Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

ORTAGGI

Porri: proprietà, valori nutrizionali, calorie

I porri, cugini di aglio e cipolle, hanno un sapore delicato e invitante; versatili in cucina, sono antiossidanti, diuretici, lassativi, anti colesterolo e vitaminizzanti. Conosciamoli meglio.

>  1. Descrizione dei porri

>  2. Proprietà e benefici dei porri

>  3. Calorie e valori nutrizionali dei porri

>  4. Alleati di

>  5. Curiosità sui porri

>  6. Una ricetta nella manica

porri

 

Descrizione dei porri

Il porro è una varietà di ortaggio nota scientificamente con il nome di Allium Ameloprasum, una pianta monocotiledone appartenente alla famiglia delle Liliaceae, collocato anche dalla moderna catalogazione nelle Amaryllidaceae.

Ha una struttura allungata a cilindro, con foglie di colore verde all'esterno e più chiare verso il cuore della pianta. Sono raggruppate in modo opposto, formando una specie di grosso fusto.

I fiori sono verde chiarissimo, quasi bianchi, e formano un ombrello fiorito che si sviluppa al secondo anno della pianta. Originario delle zone mediterranee, il porro viene coltivato ampiamente anche in zone a climi più freddi. A differenza di aglio e cipolla, il suo bulbo non cresce sotto terra.

 

Proprietà e benefici dei porri

Il porro ha proprietà diuretiche, lassative ed è un alimento disintossicante e idratante. Ottimo antiossidante naturale, grazie alla presenza di flavonoidi, minerali e vitamine ha notevoli benefici per la salute umana, soprattutto se consumato a crudo.

Lassativo, antibatterico e idratante naturale, il porro è un ottimo alleato del sistema cardiovascolare e circolatorio, in quanto contribuisce a distruggere il colesterolo cattivo che ostruisce vene e arterie. Simile per proprietà e benefici alla cipolla, è più ricco di calcio, ferro, fibre, proteine e vitamine, in particolare la vitamina C. Contengono anche vitamine A, K, E.

Dei porri si consuma la parte bianca, che costituisce il cuore della pianta, scartando generalmente la parte apicale verde. Questa è ottima se consumata in minestre, vellutate e risotti e va ricordato che, rispetto alla parte centrale, ha una maggiore concentrazione di vitamine. Ancora meglio se il porro viene consumato crudo, in insalate per esempio, così ad sfrutterne al meglio i valori nutrizionali.

 

I porri tra i cibi migliori della stagione invernale: scopri gli altri

 

Calorie e valori nutrizionali dei porri

100 grammi di porri apportano 61 kcalorie.
Per ogni 100 grammi di questo alimento abbiamo:

  • Acqua 83 g
  • Fibre 1,8 g
  • Zuccheri 3,9 g
  • Proteine 1,5 g
  • Glucidi 1,8 g
  • Potassio 180 mg
  • Sodio 20 mg
  • Calcio 59 mg
  • Magnesio 28 mg
  • Fosoforo 35 mg
  • Lipidi 0,3 g ( 02 g di acidi grassi polinsaturi)
  • Vitamina A 1667 IU
  • Vitamina C 12 mg
  • Vitamina K 47 mcg
  • Vitamina E 0,9 mg

 

Porri, alleati di

I porri, per le virtù benefiche sopra elencate, sono alleati delle cellule e del processo di rinnovamento che le interessa; alleati del sistema immunitario, difendono l'organismo da funghi e batteri.

Si possono definire anche alleati del fegato, per le proprietà depurative, e della finzionalità intestinale e della vescica. Non dimentichiamoci il beneficio che apportano alla circolazione sanguigna, vene e arterie, contenendo anche sostanze anticolesterolo.

 

Curiosità sui porri

Simbolo nazionale del Galles, noto in Africa e in Medio Oriente, il primato per la varietà lo detengono in vicini francesi; il porro, questa verdura versatile era già apprezzata ai tempi di greci e romani, presso i quali l'Imperatore Nerone ne era talmente ghiotto da essere soprannominato "il porrofago". A Cervere, nelle Langhe, ogni anno ha luogo verso il mese di novembre la tradizionale Fiera del porro.

 

Una ricetta coi porri

Per due/ tre persone. Tagliate un paio di porri a rondelle spesse, scartando la parte verde più esterna. Metterle in una pentola capiente con poco più di mezzo litro di acqua, tre patate a cubetti e un pizzico di sale. Quando inizia a bollire conteggiate circa 25 minuti di cottura.

Spegnere il fuoco e frullare il tutto con il frullatore a immersione per qualche secondo. Aggiungere alla vellutate un cucchiaio di parmigiano e, se vi piace, della panna o panna vegetale di soia. Servite accompagnando con pepe fresco macinato e crostini di pane.

 

I porri tra la verdura di Marzo

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy