Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

ALIMENTI

Zucchero integrale di canna: descrizione, proprietà, benefici

Lo zucchero, o saccarosio, è di per sè un disaccaride che incide molto sul metabolismo umano; lo zucchero di canna integrale contiene una minore percentuale di saccarosio rispetto allo zucchero normale ed è più ricco di nutrienti, scopriamolo insieme.

>  1. Che cos'è lo zucchero integrale di canna

>  2. Come avviene l'estrazione

>  3. Calorie, valori nutrizionali e proprietà dello zucchero integrale di canna

>  4. Curiosità sullo zucchero integrale di canna

Zucchero integrale di canna

 

Che cos'è lo zucchero integrale di canna

Lo zucchero di canna integrale, deriva dalla canna da zucchero, ovvero Saccharum officinarum in botanica, una pianta tropicale della famiglia delle Poaceae, con midollo molto dolce e succoso: si pensi che ben il 14% del suo fusto è costituito da sostanze zuccherine.

Si tratta di una pianta principalmente coltivata in America centrale e meridionale, ma anche in isole come Mauritius e Barbados, la cui popolazione è spesso sottoposta a dure leggi di mercato per la produzione dello stesso.

Per questo, lo zucchero di canna integrale, si trova spesso tra i prodotti del commercio equo e solidale e, rispetto allo zucchero tradizionale, ha un costo leggermente più elevato.

Il suo colore è scuro, i granelli sono piccoli e irregolari, con una consistenza borbida e un odore particolare e intenso, le sue proprietà sono migliori rispetto allo zucchero bianco di barbabietola.

 

Come avviene l’estrazione dello zucchero di canna?

Per produrre lo zucchero di canna integrale, la canna da zucchero viene tagliata, eliminate le foglie con il machete (per questo è richiesta molta mano d'opera) e poi spremuta e il succo (uno sciroppo chiamato melassa che contiene fino al 15% di saccarosio) così ottenuto viene concentrato tramite ebollizione.

Questo succo viene quindi essiccato in panetti (da cui il termine panela, uno dei tipi di zucchero integrale di canna), grattugiato oppure asciugato e mescolato (il tipo mascavo appunto che viene mischiato e scosso) fino alla frantumazione in granelli.

Diversamente, quindi, dallo zucchero bianco comune, spesso ottenuto dalla barbabietola, non dalla canna, lo zucchero integrale non subisce (o subisce parzialmente) la raffinazione chimica.

Con 12 tonnellate di canna da zucchero, la resa di produzione è di circa 1 tonnellata di zucchero integrale. I residui vegetali sono impiegati nell'industria della carta o come combustibile.

 

Zucchero bianco o zucchero di canna: quale usare

Zucchero di canna o zucchero integrale

 

Calorie, valori nutrizionali e proprietà dello zucchero integrale di canna

Da un punto di vista nutrizionale ha un ottimo valore energetico e apporto di sali minerali di cui è fortemente carente lo zucchero bianco.

Ecco infatti i valori medi nutrizionali (per essere più precisi bisognerebbe considerare il tipo di zucchero) per 100 grammi di zucchero di canna integrale: 

  • valore energetico che va dalle 275 Kcal alle 350 Kcal, contro le 395kcal del saccarosio,
  • 85mg di calcio,
  • 140 mg di potassio,
  • altri minerali, come magnesio, fosforo, fluoro, zinco,
  • le vitamine che contiene sono vitamina A e vitamina C e alcune del gruppo B.

L'indice glicemico e insulemico è più basso perchè è poco raffinato. Non essendo raffinato chimicamente, lo zucchero di canna integrale viene quindi considerato più sano rispetto agli altri tipi di zucchero. Conserva infatti maggiori nutrienti e ha un sapore molto più intenso e caratteristico. 

Attenzione a non confondere lo zucchero di canna integrale con il normale zucchero di canna o grezzo: quest'ultimo ha infatti granelli grossi e regolari, raffinati e poi colorati artificialmente con caramello E150c, un colorante artificiale, o con melassa.

Si può dire che, in generale e raffinato o meno, di canna, grezzo o bianco, l'utilizzo dello zucchero dovrebbe essere limitato e comunque non usato a sproposito, preferendo magari altri dolcificanti naturali.

Dei due tipi, un cucina, il muscovado si può usare per addolcire tisane o tè, si sposa bene con la frutta e le torte, nonchè per cucinare piatti agrodolci. Risulta adatto a chi ama i profumi e sapori forti.

Il panela, meno intenso come sentore, ha una consistenza più farinosa, si usa per tante cose, ma soprattutto per cibi e bevande dal gusto delicato, in quanto non copre i sapori.

 

Curiosità sullo zucchero di canna

Se vi trovate in India, se avvertite per la strada un inconfondibile profumo dolciastro, guardatevi attorno: sicuramente c'è uno spremitore di canna da zucchero in azione che vende il dolce succo ai passanti.

In Europa la canna da zucchero è ed è stata coltivata in Spagna (nella zona tra Malaga e Motril in Andalusia), in Sicilia (recentemente si proponeva di reintrodurne la coltivazione nella piana di Catania), a Cipro e a Malta. 

Essendo ricco di acido glicolico, lo zucchero di canna è in genere un ottimo alleato per la pelle, efoliante e antisettico naturale. Inoltre quello di canna integrale non incide sulla formazione della carie, si pensi ai denti bianchi e sanissimi dei bambini sudamericani o indiani che ne succhiano spesso il succo!

 

Dolcificare senza farsi del male

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy