Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

ALIMENTAZIONE CURATIVA

Cibi antiossidanti, quali sono e a cosa servono

A cura di Cinzia Zedda, Naturopata Iridologa

 

Sono diverse le motivazioni che possono accelerare il naturale processo di invecchiamento organico. Rallentare le cause di questo processo è possibile grazie agli antiossidanti. Insieme possiamo scoprire cosa sono, a cosa servono, in quali cibi sono contenuti  e dove possiamo trovarli.

>  Perché servono gli antiossidanti e che cosa sono

>  Quando assumerli

>  Quali cibi contendono gli antiossidanti

>  Ricetta beverone antiossidante

 

L'avocado tra i cibi più ricchi di antiossidanti

Avocado tra i cibi antiossidanti


Perché servono gli antiossidanti e che cosa sono

Gli antiossidanti sono sostanze preziose per la nostra salute perché agiscono contro l’azione nefasta dei radicali liberi. I radicali liberi sono molecole altamente reattive che agiscono a danno dell’organismo su più fronti.

Più semplicemente i radicali liberi sono il prodotto di scarto del lavoro quotidiano delle cellule.Essi agiscono “aggredendo” le cellule sane danneggiandole. In questo modo si replicano a danno del nostro organismo.

L’invecchiamento cellulare è uno degli aspetti  che si deve considerare quando si parla di radicali liberi e di azione preventiva nei loro confronti. Quando il sistema cellulare è attaccato il nostro sistema immunitario ne esce sconfitto e debilitato. Che cosa significa? È facile intuire che se l’organismo è debole e senza difese sarà più facilmente esposto ad ammalarsi e a invecchiare prima del tempo. Gli antiossidanti dunque servono proprio a evitare tutto questo e a preservare in salute e bellezza tutto il nostro organismo, sia dentro che fuori.

 

Quando assumerli

Gli antiossidanti sono di origine endogena (prodotti dall'organismo) ed esogena (introduzione tramite gli alimenti). L’ossidazione cellulare si può vincere utilizzando diverse sostanze ad azione antiossidante che dovrà essere valutata in base al principio attivo scelto e alle proprie esigenze e peculiarità.

Se notiamo sul nostro viso un peggioramento della condizione della nostra cute (macchie, rughe, secchezza cutanea) o se ci accorgiamo di essere particolarmente debilitati e stanchi e la nostra vista è peggiorata o soffriamo di dolori articolari e ancora rileviamo dalle analisi del sangue  che alcuni valori come quello del colesterolo, sono alterati, allora è consigliato iniziare a valutare l’ipotesi di assumere gli antiossidanti.

Le vie da seguire sono due: è possibile modificate la propria alimentazione scegliendo cibi ricchi di sostanze antiossidanti o si può ricorrere agli integratori e nei casi più gravi si può ricorrere a entrambi. È nota importante ricordare che l’eccesso di antiossidanti può essere  controproducente se non è necessaria la loro supplementazione.

 

Puoi approfondire le proprietà degli integratori naturali antiossidanti

Carote, fonte di antiossidanti

 

Quali cibi contendono gli antiossidanti

La prova del nove che mangiare sano secondo natura è la via migliore per rimanere sani e giovani lo dimostra la varietà di cibi dall’azione antiossidante che possiamo proporre a tavola ogni giorno senza difficoltà. Siamo circondati da cibi antiossidanti.

In pratica tutta la frutta e la verdura ne sono ricchi ma vediamo nel dettaglio quali ne contengono di più e quali altri cibi ci possono dare man forte nella lotta ai radicali liberi.

Quando scegliamo cibi ricchi in vitamine, minerali, acidi grassi essenziali e altre sostanze, allora siamo certi di essere sulla strada giusta. Ecco ora la lista dei cibi più ricchi di antiossidanti:

  • La papaya è un frutto esotico ricco di vitamine e proprietà anti radicali liberi. Gli enzimi contenuti in questo frutto sono molto utili perché aiutano la rigenerazione cellulare e provvedono a la eliminazione delle cellule morte. Il suo utilizzo è indicato nei mesi invernali come nel cambio stagionale perché rafforza il sistema immunitario messo a prova dal proliferare di germi e batteri  tipici di questi periodi. In estate invece è utile come trattamento preventivo per la salvaguardia da un possibile invecchiamento precoce della cute nei confronti dell’azione dei raggi del sole sulla nostra pelle.
  • L’avocado è un frutto ormai molto conosciuto. Si presta bene per la preparazione di numerosi piatti e abbinamenti. Se lo riduciamo in poltiglia aggiungendo del limone possiamo ottenere un’ottima maschera anti age per la pelle del viso rendendola luminosa e tonificata.
  • La carota è ricchissima di vitamina A sostanza simile agli ormoni femminili. Traggono vantaggio dal suo consumo specialmente chi ha la cattiva abitudine di fumare. Infatti il fumo chela questa preziosa vitamina che invece è indispensabile a questi soggetti perché protegge i polmoni e la gola dal cancro. Da sempre  amica della vista, la carota è meglio consumarla cruda in insalata, da sola o accompagnata da altre verdure. In più troviamo il glutatione, una delle più importanti  sostanze anti ossidanti.
  • Il tè verde è ormai conosciutissimo ed è diventato uno delle varietà di te più bevute in Italia. Il te verde possiede spiccate azioni antiossidanti di cui è rilevante l’azione anticancro e  anticolesterolo.  
  • Per i golosi amanti del cioccolato scopriamo le proprietà benefiche del cacao. Ovviamente per mantenere tali proprietà deve essere di ottima qualità, privo di zuccheri e grassi saturi. Quindi via libera al cioccolato fondente se siamo spesso giù di tono. Con il cacao infatti facciamo scorta di triptofano (precursore della serotonina) e fenilanalina. In più il cacao è ricco di magnesio e di fosforo. Attenzione però a non abusarne. Il rischio è di infiammare l’intestino.
  • La graviola è ancora poco conosciuta. Si tratta infatti di un frutto  tropicale famoso in loco per l’attività spiccatamente antitumorale. Chi soffre di problemi digestivi ne potrà trarre sicuro vantaggio. Per ora è reperibile nelle erboristerie più fornite.
  • Il kiwi è un frutto sempre di gran moda sulla tavola degli italiani. Le proprietà più conosciute di questo frutto ormai “italico” sono quelle che svolgono un’azione depurativa nell’intestino. La ricchezza di vitamine e minerali lo rende un sicuro alleato contro le malattie da raffreddamento. Se avete problemi di colesterolo non abbiate timore a inserirlo nel vostro piano alimentare quotidiano.
  • I frutti rossi di cui rientrano il melograno, i mirtilli, le more, i lamponi e il mangostano si distinguono tutti per la ricchezza di vitamine e minerali che li rendono altamente antiossidanti. I frutti rossi in generale vengono utilizzati  frequentemente da chi ha problemi circolatori o carenze visive. Non mancano le azioni antibatteriche e astringenti, antisettiche. Il mangostano si distingue per la sua azione antinvecchiamento d’eccellenza, antiinfiammatoria e anti obesità. Lo si trova in erboristeria sotto forma di succo da bere nella dose prescritta giornalmente.
  • Anche le alghe sono delle vere strateghe combattenti contro i segni del tempo e contro i radicali liberi. Leader nel contenuto di minerali e ricche di vitamine rinforzano il sistema immunitario e restituiscono all’organismo sostanze preziose che vengono perse a causa di uno stress prolungato o a causa di una alimentazione povera di nutrienti validi e disordinata.
  • Le bacche di goij e acai sono alla ribalta da qualche anno. Entrambe sono ricchissime di vitamine e sali minerali. Svolgono un’azione utile negli stati convalescenziari, rinforzano l’organismo e sono necessari in tutti gli stati carenziali di calcio (osteoporosi e menopausa). Anche la carambola, frutto tropicale, contiene vari antiossidanti, specie la quercetina, l'acido gallico e l'epicatechina.
  • Oli vegetali dal potere antiossidante come l'olio di sesamo, di argan, di oliva, di semi di canapa, di lino, di vinaccioli, semi di cotone e di germe di grano che fanno bene alla salute della pelle, ma anche delle cellule, degli organi e dei tessuti di cui l'organismo è costituito.
  • Il maqui è un frutto tropicale di colore blu intenso. Il colore della bacca ci dice già che la principale ricchezza del frutto consiste negli antociani, che sono vari e numerosi (i principali sono le delfinidine e cianidine) e che oltre a fungere da pigmenti, hanno un forte potere antiossidante e protettivo per la pelle.

 

Ricetta beverone antiossidante

Per questo beverone antiossidante occorre avere in casa molta frutta, verdura e alcune radici.

Dose e ingredienti per una persona:

Due carote, un kiwi, un limone in succo, un melograno, una manciata di bacche di goij e mezza banana. Aggiungete un pizzico di alghe in polvere e un pizzico di zenzero per mascherarne il sapore. Frullate tutto e bevete a piccoli sorsi.

Risulta molto gradevole se bevuto fresco.

 

LEGGI ANCHE
I cibi antitumorali: quali sono e come agiscono

 

Altri articoli sugli alimenti antiossidanti:

>  Gli alimenti antiossidanti e la scala di classificazione ORAC
>  Di seme in seme: gli antiossidanti per eccellenza

>  La papaya fermentata, fonte naturali di antiossidanti

>  Le bacche di maqui tra i cibi antiossidanti

>  Combattere l'invecchiamento con l'alimentazione

Le bacche, integratori antiossidanti naturali

Le vitamine antiossidanti

Le ricette di centrifugati antiossidanti


Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy