Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

VITAMINA D, EFFETTI DELLA CARENZA E DELL’ECCESSO

La vitamina D svolge numerose funzioni ed è importante per la salute di tutto l’organismo. Vediamo quali sono gli effetti della carenza e dell’eccesso e quali i livelli ideali da mantenere

La vitamina D è molto importante per la salute dell’organismo e svolge un ruolo fondamentale soprattutto per l’assorbimento di calcio e fosforo e per la deposizione di questi minerali a livello delle ossa.

La vitamina D, inoltre, contribuisce alla salute del pancreas, del colon, della pelle, del sistema nervoso, del sistema immunitario e dei muscoli, compreso il muscolo cardiaco.

La carenza di vitamina D, quindi, ha effetti negativi sulla salute generale dell’organismo, ma anche l’eccesso può risultare nocivo.

 

Gli effetti della carenza di vitamina D

La carenza di vitamina D ha effetti negativi soprattutto sulle ossa; può, infatti, essere causa di rachitismo nei bambini o osteomalacia negli adulti; può, inoltre, favorire l’osteoporosi.

Quando la vitamina D è carente si verificano un anomalo assorbimento del calcio nel tratto intestinale e una ritenzione di fosforo a livello renale, con conseguente difetto di mineralizzazione dello scheletro.

Una carenza di vitamina D ha effetti negativi anche su altre strutture organiche, in particolare sui muscoli.

Da qualche anno, poi, viene spesso posto l’accento sull’importanza della vitamina D per il sistema immunitario; è stato infatti osservato in diversi studi che una carenza di vitamina D si associa a una più elevata vulnerabilità alle infezioni virali e batteriche e si parla persino di una possibile associazione tra carenza di vitamina D e alcuni tipi di neoplasie.

 

L'importanza della vitamina D e l'esposizione al sole per adulti e bambini

 

Prevenire la carenza di vitamina D

Per prevenire una carenza di vitamina D, bisognerebbe soprattutto esporsi sufficientemente al sole, approfittando della primavera e dell’estate, quando l’organismo immagazzina vitamina D da utilizzare anche in inverno.

Ovviamente, bisogna trovare un equilibrio tra la necessità di garantire all’organismo livelli adeguati di vitamina D e quella di proteggere la pelle dall’aggressione dei raggi solari; per riuscirci è necessario seguire alcune buone norme:

  • evitare di esporsi per troppo tempo e nelle ore più calde;
  • per le persone di pelle chiara è sufficiente un’esposizione di circa 10-15 minuti, mentre quelle di pelle scura hanno bisogno di un periodo dalle tre alle sei volte superiore, in base al colore della pelle.

Per i neonati, vengono generalmente somministrati dal pediatra degli integratori di vitamina D.

 

E se la vitamina D è eccessiva?

Secondo uno studio recente messo a punto dall’Università di Copenhagen, valori troppo elevati di vitamina D aumenterebbero il rischio di morte per cause cardiovascolari. Dunque, non solo la carenza, ma anche l’eccesso di vitamina D può avere effetti negativi per la salute.

Gli autori della ricerca hanno studiato il livello di vitamina D in 247.574 danesi e hanno analizzato il loro tasso di mortalità a 7 anni. Valutando i livelli di vitamina D nei 16.645 pazienti deceduti in quel lasso di tempo, sono giunti alla conclusione che valori di vitamina D inferiori a 50 o superiori a 100 nanomoli per litro sono connessi con un più elevato rischio di morte.

Gli autori della ricerca suggeriscono, dunque, che i livelli di vitamina D vengano mantenuti in questo intervallo e che la quantità ideale è pari a 70 nanomoli per litro.

L’eccesso di vitamina D può essere provocato dall’assunzione di integratori non necessari o utilizzati per tempi troppo lunghi; è praticamente impossibile che si possa verificare un eccesso di vitamina D per cause alimentari o per essersi esposti troppo al sole.

I risultati di questa ricerca fanno dunque riflettere sull’uso degli integratori che, talvolta, vengono assunti senza pensare troppo alle possibili conseguenze negative.

 

Le vitamine per il sole d'inverno

 

Per approfondire:

> Quali sono e quando si usano gli integratori naturali di vitamina D

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: