Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

ORTAGGI

Taccole: proprietà, valori nutrizionali, calorie

A cura di Maria Rita Insolera, Naturopata


Le taccole, conosciute anche con il nome di piselli mangiatutto, sono composte dal baccello e dai semi di una varietà di pisello detta macrocarpon. Si tratta di leguminose commestibili appartenenti alla famiglia delle Fabacee, il cui nome latino completo corrisponde a Pisum sativum macrocarpon. Scopriamole meglio.

>  Descrizione delle taccole

>  Calorie e valori nutrizionali

>  Proprietà delle taccole

>  Come si usano

Taccole, proprietà e benefici

 

Descrizione delle taccole

Le taccole sono il frutto, lungo circa 10 cm, di piante erbacee annuali originarie del bacino del Mediterraneo e del vicino Oriente che, rispetto al pisello e alla maggior parte dei legumi commestibili, si distinguono per l’entità della porzione da mangiare.

Infatti, mentre la parte commestibile della maggior parte delle leguminose è costituita solo dai semi, quelle delle taccole comprende anche l’intera struttura che li racchiude e li vincola alla pianta, ovvero il baccello.

Le taccole, di colore verde chiaro, di forma larga e appiattita, sono una varietà di piselli non molto conosciuta ma molto apprezzate per il loro sapore dolce e delicato.

 

Calorie e valori nutrizionali

100 g di taccole contengono 66 kcal.

Dal punto di vista nutrizionale, le taccole sono considerate una via di mezzo tra un legume ed un ortaggio. Contengono.

Proteine vegetali in buone quantità (22%), amidi e zuccheri semplici.

Sono una buona fonte di vitamine del gruppo B (in particolare tiamina e acido folico), di vitamina A, C ed E, oltre a Sali minerali come fosforo, potassio e soprattutto ferro.

Contengono fibre sia di tipo solubile, utili per limitare l’assorbimento di grassi e zuccheri semplici, sia di tipo insolubile, per la regolazione delle funzioni intestinali.

Contengono anche fitati e saponine, sostanze che riducono l’assorbimento degli zuccheri, clorofilla, ad azione antiossidante e fitoestrogeni (sostanze simili agli ormoni sessuali femminili).

Hanno un apporto energetico moderato (circa 20 Kcal/100 g), ciò fa sì che si prestino bene anche nelle diete ipocaloriche.

 

Puoi approfondire tutte le diete utili per la cura dei disturbi dell'organismo

Alimentazione e salute

 

Proprietà delle taccole

Le taccole, si mangiano intere per fare scorta di fibre, ferro e vitamine che aiutano la motilità dell’intestino, combattendo colite e stitichezza.

Questa loro caratteristica di poterle consumare intere, moltiplica la loro efficacia, rendendone più che mai valido l’effetto rimineralizzante. In particolare, le taccole sono indicate:

Per la crescita, nella dieta delle persone anemiche per mancanza di ferro, in caso di stanchezza e nei periodi di convalescenza.

Sono utili in caso di sovrappeso e obesità, perché hanno un buon effetto saziante e riducono l’assorbimento di grassi e zuccheri.

Le fibre aiutano a regolare le funzioni intestinali, quindi risultano molto efficaci in caso di stitichezza.

La presenza di fitoestrogeni li rende consigliabili nell’alimentazione delle donne che hanno mestruazioni irregolari, perché favoriscono il riequilibrio del ciclo ormonale.

 

Come si usano le taccole

Le taccole sono degli ortaggi saporiti, adatti a ricette particolarmente semplici. Affinché mantengano intatte le loro proprietà è bene non cuocerle troppo.

Le taccole, infatti, essendo ricche di vitamine e sali minerali, in seguito a cottura in acqua bollente alcuni di questi nutrienti subiscono l’inattivazione della temperatura (ad esempio la vitamina C) o la diluizione nel liquido di immersione (tipo il potassio).

 

LEGGI ANCHE
Le proprietà e i benefici del potassio

 

Altri articoli sulle taccole:
>  Le taccole tra la verdura di maggio

 

Immagine | Charliesfruitmarket.com.au

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy