Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

SEMI OLEOSI

Semi di pompelmo, proprietà e uso

A cura di Maria Rita Insolera, Naturopata

 

Il pompelmo (Citrus aurantium), della famiglia delle Rutacee, è il frutto di una pianta originaria dell’Asia, di cui, a scopo terapeutico, si usano soprattutto i semi. Dai semi di pompelmo viene, infatti, ricavato un estratto considerato particolarmente benefico per la cura naturale della salute, dalle numerose applicazioni. Scopriamoli meglio.

>  Meccanismo d’azione dei semi di pompelmo

>  Proprietà

>  L'estratto di semi di pompelmo

Semi di pompelmo


Meccanismo d’azione dei semi di pompelmo

L'estratto dei semi di Pompelmo (ESP) è ricavato dai semi e dalle membrane del frutto disidratato, mediante vari processi che portano alla formazione di nuovi legami chimici, che agiscono su una vasta gamma di microrganismi nocivi, come batteri, funghi, virus, lieviti, muffe, e anche parassiti come vermi e pidocchi, oltre a protozoi quale l'ameba, causa di diarrea e dissenteria.

Il meccanismo d'azione dell’ESP sembra inibire la struttura e l'efficienza della membrana cellulare microbica, che, modificandosi, causa la perdita di elementi citoplasmatici e diventa incapace di assorbire gli aminoacidi dall'ambiente circostante, per cui i microrganismi vanno incontro alla morte per mancato apporto nutritivo. L'estratto di semi di pompelmo viene considerato un potente antivirale e battericida

 

Proprietà dei semi di pompelmo

L’ESP presenta un elevato quantitativo di sostanze in grado di contrastare le malattie, di antiossidanti e di fitonutrienti denominati bioflavonoidi che hanno un’azione antinfiammatoria e antiallergica. Esso contiene glucosidi, tra cui la naringina, che conferisce il sapore amaro al frutto e all’estratto liquido dei semi.

Contiene inoltre: Apigenina rutinoside, canferolo, diidrocanferolo, eptamethoxyflavonoide, isosakuranetina (didima), neosperidina, nobiletina, parucirina e l'esperdina, capace di stimolare in modo naturale il sistema immunitario.

L'estratto di semi di pompelmo contiene inoltre vitamina C, steroli e tracce di sali minerali.  Ad esso vengono attribuite delle proprietà anticancro. Le sostanze presenti nella polpa e nei semi di pompelmo sarebbero infatti in grado di limitare il rischio di cancro al colon.

Esso possiede proprietà antivirali e antimicotiche, unite alla capacità di contrastare numerosi virus e batteri, tra cui l’Helycobacter pilori, un microrganismo che può portare ad un aumento eccessivo dell'acidità nello stomaco, infiammazione della mucosa gastrica (gastrite), ulcera gastrica o duodenale.

L'azione antimicotica può essere utile per contrastare lo sviluppo di funghi, muffe e lieviti, fra cui la Candida albicans, abitualmente presente sulla cute e sulle mucose senza essere nociva, ma che può manifestare virulenza in caso di alterazione della flora batterica intestinale (notoriamente benefica), specie dopo un uso prolungato di antibiotici, o per eccesso di stress, o cali di efficienza del sistema immunitario.

La presenza nell'estratto di Pompelmo di vitamine A, C, E, selenio e zinco, ne fa anche un efficace antiossidante contro i radicali liberi, responsabili dell'invecchiamento cellulare. L'estratto di semi di Pompelmo sembra, inoltre, essere efficace verso l'Herpes simplex e i virus influenzali, tanto che quando si manifesta l'influenza, o anche il semplice raffreddore, ne abbrevia il decorso, poiché l'azione del ESP stimola le difese immunitarie, evitando spesso le complicanze. 

 

I semi di pompelmo tra i rimedi naturali per la cistite: scopri gli altri

Cistite, rimedi naturali

 

L'estratto di semi di pompelmo

I campi di applicazione dell’ESP sono molto vasti, potendolo utilizzare in preparazioni per uso interno e/o per uso locale in caso di gengiviti, stomatiti, afte, mughetto, alitosi, acne, micosi, raffreddore, influenza, affezioni delle alte vie respiratorie quali rinite, sinusite, mal di gola, tosse, otite, e squilibri della flora intestinale, diarrea, colite.

L'estratto di semi di Pompelmo può essere aggiunto ai detergenti utilizzati abitualmente per le normali pratiche igieniche, quali shampoo, gel doccia, bagnoschiuma, saponi liquidi per le mani e per l'igiene intima, nell'acqua dei pediluvi, nel collutorio, sullo spazzolino da denti assieme al dentifricio per migliorare la pulizia dei denti e della bocca.

È considerato un prodotto molto utile da portare con sé in viaggio. Esso agisce infatti come un arma naturale contro i germi e può essere utilizzato per disinfettare gli ambienti e l'acqua. Può essere utilizzato per eliminare la muffa anche dalla doccia, dai sanitari e dalle superfici lavabili della casa, diluendone poche gocce nell'acqua ed applicandolo con uno spruzzino. Nello stesso modo può essere impiegato per disinfettare durante le pulizie.  

Viene inoltre impiegato per la cura degli animali domestici, soprattutto nel caso di punture di pulci e zecche. L’ESP è, infatti, un antiparassitario naturale che viene impiegato anche per la protezione delle piante dagli insetti, sotto forma di spray, dopo essere stato diluito in acqua.

Alcune gocce di estratto di semi di pompelmo possono essere aggiunte nei vasetti della marmellata preparata in casa per ottenere un effetto conservante e antimuffa. Nella preparazione di cosmetici naturali può essere impiegato come conservante.

L’ESP non presenta alcuna tossicità, né a breve né a lungo termine, alle dosi normalmente consigliate. Può quindi essere assunto per lungo periodo a scopo preventivo. Viene impiegato come integratore alimentare, da utilizzare in poche gocce e sempre diluito, ad esempio nelle spremute.

L'estratto di semi di pompelmo ad uso interno non deve mai essere impiegato puro. Il suo sapore è molto amaro e il suo dosaggio può essere diverso a seconda del disturbo da curare.

 

Controindicazioni

È necessario rivolgersi sempre al proprio erborista di fiducia per conoscere l'esatto utilizzo dell'estratto a seconda delle proprie condizioni di salute. Occorre infatti sapere che, l'assunzione del frutto fresco o del succo di Pompelmo in concomitanza a terapie farmacologiche, produce un'alterazione sull'azione degli stessi farmaci.  

Le classi di farmaci che subiscono gli effetti collaterali del Pompelmo sono numerose, e riguardano gli ansiolitici, gli antidepressivi, gli antiaritmici, gli antistaminici, le statine (per il controllo del colesterolo), i calcioantagonisti (per l'ipertensione), gli antibiotici, i chemioterapici, gli immunosoppressori. Se si sta seguendo una terapia farmacologica, quindi, è consigliabile chiedere il parere del proprio medico curante, prima di utilizzare il pompelmo come alimento. 

 

 

LEGGI ANCHE
Le proprietà e gli usi dell'olio essenziale di pompelmo

 

Altri articoli sui semi di pompelmo:
>  I semi di pompelmo per la cura della cistite

>  I semi di pompelmo tra i rimedi per il mal di gola

Semi di pompelmo e oli essenziali per aiutare le difese immunitarie

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy