Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

PARTENIO PER L’EMICRANIA

Soffri di emicrania? In natura esistono rimedi analgesici efficaci che oltre ad agire nel trattamento dei disturbi cronici, possono prevenire e alleviare la sintomatologia, come il Partenio, indicato per varie forme di mal di testa.

Emicrania, cefalea, mal di testa, in generale sono davvero brutti compagni con cui trascorrere giornate o nottate.

Spesso chi soffre di queste forme dolorose utilizza analgesici e antinfiammatori potenti perché l’emicrania e la cefalea possono essere disturbi invalidanti che limitano le nostre attività quotidiane e il lavoro.

Per fortuna in natura esistono rimedi efficaci con controindicazioni limitate e soprattutto per chi soffre di disturbi di natura cronica, in cui è prevista un’assunzione continuativa dei farmaci, sono consigliabili preparati erboristici per trattare ma anche per prevenire emicranie e cefalee, come il partenio.


Partenio per contrastare l’emicrania

Contrastare non significa solo curare ma anche prevenire, come dovrebbe essere per un corretto approccio al benessere.

Il partenio è una pianta che svolge la sua attività in questa duplice modalità: profilassi e trattamento di emicranie e cefalee e non solo. Conosciamola meglio.

Il suo nome botanico è Tanacetum parthenium della famiglia delle Astaraceae: tanacetum di origine latina è probabilmente un’alterazione del termine atanacetum, dal greco athanasia, cioè immortalità, mentre parthenium si riferisce al greco parthenos, vergine, forse indicativo del bianco verginale della corolla di queste margheritone di partenio.

Si tratta infatti una pianta perenne con infiorescenze a ombrella con fiori simili alla camomilla più grandi e vistosi.

La pianta è aromatica con un odore persistente e forte. In erboristeria vengono utilizzate le sue foglie e le parti aeree.

Il partenio è ricco di olio essenziale, di piretrina, flavonoidi, tannini, sesquiterpeni e melatonina.

 

Indicazioni del Partenio

Il partenio svolge attività:

> spasmolitica;
> antinfiammatoria;
> antiallergica;
> vermifuga;
> emmenagoga;

> tonificante.

Questa pianta è quindi indicata per prevenire e trattare mal di testa di varia natura, in caso di disfunzioni del ciclo mestruale, dispepsia, e dolori artritici e reumatici.

Possiamo trovare in commercio preparati a base di partenio, associati al salice o allo zenzero e curcuma, che prevedono un dosaggio giornaliero tra i 50 e i 120 mg di polvere delle foglie e delle parti aeree, oppure partenio in taglio tisana per realizzare un caldo infuso. 

La posologia più appropriata verrà indicata dall’erborista di fiducia in base ai casi.

 

Leggi anche 5 migliori rimedi contro il mal di testa >>

 

Controindicazioni del Partenio

Potrebbero manifestarsi forme allergiche con dermatiti, o disturbi reattivi di nausea e vomito, ma in caso di contatto con la pianta fresca.

Nei preparati essiccati e nei fitocomplessi come integratori non sono state registrate particolari controindicazioni, ma a titolo preventivo se ne sconsiglia l’uso a chi assume farmaci antiaggreganti poiché l’azione del partenio potrebbe sommarsi a quella dei preparati anticoagulanti e antiaggreganti piastrinici con conseguente rischio di sanguinamento.

 

Curiosità sul Partenio

Tra i componenti del partenio vi è la piretrina, un elemento che troviamo in alcuni prodotti insetticidi usati per la cura dei giardini.

Si pensava in passato che avere una pianta di partenio in giardino salvaguardasse lo stesso da attacchi patogeni e che purificasse l’aria.

Con studi successivi si sono scoperte piante più efficaci dal contenuto piretrinico più alto come il Tenacetum cinerariifolium, sempre appartenente alla famiglia delle Astaraceae, maggiormente efficace anche contro le zanzare.

 

Leggi anche Mal di testa curato con la fitoterapia >>

 

Foto: lenetstan / 123rf.com

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: