Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

ORTAGGI

Peperoni: proprietà, valori nutrizionali, calorie

I peperoni (Capsicum annum), appartengono alla famiglia delle Solanacee. Originari dell'America Meridionale e delle Antille, nei paesi più caldi la pianta è coltivata come perenne. In Italia invece è una pianta annuale dato che il ciclo termina in inverno per il troppo freddo. Scopriamoli meglio.

>  Proprietà e benefici dei peperoni

>  Calorie e valori nutrizionali dei peperoni

>  Peperoni, alleati di

>  Diconono di loro

>  Curiosità sui peperoni

>  Una ricetta con i peperoni

Peperoni, proprietà e benefici


Proprietà e benefici dei peperoni

A favore dell’uso dei peperoni nella stagione estiva c'è la sua capacità di reintegrare l'acqua, essendone composto al 92%, e sali minerali quali fosforo, magnesio, potassio, ferro e calcio. Contiene una percentuale di vitamina C quattro volte maggiore che negli agrumi con la conseguente capacità di aumentare la resistenza alle infezioni; inoltre irrobustisce i muscoli e favorisce l’assorbimento del ferro.

In 50 gr di peperoni, soprattutto quelli rossi, è contenuto il 75% della razione giornaliera raccomandata (RDA). Inoltre insieme al contenuto di vitamina A, di cui sono molto ricchi 0,7 mg per 100g, otteniamo il beneficio di una prevenzione dai radicali liberi grazie alle proprietà antiossidanti di queste due vitamine.

Questo permette, secondo gli studi, di prevenire malattie di invecchiamento della pelle, tumori e malattie cardiovascolari. Tra le vitamine troviamo la presenza del gruppo B e delle vitamine E, J e K. Il potassio e il carotene hanno anche proprietà diuretiche quindi utili alla funzioni urinarie.

La percentuale di fibra è buona e questo lo fa rientrare tra i cibi utili al controllo del peso visto il senso di sazietà che aumenta con poche calorie assunte per porzione (alimentazione ipocalorica). Un'altra sostanza presente è la capsaicina, molto più ricca nel suo “fratello” peperoncino, ma anche nel peperone la troviamo in buone quantità sotto la buccia che porta così proprietà antibatteriche, antidiabetiche, analgesiche e antitumorali.

Alcune persone non digeriscono il peperone; da un lato un motivo è la presenza sulla buccia di cellulosa che noi esseri umani non scindiamo come gli erbivori e quindi in grosse quantità risulta indigesta, dall’altro lato l’alimentazione moderna porta a consumare troppi prodotti della famiglia delle solanacee che contengono una sostanza chiamata solanina, che se assunta in dosi elevate è persino tossica e il corpo spesso ne diviene intollerante rifiutandone anche la digestione.

Il peperone produce meno solanina se è coltivato al sole e nel sua periodo di coltivazione (estate), quindi il modo migliore è rispettare la stagionalità sia per i peperoni che per le altre solanacee (patate, pomodori e melanzane) senza abusare nei quantitativi. L’ultimo consiglio è quello di preferire i peperoni colorati, rossi e gialli, mentre quelli verdi essendo più acerbi sono da evitare visto la percentuale maggiore di solanina.

 

Calorie e valori nutrizionali dei peperoni

100 g di peperoni contengono 22 kcal

Inoltre, 100 g di prodotto contengono:

  • Acqua 92,30g
  • Carboidrati disponibili 4,20g
  • Zuccheri solubili 4,20g
  • Proteine 0,90g
  • Grassi 0,30g
  • Fibra totale 1,90g
  • Sodio 2mg
  • Potassio 210mg
  • Ferro 0,70mg
  • Calcio 17mg
  • Fosforo 28mg
  • Vitamina B1 0,05mg
  • Vitamina B2 0,07mg
  • Vitamina B3 0,50mg
  • Vitamina A 139µg
  • Vitamina C 151mg

 

Peperone, alleato di

Cervello, peso, muscoli, pelle

 

Puoi approfondire tutti i rimedi naturali per mantenere la pelle in buona salute

Pelle, disturbi e rimedi naturali

 

Dicono di lui

Il peperone è molto vario nella forma, nel colore e nel sapore: possiamo trovare forme più allungate adatte alla frittura, comunemente chiamati “friggitelli”, forme più tonde, a campana o vagamente quadrangolari.

Il sapore va dal dolce e delicato al forte e piccante. Le dimensioni sono variabili a seconda della varietà. Il colore cambia nella maturazione dal verde al giallo, dal verde al rosso, dal verde allo striato giallo o rosso. Alcune varietà particolari tipiche hanno maculature e viraggi verso il viola, l’arancione e altri colori scuri.

 

Sapevate che

Uno studio sugli estratti di peperone indica la riduzione del rischio di contrarre alcune forme di tumore, ad esempio quella al cervello causata probabilmente dalle nitrosammine, proprio perché il peperone pare che inibisca queste sostanze cancerogene.

Il contenuto di vitamina C e betacaroteni sembra essere parte integrante di questo effetto protettivo anche se non se ne conoscono ancora bene i meccanismi. Per l’utilizzo del peperone come nutraceutico è quindi consigliabile evitare la cottura che riduce sino al 60% il contenuto di vitamina C; viene principalmente preparato crudo in insalata, sia rosso che giallo, e va rispettata la stagionalità del prodotto che nel caso specifico è l’estate.

Un altro studio ha dimostrato che la sostanza luteolina presente nei peperoni è utile per rallentare l’invecchiamento delle cellule del cervello che porta così a migliorare la memoria e rimanere più giovani.

 

Una ricetta con i peperoni

Un consiglio per l’acquisto è di scegliere peperoni sodi, lucidi senza ammaccature con la pelle ben tesa. Il picciolo verde deve essere teso e ben attaccato. Per chi ha problemi di digestione del peperone è possibile togliere la buccia scottando in acqua bollente per qualche minuto e poi scolando e passando sotto acqua fredda.

Ingredienti: 2 peperoni gialli, panna vegetale (riso, avena, soia, ecc...), 1 cipolla, olio di oliva e.v., sale e noce moscata.
Preparazione: Preparare una pasta asciutta e predisporre contemporaneamente il seguante sugo vegetale leggero e gustoso. Soffriggere la cipolla tritta finemente nell'olio di oliva e.v., a doratura aggiungere i peperoni gialli tagliati a cubetti (avendo eliminato accuratamente la parte interna che sostiene i semi e i semi stessi). Aggungere la panna vegetale e lasciare cuocere in modo che si riduca il sugo e aggiungere sale e noc moscata. Dopo 10-15 minuti, a seconda della consistenza di gradimento, mettere tutto nel mixer e frullare. pronto per condire la pasta asciutta.

 

LEGGI ANCHE

La verdura dell'estate

 

Altri articoli sui peperoni:
>  I peperoni tra la verdura di luglio

Peperoni verdura top di agosto: come mangiarli

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy