Logo

Rimedi naturali

Il tè contro la stanchezza e i radicali liberi

30/04/2011 | Fonte: Il Sole 24 Ore

Uno studio pubblicato sulla rivista Nutritional Neuroscience torna a esaltare le virtù del , evidenziandone  i benefici contro il senso di stanchezza. Nell'esperimento 44 giovani volontari hanno fatto una serie di esercizi per misurare le performance cerebrali, durante i quali alcuni partecipanti hanno bevuto tè - dopo 20 e 70 minuti - altri una bevanda-placebo. Chi aveva bevuto il tè ha ottenuto punteggi maggiori in termini di vigilanza e concentrazione. Merito della L-teanina, spiegano i ricercatori, un aminoacido presente in grandi quantità nel tè, e della caffeina.

Un precedente studio italiano dell'Inran - l'Ente pubblico italiano per la ricerca in materia di alimenti e nutrizione - guidato da Mauro Serafini e pubblicato sulla rivista Food Chemistry, aveva testato per la prima volta sugli uomini l'efficacia antiossidante del tè Rooibos, comunemente conosciuto come tè rosso: la bevanda, già conosciuta per le sue proprietà, era finora infatti stata testata solamente tramite esperimenti in vitro. La bevanda, di origine africana, viene impropriamente chiamata tè rosso: ottenuta dall’arbusto indigeno Aspalathus linearis  o Rooibos e pur avendo un gusto molto simile al tè, non contiene caffeina ed è ricca di antiossidanti.

“A un’ora dall'ingestione di tè Rooibos i risultati hanno evidenziato - spiega Serafini - un significativo aumento delle difese antiossidanti plasmatiche. Berne ogni giorno può quindi contribuire a proteggere dai radicali liberi in eccesso".  


la notizia in rete »