Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

IL TÈ DIMAGRANTE

Il tè fa dimagrire? Da solo magari no, ma se scelto e abbinato nel modo giusto può essere un valido alleato della dieta: scopriamolo insieme!

Il tè dimagrante, come agisce?

Non si finisce mai di ripetere che il tè, soprattutto il tè verde, è un formidabile antiossidante, che ha delle virtù benefiche e salutari, ma pochi forse conoscono l’azione delle catechine, un gruppo di molecole molto attive della famiglia dei flavonoidi, che fanno del tè una bevanda dimagrante: si tratta, nello specifico, dell’epigallocatechina gallato (EGCG), molto diffusa sia nelle foglie di tè che nel cioccolato fondente. Il tè risulta essere un prodotto dimagrante, non solo perchè contiene caffeina (o teina), che aumentano il consumo energetico accelerando il metabolismo, ma proprio grazie alla presenza delle catechine, sostanze che hanno un ruolo essenziale nella regolazione del peso corporeo.

Vediamo quindi che i benefici del consumo regolare di catechine sottoforma di tè dimagrante, verde o nero che sia, non sono solo quelli di aumentare il consumo di energia, e quindi di bruciare i grassi, ma di agire anche sulla corretta ripartizione di questi ultimi nell’organismo. Recenti studi hanno dimostrato che un regolare consumo di tè verde, il più dimagrante dei tè, può anche limitare la ripresa del peso corporeo perso dopo una dieta.

 

Il tè dimagrante contro il grasso addominale e non solo…

Che il tè ha un potere dimagrante è una dato di fatto. In più, uno studio della Shangai Medical School avrebbe dimostrato l’effetto benefico delle catechine sulla diminuzione del grasso addominale localizzato. La prova è stata effettuata su un gruppo di persone adulte che hanno seguito una dieta e sugli effetti del tè come dimagrante dopo 4, 8 e 12 settimane. Si è effettivamente riscontrato, grazie a questo studio, che il gruppo di persone sottoposto alla prova ha avuto una riduzione significativa di peso, di taglia e una diminuzione di massa grassa proprio attorno all’area addominale.

Oltre a effetti dimagranti, le catechine contenute nel tè rivestirebbero anche un ruolo essenziale per la prevenzione di quella che è definita “sindrome metabolica”, ovvero di una disfunzione caratterizzata da glicemia e colesterolo alti, accompagnata da ipertensione arteriosa. Il tè esplica la sua funzione dimagrante anche regolando il metabolismo dei glucidi. L’ideale sarebbe, in questo caso, consumare dalle tre alle sei tazze quotidiane di tè verde.

 

Come scegliere il tè dimagrante e fare il pieno di catechine

Ogni tipo di tè è dimagrante a modo suo: esistono infatti grandi differenze di concentrazione delle catechine, soprattutto tra il tè nero e il tè verde. Poco dopo la raccolta, il tè verde è sottoposto a un trattamento termico che impedisce l’ossidazione dei suoi componenti. Per questo motivo il tè verde è un tè maggiormente dimagrante rispetto al tè nero.

Le catechine, inoltre, hanno una durata di vita di meno di 24 ore nell’organismo, ecco perché è raccomandato ripetere l’assunzione del tè dimagrante più volte al giorno. Alcuni produttori propongono tè verdi ricchissimi di catechine. Ma la scelta del tè da sola non basta! Bisogna consumarlo regolarmente e accompagnare il suo potere dimagrante a una dieta equilibrata e sport.

 

Immagine | Sshutterkate


Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: