Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

OMEOPATIA E DISTURBI

Alopecia e omeopatia

A cura del Dott. Francesco Candeloro

 

L'alopecia, la perdita parziale o totale di peli e capelli, può essere di natura genetica o dipendere da fattori esterni come stress, carenze di vitamine e ferro, o fattori ormonali. Scopriamola meglio.

Alopecia, sintomi, cause e rimedi naturali


Cause e sintomi dell'alopecia

Si tratta dell’assenza totale o parziale di peli e/o capelli, che può essere transitoria o permanente, e di origine genetica o acquisita. Quelle che trovano giovamento dalla terapie sono solo le forme acquisite, in quanto è possibile identificare una causa scatenante che ne è all’origine.

Molto spesso questi disturbi, poi, si associano ad una fragilità complessiva di tutti gli annessi cutanei, comprendenti dunque anche le unghie, e sono legati ad una certa incapacità dell’organismo ad assorbire elementi importanti e fondamentali per la robustezza degli annessi, come zinco, ferro e silicio.

Non stupisce dunque che disturbi di questo tipo si osservino con frequenza in alcune costituzioni anatomiche essenzialmente longilinee, che sono caratterizzate, a gradi diversi, proprio da una ridotta capacità di assorbire quegli oligoelementi contenuti soprattutto nei cibi vegetali.

Oltre all’anemia numerose altre condizioni possono associarsi, in via accessoria, ad alterazioni del cuoio capelluto, tra  queste l’ipotiroidismo, alcune infezioni di origine micotica, la radioterapia e le terapie antitumorali.

Ma ricordiamo che, in omeopatia, come cause scatenanti saranno considerate anche traumi emotivi come forti spaventi, importanti delusioni affettive, stati di afflizione e di risentimento e più in generale di sofferenza morale della persona, come anche l’eccessivo impegno psicofisico.

Le forme acquisite, infine, possono avere due diverse presentazioni cliniche: la forma areata e quella seborroica: quest’ultima colpisce preferibilmente il sesso maschile, inizia in età precoce – intorno ai 18-20 anni  - con desquamazione grassa del cuoio capelluto, cui segue poi una progressiva perdita di capelli nella zona frontale e al vertice del capo, unitamente ad una fastidiosa sintomatologia pruriginosa. 

 

Puoi approfondire le proprietà dei minerali e gli alimenti che li contengono

Minerali, proprietà e alimenti

 

Rimedi omeopatici per l'alopecia

Come abbiamo detto una certa costituzione anatomica si associa spesso, e fin dall’età giovanile, a predisposizione alla caduta dei capelli e, più in generale, alla fragilità di tutti gli annessi cutanei.

Sono in particolar modo la costituzione muriatica, quelle sulfuriche tendenti al dimagrimento e alla demineralizzazione e tutti i fosforici propriamente detti, i soggetti in cui più facilmente si osserverà questa tendenza fin da età non particolarmente avanzate. Non stupisce dunque il fatto che rimedi frequentemente utilizzati in questi stadi della vita, per curare forme progressivamente ingravescenti di alopecia, saranno Natrum Muriaticum e alcuni rimedi caratteristici della serie fosforica, tra cui Kali Phosphoricum e Phosporic acidum, così come, in fase più avanzata di scompenso organico, un rimedio frequentemente indicato, sempre in soggetti di queste costituzioni, sarà Silicea.

Ovviamente a questi casi, che necessitano pertanto di un approccio più generalizzato - proprio perché la perdita dei capelli riconosce un meccanismo complesso che coinvolge tra l’altro la funzione di digestione e assorbimento degli alimenti - si aggiungono tutti quelli in cui il disturbo è secondario a situazioni contingenti, che determinano traumatismi emotivi dei quali abbiamo accennato in precedenza.

E così per le forme conseguenti a forti spaventi, ad esempio, a seconda della reazione della persona potremmo prendere in considerazione Aconitum o Gelsemium; per quelle secondarie a traumatismi affettivi intensi e a delusioni sentimentali potremo valerci rispettivamente di Arnica o Ignatia, mentre per sofferenze morali, stati di frustrazione inespressi e per collere trattenute utile sarà Staphysagria.

Un rimedio, infine, indicato in tutte le forme di riacutizzazione dell’alopecia seborroica, che abbiamo descritto in precedenza, sarà Selenium: le persone che ne beneficeranno, sovente affaticate da un eccessivo surmenage psicofisico, presentano una seborrea oleosa associata ad acne e comedoni, caduta dei capelli, delle ciglia, dei peli della barba e anche dei genitali, e tipiche formazioni vescicolari tra le dita.

Analoga cute oleosa e grassa, con un orletto biancastro sul labbro superiore e margini tarlati delle sopracciglia, la presenta un rimedio utile in costituzioni più floride, vale a dire Thuja, che a sua volta potrà evolvere a Graphites, rimedio di alopecia proprio di queste costituzioni, caratterizzate dal progressivo rallentamento del metabolismo organico per sovraccumulo alimentare.

 

LEGGI ANCHE
Le proprietà dell'equiseto, utile in caso di alopecia

 

Altri articoli sull'alopecia:

>  I rimedi erboristici contro la caduta dei capelli

>  Semi di zucca: un aiuto contro la caduta di capelli

> I migliori rimedi naturali per l'alopecia

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy