Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

ALIMENTI

Miele di melata: proprietà, valori nutrizionali, calorie

A cura di Eva Sacchi Hunter, Nutrizionista

 

Il miele di melata, o semplicemente melata, è una sostanza molto particolare e preziosa che anziché essere prodotta da nettari, viene raccolta dalle foglie degli alberi. Dalle proprietà antibiotiche, è ricco di ferro e un ottimo integratore naturale di sali minerali e oligominerali. Scopriamolo meglio.

>  Che cos'è il miele di melata

>  Proprietà e benefici

>  Alleato di

>  Calorie e valori nutrizionali del miele di melata

>  Uso in cucina

Miele di melata

 

Che cos'è il miele di melata

Il miele di melata è una sostanza molto particolare che viene raccolta dalle foglie degli alberi. Afidi e altri insetti che succhiano la linfa delle foglie delle piante incidono le foglie e i loro piccioli e da qui viene sprigionato un liquido molto zuccherino dal basso contenuto proteico.

Per ottenere le proteine necessarie a crescere questi insetti devono ingerire notevoli quantità di liquido ed essudare il fluido zuccherino in eccesso.  Formiche e api lo raccolgono e lo elaborano, ed è grazie al loro lavoro che questo liquido viene trasformato in miele di melata.

La maggior parte proviene da alberi che crescono in climi temperati. Ad esempio, il famoso miele della Foresta Nera tedesca è, di fatto, miele di melata. 

Questo “parente” salutare del miele ha un colore molto scuro, a volte quasi nero, è dotato di una consistenza molto densa che non cristallizza. Il sapore è meno dolce di quello dei mieli di nettare e possiede un particolare retrogusto terroso e di corteccia, dolce e amaro allo stesso tempo. Lo si acquista sia in erboristeria, che nei negozi di prodotti apistici e di alimentazione naturale.

 

Proprietà  e benefici del miele di melata

Recenti ricerche hanno confermato le proprietà antibatteriche del miele nei confronti di vari microbi e in particolare si è riscontrato che la varietà di miele di castagno, eucalipto e melata di abete, sono più efficaci nel combattere i batteri patogeni come Staphylococcus aureus, spesso resistente agli antibiotici.

Le caratteristiche particolari del miele di melata lo consigliano come un alimento antibiotico al 100% naturale da avere sempre in casa.

Ma le proprietà terapeutiche del miele di melata non finiscono qui: è un’ottima fonte di ferro, utile per chi segue diete vegetariane o vegane, e può essere usato come dolcificante leggero grazie al suo contenuto meno elevato di zuccheri semplici che ne garantiscono un indice glicemico inferiore più indicato per i diabetici e per le persone che seguono diete dimagranti o a basso impatto glicemico.  

Tuttavia è importante cercare di acquistare un miele di melata biologico di qualità, che conservi tutte le proprie proprietà benefiche, al fine di limitare la contaminazione da sostanze chimiche e antibiotici utilizzati nelle pratiche apistiche convenzionali.

Visto che la materia prima raccolta dalle api proviene dalle foglie degli alberi, è estremamente importante la zona di raccolta, infatti nel miele di melata si possono rivelare concentrazioni più alte di sostanze chimiche e metalli pesanti rispetto ad altri mieli che, nella maggior parte dei casi,  provengono dall’inquinamento industriale, urbano e stradale.

 

Scopri anche le proprietà e le caratteristiche del miele di castano

Miele di castagno

 

Alleato di

Il miele di melata è anche un importante alleato del sistema nervoso e aiuta a ripararlo e nutrirlo, sostenendone le svariate funzioni.

Analogamente alla pappa reale, anche la melata può aiutare a regolare il tono neurologico, assistendo la memoria e la concentrazione e stimolando l’appetito; grazie alla ricchezza di polifenoli è anche un efficace ricostituente naturale ed energetico.

Da tenere presente sono inoltre l’azione disinfettante e antisettica di questo miele: fino al secolo scorso, infatti, la melata era usata in chirurgia per disinfettare ulcerazioni, ferite e lesioni. Grazie al suo ruolo antisettico la melata costituisce un valido supporto delle vie respiratorie, come calmante della tosse, e per combattere bronchiti e faringiti, sopratutto nei bambini. 

Grazie al contenuto di oligosaccaridi (zuccheri complessi) che assistono la crescita dei batteri benefici nell’intestino, la melata svolge un’azione regolatrice della flora intestinale. Nel nostro intestino vivono circa 100 trilioni di batteri, alcuni benefici e altri potenzialmente dannosi, e il buon funzionamento del nostro sistema digestivo dipende dall’equilibrio tra i due.

Anche quando seguiamo una dieta bilanciata, questo equilibrio può essere facilmente disturbato da stress, antibiotici, o dal naturale processo d’invecchiamento. Gli oligosaccaridi della melata sopravvivono al viaggio attraverso lo stomaco ed esercitano il loro effetto benefico rafforzando i batteri “buoni” e promuovendo il mantenimento di un sistema digerente in salute, evitando problemi intestinali e coliti.  

Il miele di melata è anche conosciuto come il “miele dello sportivo” giacché è un ottimo integratore naturale di sali minerali e oligominerali. È indicato per chiunque pratichi attività fisica e sportiva perché, grazie all’alto contenuto di manganese, potassio e magnesio ad alto assorbimento, è molto utile nelle situazioni di aumento del fabbisogno: in situazioni di disidratazione a causa di eccessiva sudorazione, o nei casi di vomito e diarrea.

 

Come il miele di melata, anche la pappa reale aiuta la concentrazione: scopri tutte le proprietà

Pappa reale, proprietà e benefici

 

Calorie e valori nutrizionali del miele di melata

100 gr. di miele di melata apportano 300 calorie, disponibili immediatamente.

La melata è composta per il 75% da una mescolanza di zuccheri (il 5% in meno rispetto agli altri mieli): glucosio, fruttosio, maltosio, saccarosio; da numerose altre sostanze nutritive (minerali, acidi organici, vitamine ecc.), e acqua per il 17-18%.

Le sostanze rimanenti nell'ordine del 5% sono le più rilevanti: aminoacidi, proteine, acidi organici, sali minerali (calcio, magnesio, sodio, potassio) ed oligoelementi essenziali (ferro, rame, cromo) fondamentali per l’organismo; ed infine tracce di polline, aromi, enzimi e pigmenti.

 

Come si usa in cucina

Al posto degli ordinari integratori di sali minerali è possibile prendere uno o due cucchiai di miele di melata sciolti in mezzo litro d’acqua con mezzo limone.

Per apprezzarne la proprietà di tonico digestivo basta gustare la melata con uno yogurt naturale, o su una fetta di pane tostato, nelle bevande o con una tazza di cereali o muesli la mattina.  Insomma, un vero e proprio super-alimento per ogni età che può essere consumato quotidianamente.

 

LEGGI ANCHE
Il miele tra i ricostituenti naturali: scopri gli altri

 

Altri articoli sul miele di melata:

>  La melata tra i prodotti dell'alveare

 

Immagine | eatsimplylivewell.com

 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy