Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

FARINE

Farina di mandorle, proprietà e utilizzo

La farina di mandorle, ricavata dalla macinazione delle mandorle secche, è ricca di proteine, zuccheri e vitamina E ed è un antidepressivo naturale. Scopriamola meglio.

>  1. Come si ricava la farina di mandorle

>  2. Proprietà e uso della farina di mandorle

>  3. I prodotti a base di farina di mandorle

>  4. Una ricetta nella manica

Farina di mandorle

 

Come si ricava la farina di mandorle

La farina di mandorle si ricava dalla macinazione delle mandorle secche decorticate e separate dalla pelle. La mandorla è il seme del Prunus communis, un albero della famiglia delle Rosacee.

La mandorla, infatti non è, come si potrebbe pensare, il frutto della pianta. Sono commestibili solo le mandorle dolci, perché la varietà amara di mandorle contiene composti velenosi.

 

Proprietà e uso della farina di mandorle

Questa farina è particolarmente ricca di proteine, zuccheri, vitamina E, vitamine del gruppo B e sali minerali (calcio, potassio, magnesio, fosforo, ferro e zinco).

Contiene inoltre l'emulsina, una sostanza che migliora la digestione dei glucidi. Le mandorle essiccate sono ricche di acidi grassi insaturi e contengono poca acqua. Le mandorle, come anche la farina, sono un alimento assai energetico. Infine le mandorle presentano proprietà antisettiche, lassative e sono un blando antidepressivo naturale.

Le mandorle sono anche usate per produrre un olio importante nella cosmesi naturale grazie alle sue proprietà emollienti e lenitive.

 

Puoi approfondire le proprietà, l'uso e i benefici delle mandorle

Mandorle, quando e come usarle

 

Prodotti a base di farina di mandorle

La farina di mandorle si impiega così com’è per la preparazione di prodotti da forno, soprattutto dolci, o in combinazione con lo zucchero per la preparazione della nota pasta di mandorle e marzapane, ricchi ingredienti di granite o gelati artigianali, nonché paste malleabili per la decorazione di torte o biscotti.

La pasta di mandorle, a differenza del marzapane, si fa senza gli albumi. Moltissimi prodotti a base di pasta di mandorle sono confezionati in Sicilia, come la famosa frutta alla Martorana.

 

Come preparare le mandorle tostate e le mandorle caramellate

 

Una ricetta nella manica

Il marzapane
Ingredienti:

  • 250 grammi di mandorle sgusciate,
  • 250 grammi di zucchero a velo vanigliato, 
  • 2 albumi, 
  • 2 gocce di essenza di mandorle, 
  • il colorante alimentare desiderato.

Preparazione: spellare le mandorle lasciandole in ammollo per pochi minuti in acqua bollente, scolarle, farle raffreddare ed eliminare la pellicina esterna. Mettere le mandorle pelate in frigorifero per circa un’ora, trasferirle poi nel mixer con un cucchiaio di zucchero a velo e tritarle finemente, fino ad avere una farina sottile. Disporre le mandorle macinate in una ciotola, unire il restante zucchero a velo, qualche goccia di essenza di mandorla e gli albumi e mescolare con un cucchiaio di legno.

Appena il composto si rassoda, amalgamarlo con le mani per qualche minuto, trasferirlo sulla spianatoia cosparsa di abbondante zucchero a velo e impastarlo fino a che non diventa un panetto elastico e liscio. Per dare la varietà cromatica desiderata, applicare su ognuno una goccia di colorante alimentare e impastare bene con le mani. Il marzapane lasciato all'aria tende a seccarsi, è importante avvolgerlo sempre nella pellicola da cucina e conservarlo in frigorifero.

 

Prova anche 3 ricette per natale con la pasta di mandorle

 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy