Logo

Tipi di tè

LE PROPRIETÀ DEL TÈ NERO

Ne abbiamo sentite di tutti i colori e su tutti i tipi di tè, ma anche un semplice tè nero può riservarci grandi soprese, vediamo di cosa si tratta

Le proprietà del tè nero

Quali sono le proprietà del tè nero

Ormai è provato, il tè nero ha proprietà fantastiche. Il fatto di bere dalle tre alle otto tazze di tè nero al giorno, può contribuire infatti a mantenere una buona salute corporea generale, tanto che il suo consumo si alterna quotidianamente a quello dell’acqua già in molti paesi del mondo. In particolar modo, un suo consumo regolare fa bene alle ossa, al cuore e ai denti.

Sono i ricercatori britannici i primi che hanno messo inevidenza le proprietà del tè nero, individuando nel consumo quotidiano della bevanda una riduzione di problemi e dei rischi legati alle coronarie in un certo numero di persone esaminate. Nello specifico le proprietà contenute nel tè nero, si è visto che sono in grado di contribuire dell’11% in più contro il manifestarsi di infarto del miocardio. In sostanza, bere 4 tazze di te al giorno fa in modo che avvenga una corretta dilatazione dei grossi vasi sanguigni, migliorando notevolmente le condizioni di salute del cuore.


Cosa rende il tè nero una bevanda speciale

Le proprietà del tè nero sono da collegarsi anzitutto ai flavonoidi, sostanze notoriamente antiossidanti. Il fluoro presente nel tè nero proteggerebbe anche contro la placca e la carie dei denti. Infine, altre preziose proprietà del tè nero, sarebbero in grado di favorire la densità minerale delle ossa, soprattutto nelle donne, per cui è utilissimo il suo consumo nella delicata fase della menopausa. Last but not least, il tè nero contribuisce a rallentare la progressione del morbo di Alzheimer e aiuta a combattere il raffreddore, innalzando le difese immunitarie.


Tè nero: il fattore caffeina e ferro?

Si concorda nel ritenere un’eccessiva ingestione di caffeina durante la giornata non sia positivo per la salute. Tuttavia va ricordato che una tazza di tè nero contiene circa 40 mg di caffeina, contro i 100 mg di una tazza di caffè. Un consumo di 8 tazze di tè nero al giorno non provoca i disastrosi e dannosi effetti diuretici causati dall’abuso di caffeina, anzi, aumenta la concentrazione e stimola le reazioni cerebrali.

Bisogna invece prestare attenzione all’assorbimento del ferro, poiché il tè nero lo rallenta. Per chi soffre di anemia o per i vegetariani o vegani è maggiormente consigliato il consumo del tè nero lontano dai pasti.

 

Immagine | Whoorderlaksa85


Ti potrebbe interessare anche:

  • La coltivazione del tè

    La coltivazione del tè

    I paesaggi incantati di Cina e Giappone che riportano sconfina...

  • Il tè giallo

    Il tè giallo

    Un tè poco conosciuto in Europa e in Italia, ma molto apprezza...

  • Il tè mu

    Il tè mu

    Non è un semplice tè, il te mu è una miscela di sedici tra erb...