coloranti, correttori e insaporitori sicuramente poco naturali e la fermentazione avviene in poco tempo non rispettando affatto i tempi di fermentazione naturali.

 

Tamari, alleato di

Cuore, vasi, intestino.

 

Curiosità sul tamari

Questa salsa è nata per caso quando un monaco buddista cominciò ad utilizzare il liquido residuo che restava in fondo ai fusti di produzione del miso, altro condimento tradizionale orientale.

Secondo i macrobiotici il tamari può essere utile, da un lato, grazie agli acidi lattici e fosforici a contenere gli eccessi di alcalinità, dall'altro, la sua salinità agisce sugli elementi acidi presenti, quindi porta nel corpo un effetto tampone e regolatore dell’equilibrio acido/base.

 

Una ricetta nella manica

Ingredienti:

  • 300 gr di riso,
  • 2 zucchine,
  • mezza cipolla,
  • una piccola carota,
  • tamari e spezie.

Preparazione:

Preparare un soffritto di cipolla e carota tagliate finemente e cuocere sino a doratura. Aggiungere le zucchine a fettine e aggiungere a filo il tamari (senza salare). Continuare la cottura con coperchio chiuso, aggiungendo un poco di acqua se servisse. Dopo pochi minuti le zucchine saranno tenere, saporite e potremo aggiungerle come salsa al riso preparato a parte. Sul piatto di riso e salsa di zucchine si può spolverare, menta fresca, semi di mandorle e sesamo tostati e tritati e concludere con un altro filo di tamari.

 

I principi e gli alimenti della dietetica cinese

 

Altri articoli sul tamari:
>  Tamari tra gli ingredienti per le ricette contro il colon irritabile
>  Il tamari nelle ricette vegetariane

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy