Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

MINERALI

Zeolite: proprietà, benefici, controindicazioni

La zeolite (dal greco zein "bollire" e lithos "pietra") è un minerale di orgine vulcanica, originato da lava incandescente e acqua salmastra, che, grazie alla sua struttura fatta di piccolissime particelle microporose, può essere molto utile all'organismo per depurarlo profondamente, in particolar modo dai metalli pesanti. Scopriamo insieme di cosa si tratta.

>  1. Proprietà della zeolite

>  2. Benefici e uso 

>  3. Controindicazioni della zeolite

>  4. Dove si trova la zeolite e curiosità

 

Struttura molecolare della zeolite

Struttura molecolare della zeolite

 

 

Proprietà della zeolite

La zeolite, anche nota coma "pietra che bolle", poichè si scalda spruzzandoci sopra un po' di acqua, presenta una struttura chimico-fisica del tutto singolare.

Si tratta infatti di un allumosilicato idratato dei metalli alcalini. Al suo interno, costituito da una sorta di canali a forma di reticolo cristallino, si trovano cationi come caldio, magnesio, sodio o potassio in combinazione con l'acqua. Le zeoliti sono in grado di scambiare i propri cationi liberi con metalli pesanti, ioni di ammonio o altri cationi.

Esistono più di 100 tipi di zeolite, che possono essere suddivisi in tre grandi gruppi: zeoliti con canale unidimensionale, bidimensionale e tridimensionale. Nello specifico e di diretto interesse per l'uomo, secondo i più recenti studi e ricerche, un particolare tipo di questo minerale, la zeolite clinoptilolite sottoposta ad attivazione tribomeccanica, sottoposta cioè a un processo fisico o chimico che le consente di reagire più facilmente, riesce a diventare uno strumento utile per la depurazione del corpo umano da metalli pesanti, tossine, radicali liberi.

Funziona in questo modo: le cariche presenti nei piccolissimi canali sono in grado di legare con tossine e metalli pesanti; una volta entrata nell'organismo, la zeolite attivata inizia il suo lavoro nel tratto gastro-intestinale, grazie a una reazione chimica.

 

Benefici e uso della zeolite

La zeolite si presenta un integratore utile per gli sportivi, per chi svolge un'intensa attività fisica o mentale, per chi è stressato o per gli studenti. Coadiuvante per una profonda depurazione e disintossicazione dell'organismo, è un antiossidante naturale e alcalinizzante, ideale anche per convalescenti e per persone anziane.

Alleato della pelle e della fertilità, la zeolite migliorerebbe le prestazioni fisiche e mentali. Immunostimolante, si usa anche per regolare il metabolismo e la digestione e, secondo in più recenti studi, come antitumorale, potenziando l'arrività delle terapie in atto.

La zeolite pare essere dunque un buon integratore naturale, utilizzato spesso anche dagli sportivi, in quanto diminuisce il senso di stanchezza, incrementando la capacità di concentrazione e aumentando la resistenza fisica.

L'uso, per cui è sempre bene sentire il parere di un medico o specialista, prevede l'assunzione di zeolite in polvere, disciota nell'acqua, oppure in compresse o capsule. Viene venduta on line, nelle parafarmacie, farmacie e in erboristeria; importante: Per accertarsi della correttezza del prodotto in vendita, sulla confezione deve essere riportato non solo il marchio CE ma anche il relativo numero di registrazione. Un barattolo da 200 grammi costa a partire dai 20 euro; un centinaio di capsule si pagano intorno ai 30 euro. Si può trovare anche arricchita di dolomite (calcio e magnesio).

Oltre all’uso interno della zeolite, questo minerale è ottimo anche per applicazioni topiche in caso di acne, pruriti, dermatiti, eczemi, psoriasi e altri disturbi della pelle; si usa anche come ingredienti in cosmetici e in deodoranti, poichè assorbe la traspirazione e gli odori sgradevoli, risultando ideale per l' iperidrosi, la sudorazione eccessiva del corpo (mani, piedi, ascelle, viso).

Per l'uso topico si può usare poca polvere e tamponarla sulle zone interessate con un batuffolo imbevuto d’acqua, massaggiando delicatamente.

Numerosi zeoliti, sia naturali che di sintesi (come le permutiti, classe di zeoliti ottenute miscelando quarzo, caolino e soda), sono da tempo impiegati nell'industria, in particolare nell'industria petrolchimica, come catalizzatori, ma anche nei detergenti, in edilizia, agricoltura, nella purificazione delle acque e dei depuratori e in medicina. La zeolite può essere usata per l’assorbimento degli odori, per eliminare l’inquinamento dei terreni.

 

Controindicazioni della zeolite

Il consiglio principale, qualora vi sia reale interesse verso il prodotto, è sempre quello di parlarne con il proprio medico curante, che saprà valutare al meglio in base alle patologie, o con un esperto.

Non sembrano esserci particolari controindicazioni riguardo l'assunzione di zeolite, minerale che viene definito atossico, non assorbito dal tratto gastro-intestinale; tuttavia le persone molto sensibili potrebbero avere reazioni di tipo nervoso, mal di testa o nausea, essendo appunto una cura chelante, che libera da tossine e apporta comunque modifiche interne all'organismo.

L'altra accortezza da tenere presente è che va fatta in modo graduale, bevendo anche molta acqua, poichè il potere assorbente della zeolite potrebbe originare qualche problema di stitichezza.

 

Dove si trova la zeolite e curiosità

Il processo di zeolitizzazione, ovvero della trasformazione di rocce in zeoliti, è frequente in regioni soggette ad antiche attività vulcaniche, come le regioni di Paratunka e Pauzhetka in Kamchatka, e zone particolari in Nuova Zelanda e in Islanda. L'unica miniera di zeolite in Italia, presente in Toscana tra Sorano e Pitigliano, è in provincia di Grosseto.

L'uso della zeolite come additivo alimentare è stato autorizzato in Giappone sin dal 1996, dove si è visto che l'aggiunta di zeolite comportava un maggiore valore nutritivo degli alimenti e minori disturbi digestivi. Dal 1998 ad oggi si sono registrati una quarantina di brevetti utilizzati in campo medico.

La zeolite fu utilizzata anche ad Hiroshima e Nagasaki, in seguito a Chernobyl, per aiutare le persone colpite da radiazioni. In tempi più recenti è stata utilizzata per ripulire il mare dalle radiazioni in seguito al disastro di Fukushima.

 

Zeolite attiva, l'integratore antiossidante

 

Immagine | Wikipedia

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy