Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

DISTURBI E RIMEDI NATURALI

Mal di stomaco: sintomi, cause, cure e rimedi

Il mal di stomaco è un disturbo che colpisce l'apparato gastrico e può dipendere da fattori emotivi ma anche da allergie alimentari. Scopriamolo meglio.

>  Sintomi del mal di stomaco

>  Cause

>  Diagnosi

>  Cure per il mal di stomaco

Mal di stomaco, cause e rimedi naturali

 

Lo stomaco si divide in cardias (appena al di sotto del passaggio tra la parte inferiore dell’esofago e lo stomaco), il fondo, il corpo, l’antro (la regione più bassa), il canale pilorico, che mette in comunicazione con il duodeno che fa già parte dell’intestino. 

La digestione non avviene solo a livello dello stomaco ma parte dall’area cefalica, gestita dal sistema nervoso e stimolata sul versante di vista, odorato, gusto e, a volte, sul piano dell’idea stessa di cibo, oltre all’attività muscolare della masticazione.

La fase gastrica si verifica quando i prodotti della digestione proteica raggiungono la parte pilorica dello stomaco, la cavità gastrica viene inondata di muco per evitare I’autodigestione. L’ambiente acido converte il pepsinogeno nella sua forma attiva, la pepsina, che può iniziare l‘attacco delle catene polipeptidiche (proteine). Segue la fase intestinale. Il mal di stomaco può esser legato anche al primo momento della digestione, non solo alla fase gastrica. 

 

Sintomi del mal di stomaco

I sintomi si localizzano nella parte superiore dell’addome e si manifestano sottoforma di gonfiore, eruttazione, nausea, mal di testa. I sintomi sono comunque differenti a seconda delle concause e dello stato generale dell’individuo. 

 

Cause

Accanto a fattori di origine emotiva si possono indagare eventuali allergie alimentari. Fumo e alcool peggiorano la situazione. Se il mal di stomaco si protrae nel tempo può generare dispepsia, gastrite, ulcera gastrica. L’orgine può essere anche batterica e di solito l’Helicobacter pylori è il batterio chiamato in causa. 

Tra le altre cause: alimentazione eccessiva, pasti consumati troppo in fretta, abuso di caffeina, abuso di alcool, eccessiva assunzione di bevande gasate, assunzione di farmaci come gli antibiotici, l’aspirina e gli antinfiammatori non steroidei (FANS), infiammazione dello stomaco (gastrite), infiammazione del pancreas (pancreatite), ulcera peptica, calcoli biliari, tumore allo stomaco. 

 

Diagnosi  

Oltre agli esami del sangue, di amilasi e gastrica, la forma diagnostica più usata finora è stata quella che interessava il primo tratto dello stomaco attraverso un’indagine radiologica con solfato di bario.  

In alcuni casi si ricorreva anche a lastre per osservare il tratto del liquido che scende prima nell’esofago, poi riempie lo stomaco, giunge ai duodeno e ancora più giù. 

Oggi si ricorre anche alla tecnica “dei doppio contrasto”, che consiste nell’assumere, oltre al bario, anche delle compresse che producono gas ed evidenziano eventuali danni della mucosa dello stomaco.  Dagli anni Settanta il metodo diagnostico più usato è l’esame endoscopico a fibre ottiche, la gastroscopia, utile soprattutto in sospetto di ulcera, sebbene un po’ fastidiosa per via dell’introduzione del sondino. 

 

CURE PER IL MAL DI STOMACO 

 

Alimentazione

Un accorgimento importante: non sovraccaricare l’apparato digerente. 

E’ bene fare piccoli pasti distribuiti durante il corso della giornata. Quando si consuma il pasto principale a cena, la digestione è più lenta e difficoltosa e questo può causare a sua volta dolori, bruciori e sensazione di pesantezza. 

Lo zenzero è un grande alleato dello stomaco e può sostenere molto specie in caso di nausea associata. Questo importante alimento aiuta a stimolare la digestione e proteggere l’apparato digerente da infiammazioni. 

Sì alla cannella, spezia portentosa che abbassa la glicemia, regola i livelli di zucchero nel sangue e risolve i problemi di cattiva digestione. Il limone neutralizza l’iperacidità gastrica e ha un potere fortemente alcalinizzante.  

Per lenire i disturbi, sono utili anche le tisane con erbe specifiche per lo stomaco.

 

Puoi approfondire le proprietà e i benefici della cannella

Cannella, proprietà e benefici

 

Rimedi fitoterapici per il mal di stomaco

Tisane a base di camomilla, melissa, valeriana sono un toccasana per il mal di stomaco. 

Sì a preparazioni erboristiche a base di menta e cumino. 

 

Fiori di Bach per il mal di stomaco

I fiori di Bach che sostengono e facilitano la digestione sono differenti a seconda dello stato emotivo legato al mal di stomaco. Ad esempio, Pine è utile quando la digestione è rallentata o si blocca facilmente anche se si mangia poco. Gentian si usa quando la digestione non si avvia serenamente. Holly è ideale nel caso di fitte, crampi, nausea e bocca acida al risveglio. Impatiens è prezioso nelle gastriti acide con secrezione anticipata che si calmano solo ingerendo piccoli pezzi di pane o altri alimenti assorbenti. Se sussiste ansia, Chicory è il rimedio adeguato. 

Esiste poi un fiore australiano indicato nel caso di mal di stomaco ed è Chamomile. 

 

Medicina Tradizionale Cinese

In agopuntura il meridiano dello stomaco è un meridiano Yang, ha come elemento energetico la Terra e come organo corrispondente la Milza. Il sistema bioenergetico cinese lo considera il principale attore nel movimento di energia all’intero sistema attraverso la digestione degli alimenti.

Il benessere dell’organo influenza lo stato psicologico dell’individuo e viceversa. Se sussistono ansia, confusione, iperattività e agitazione lo stomaco soffre e, d’altra parte, se uno stomaco non lavora bene, si possono generare queste manifestazioni.

I punti più comunemente utilizzati nell’agopuntura per curare tali disturbi si trovano in corrispondenza dello stomaco, dell’ombelico, del basso ventre e addome.

Un punto importante per lo stomaco è situato circa quattro dita sotto la rotula, sul lato esterno della gamba. Qui il Qi entra a un livello più profondo nel meridiano per comunicare con l’organo stomaco, suo corrispondente, che ha effetti diretti sull’appetito e sulla digestione.

Questo punto è collegato all’apparato digerente e gastrointestinale, e trattandolo si curano anche dolori addominali, ipertensione, febbre, allergie, asma e capogiri. Stimolare questo punto significa rinvigorire e rafforzare il Qi, armonizzare lo stomaco e la milza, alleviare dolori e gonfiori. 

 

Omeopatia

E’ molto importante il colloquio con il medico omeopata per individuare il rimedio più adatto a seconda dello stato psicologico in cui si trova il soggetto. Tra i vari rimedi omeopatici ricordiamo:

Arsenicum album, se sussiste bruciore, soprattutto dopo i pasti. Al dolore gastrico si associano spesso la diarrea, una sete intensa e brividi. Tutti i sintomi peggiorano la notte e con le bevande fredde.

Argentum nitricum, in caso di bruciore con irradiazione nella parte sinistra, crampi e dolori rodenti all’epigastrio.
I disturbi peggiorano dopo i pasti, esercitando una pressione sullo stomaco.

La gastrite acuta e cronica è curata anche da Nux vomica. Il disturbo si presenta con forti crampi e sensazione di contrazione nello stomaco, nausee e vomito soprattutto al mattino. Il soggetto fa una vita sedentaria, abusa di cibo e di bevande alcoliche, dorme pochissimo e lavora molto. Conduce una vita stressante che lo porta spesso ad esaurimento psico-fisico. A livello psichico è molto sensibile, irritabile e collerico.

Per le gastriti croniche è utile Kalium carbonicum. 

 

Esercizi e movimento per il mal di stomaco

Il momento più delicato è quello che segue la cena. Non coricatevi subito, dopo il pasto. L’ideale sarebbe uscire a fare una passeggiata e coricarsi solo 2 o 3 ore dopo la fine del pasto.

Via libera a metodi di rilassamento quali yoga e qi gong. In alcuni casi anche l’ipnoterapia ha dato buoni risultati. 

Fate esercizio fisico regolare.

Attenzione: non fatevi fare massaggi da mani inesperte in quanto l’area addominale è molto delicata e si rischia di stimolare in senso opposto i succhi gastrici.

 

LEGGI ANCHE
La giusta alimentazione in caso di disturbi gastrici

 

Altri articoli sul mal di stomaco:
>  Bruciore di stomaco? Hai mai provato la malva

Mal di stomaco in gravidanza, quali rimedi?

Mal di stomaco dopo mangiato, cause e cosa fare


Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy