Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

I 5 MIGLIORI RIMEDI CONTRO IL MAL DI TESTA

I mal di testa possono essere di diverso tipo per sintomatologia e origine, di conseguenza anche i rimedi devono essere mirati a correggere la causa scatenante. In Natura, per fortuna, disponiamo di più risorse

I mal di testa sono tanti, di vari tipi e di varie cause soprattutto: cefalee, nevralgie, emicranie, mal di testa da sinusite, mal di testa da stress e affaticamento, mal di testa da cattiva digestione.

Non è sempre facile capire quale sia il rimedio più adatto, spesso si assume un generico antinfiammatorio o antidolorifico per poter trovare ristoro da un dolore che limita le nostre attività, sia fisiche sia mentali.

In naturopatia si ricerca sempre la causa per correggere eventuali stili sbagliati e soprattutto per individuare la giusta soluzione che possa portare ad un riscontro effettivo e non palliativo.

Ecco 5 risposte ai vari tipi di mal di testa, di facile utilizzo e rispettosi del nostro benessere generale.

 

Leggi anche Mal di testa, un aiuto dallo yoga >>

 

Combattere il mal di testa con l'olio essenziale di Menta Piperita

L’Olio essenziale di Menta possiede proprietà rinfrescanti ed analgesiche, antispasmodiche, digestive, carminative, febbrifughe.

E’ indicato in caso di stanchezza, difficoltà di concentrazione, cefalea, febbre, disturbi digestivi, nausea.

L’olio essenziale di menta è ricco di chetoni, ragion per cui si deve utilizzare con attenzione e soprattutto moderazione. Lavarsi bene le mani dopo l’utilizzo e non toccarsi occhi o mucose.

Il suo contenuto di mentolo applicato sulla cute sortisce un effetto stimolante delle terminazioni nervose con effetto freddo.

In caso di cefalea possiamo applicare due gocce sulle tempie e sulla fronte, ben lontano dagli occhi da massaggiare delicatamente e una goccia sul dorso della mano da respirare per mandare un messaggio dal sistema olfattivo al sistema nervoso centrale.

Aiuta ad alleggerire i pensieri a decontrarre la parte frontale e parietale, e decongestionare le vie respiratorie attraverso l’inalazione.

 

Combattere il mal di testa con il magnesio

Esistono studi che hanno evidenziato come in casi di emicrania e cefalea si è rilevata una condizione di ipomagnesemia.

Di conseguenza si è sperimentato come con l’integrazione di magnesio a dosaggi giornalieri di 600mg si sia potuto arrivare ad una riduzione di episodi dolorosi alla testa.

Anche quelle forme di mal di testa che avvolgono il capo dalla cervicale agli occhi trovano miglioramento con l’assunzione quotidiana di magnesio, che per i soggetti cronici rappresenta un presidio preventivo.

Combattere il mal di testa con il salice

Dolori muscolo-tensivi alla testa, emicrania, mal di testa da raffreddore possono trovare giovamento dall’utilizzo della corteccia di Salice, ricca di salicina, dalle proprietà analgesiche, antinfiammatorie, antipiretiche, antireumatiche.

Il Salice è indicato in caso di mal di testa, dolori muscolari, febbre, influenza e mal di schiena. Lo troviamo in commercio in estratto secco in capsule per una più semplice assunzione.

Attenzione però è controindicato a chi è allergico all’aspirina, a chi soffre di reflusso gastrico e a chi si sta sottoponendo ad una cura con anticoagulanti.

 

Combattere il mal di testa con la curcuma

Abbiamo mal di testa da cattiva digestione? Generalmente prende la parte destra della testa e ci pervade come un semi-casco.

Basterebbe massaggiare e scaldare il fegato per attenuare questa sintomatologia ma in ogni caso possiamo agire sulle vie digestive con un antinfiammatorio eupeptico ed epatoprotettivo come la curcuma.

Il suo principio attivo, la curcumina, svolge effetto antinfiammatorio, coadiuva la digestione e riduce l’incidenza di episodi di cefalea.

Il dosaggio giornaliero consigliato affinché sia efficace è di 800 mg suddiviso in due somministrazioni.

 

Combattere il mal di testa con il partenio

Il partenio presenta dei fiori simili alla margherita. E’ una pianta erbacea perenne originaria dei Balcani e dell’Africa settentrionale, di cui si utilizzano le foglie e le parti aeree.

Svolge azione profilattica delle cefalee, è antinfiammatoria, spasmolitica, antiallergica. Viene consigliata in caso di emicranie e cefalee, ma anche dolori artritici e reumatici.

Lo troviamo in commercio sotto forma di estratto secco in capsule e spesso in fitocomplessi con il salice e/o lo zenzero.

 

Leggi anche Shiatsu per il mal di testa >>

 

Foto: gstockstudio / 123RF Archivio Fotografico

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: