Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

FRUTTA

Mele: proprietà, valori nutrizionali, calorie

Le mele sono il frutto di Pirus malus della famiglia delle Rosacee. L'albero, che può raggiungere fino a 8 metri d’altezza, è il melo, originario dell'Asia centrale. Scopriamole meglio.

>  1. Proprietà delle mele

>  2. Calorie e valori nutrizionali delle mele

>  3. Mele, alleate di

>  4. Dicono di loro

>  5. Curiosità sulle mele

>  6. Una ricetta nella manica

Mele, proprietà e benefici

 


Proprietà delle mele

Alleate essenziali nei regimi alimentari, le mele sono ricche di pectina, fibra alimentare che, regolando il passaggio del glucosio dall’intestino al sangue, contribuisce a tenere sotto controllo il livello di glicemia e ne assicura un lento e continuo assorbimento.

Costituite per l’84-88% da acqua, sono un valido alimento per l’approvvigionamento giornaliero dell’organismo umano che necessita di almeno 1 lt di acqua al giorno. Le mele contengono una buona percentuale di vitamina C che, trasportando l’ossigeno, consente la respirazione cellulare.

Se applicati sulla pelle, il succo delle mele, la buccia e la polpa producono un effetto tonificante, dal momento che il beta-carotene, gli acidi fosforici e benzoici rendono questo frutto un vero e proprio dermatologico naturale. Le mele contengono inoltre quercitina, un bioflavonoide con potere antiossidante che protegge i polmoni.

Le fibre contenute nelle mele stimolano l’intestino pigro, l’azoto è utile per riprendersi dalle fatiche intellettuali, mentre il fluoro è un elemento indispensabile per la salute dei denti, poiché inibisce l’attività di numerosi enzimi che infragiliscono lo smalto dentario e sono responsabili delle carie.

 

Calorie e valori nutrizionali delle mele

100 g di mele contengono 38 kcal / 161 kj.

Inoltre, per ogni 100 g di questo prodotto, abbiamo:

  • Acqua 85,2 g
  • Carboidrati 10 g
  • Zuccheri 10 g
  • Proteine 0,2 g 
  • Grassi tracce
  • Colesterolo 0 g
  • Fibra totale 2,6 g

 

Mele, alleate di 

Intestino, cervello, cuore, polmoni, denti.

 

Dicono di loro

Alcune varietà di mele, per esempio le Granny Smith, sono state selezionate in modo da avere un basso contenuto di quelle sostanze protettive che, quando si sbuccia un frutto, lo fanno annerire. A questa carenza corrisponde però un maggior contenuto di proprietà nutrizionali.

Lavatele bene, ma evitate di sbucciarle: la fibra insolubile si concentra soprattutto nella buccia e ha una funzione anti stipsi pari a quella della crusca, alimento grezzo in grado di facilitare il transito intestinale.

 

Le mele tra gli ingredienti degli omogeneizzati fatti in casa

Omogeneizzati fatti in casa

 

Curiosità sulle mele

Protagoniste di racconti mitologici (la guerra di Troia, Ercole nel giardino delle Esperidi), biblici (Adamo ed Eva), fiabeschi (Biancaneve e i sette nani), storici (la famosa sfida di Guglielmo Tell), aneddoti scientifici (Newton e la legge di gravitazione universale), le mele sono anche protagoniste di varie pellicole:

Il tempo delle mele, film francese del 1980 diretto da Claude Pinoteau, esordio cinematografico di Sophie Marceau nei panni e nei pattini di Victoire “Vic” Berreton;

La mela, prima opera di Samira Makhmalbaf, figlia del famoso regista iraniano Mohsen Makhmalbaf.

Le regole della casa del sidro, film diretto da Lasse Hallström, tratto dall'omonimo romanzo di John Irving che ha per protagonista un giovane orfano cresciuto da un medico che diventa raccoglitore di mele e scopre l’amore nella fattoria presso cui presta servizio.

Una mela famosa è anche quella stampata su tutte le copertine del primo libro della saga di Twilight che ha per protagonisti la giovane e innocente Bella e il vampiro tenebroso Edward: la stessa Stephanie Meyer, autrice della tripletta di libri (a Twilight segue New Moon ed Eclipse), ha dichiarato:

La mela sulla copertina di Twilight rappresenta il "frutto proibito". Ho usato la Scrittura dalla Genesi perché amo la frase "il frutto della conoscenza del bene e del male". Questo non è esattamente ciò che succede a Bella? Una conoscenza di ciò che è bene e ciò che è male. La cosa interessante della mela è che ha tante radici simboliche. Le mele sono frutti molto versatili. Alla fine, amo la semplicità della bella figura. Io la chiamo così: scelta.


Una ricetta nella manica

Un classico: lo strudel di mele. Vi occorre della pasta rapida non lievitata che userete come base, oltre ai seguenti ingredienti (per 6 persone): 1 kg di mele, 100 g di burro, 2 cucchiai di pangrattato finissimo, uvetta sultanina, mandorle, buccia di limone, marmellata, zucchero in polvere, zucchero a velo.

Sbucciate le mele, togliete il torsolo e tagliatele in fettine sottilissime. In una padellina fate rosolare la metà del burro e il pane grattato. Stendete la pasta con le mani alla massima sottigliezza su una tovaglia infarinata, ungete la pasta del burro liquefatto e disponeteci sopra le mele affettate. Spargetevi sopra il pangrattato fritto, aggiungete uva sultanina, qualche mandorla sbucciata e tritata, un po’ di raschiatura di limone, qualche cucchiaio della marmellata che preferite e spargete dello zucchero.

Sollevate un lembo della tovaglia su cui avrete steso la pasta e arrotolate pian piano lo strudel su se stesso, servendovi solo della tovaglia e non delle mani. Otterrete una sorta di salsicciotto che dovrete schiacciare alle due estremità per rinchiudere bene il ripieno e impedirgli di uscire.
Imburrate una teglia e, sempre aiutandovi con la tovaglia infarinata, fatevi scivolare lo strudel, dandogli la forma arrotolata. Lucidate il dolce con burro liquefatto e tenetelo in forno a medio calore per circa 1 ora. Spolverate con zucchero a velo e servite.

 

LEGGI ANCHE
Gli usi alternativi della frutta

 

Altri articoli sulle mele:

Quanto sono ricchi gli alimenti dell'autunno

Il succhi di frutta fatti in casa: il succo di mela

Le proprietà dei colori di frutta e verdura

La frutta e la verdura di settembre

>  Aceto di mele bruciagrassi

>  Come fare la marmellata di mele cotogne

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy